235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio I tifosi si incontrano per discutere sul "caso Samb" Spina: «Il debito è di 2,6 milioni» - sambenedettoggi.it | seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 14274579 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    maggio        luglio


16 giugno 2009

I tifosi si incontrano per discutere sul "caso Samb" Spina: «Il debito è di 2,6 milioni» - sambenedettoggi.it


Da sinistra Gianni Tormenti e Sergio Spina durante la partita
? Da sinistra Gianni Tormenti e Sergio Spina durante la partita

Spina: «Ho una sola certezza: ripartiremo»

Il presidente della Samb aspetta buone nuove ma la situazione è quasi impossibile: servono 600 mila euro per iscriversi ma devono cacciarli i Tormenti, ora agli arresti domiciliari e quasi impediti di adempiere a qualsiasi atto, anche lo volessero

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - «Ho una sola certezza: ripartiremo. Non so da quale categoria ma il calcio a San Benedetto non può scomparire. Lo facciamo anche nei confronti dei tifosi, ma anche per l'accordo preso con gli sponsor, con la famiglia Sciocchetti che dirigerà il settore giovanile, con tutti quelli che ci sono vicini». Amore e tristezza: è la tarda serata di mercoledì 10 giugno e la voce di Sergio Spina risente della stanchezza di un'altra giornata certamente non facile.

I fratelli Tormenti ora non sono in carcere, ma agli arresti domiciliari: tuttavia, nonostante formalmente potrebbero ottemperare all'accordo preso con Spina in caso di cessione della squadra in Seconda Divisione (pagamento di 850 mila euro e accollo dei debiti, oltre due milioni e mezzo di euro, da parte della famiglia Tormenti), in questo momento sembra irrealistico che questa operazione, se pure la volessero con forza (ipotesi peregrina vista la loro situazione generale), possa avvenire. Accollarsi due milioni di debiti, e forse più, non è atto che possa compiere a cuor leggero chi è sottoposto all'accusa di associazione a delinquere.

Spina si è incontrato con l'avvocato Carlo Manfredi che però parlerà ai tre fratelli di Martinsicuro solo nella giornata di domani. Tuttavia i margini di manovra sembrano strettissimi (per non dire inesistenti). Lo stesso Spina dice che  «è accaduto l'imponderabile e per questo non me la posso neanche prendere con i Tormenti che erano pronti a sancire il definitivo passaggio di proprietà».

Anche perché, da qui al 30 giugno, occorre che i Tormenti paghino 600 mila euro di arretrati (evidentemente parte di quei due milioni e passa di debiti accumulati, si spera) e di contributi necessari per iscriversi al proprio campionato. Un evento davvero difficile, anche perché i conti bancari sono bloccati, e nessuno ha l'autorità per farlo se non i Tormenti stessi. Ma qui torniamo a quanto scritto sopra.

C'è anche una ipotesi, concreta, di acquisto di un titolo sportivo da una società di Seconda Divisione. La Sangiustese, ad esempio, ha seri problemi economici. Ma Spina boccia a metà questa ipotesi: «Impossibile pensare di poterlo fare in C2, più probabile, invece, per la Serie D». In questa categoria c'è ad esempio il Centobuchi, anche se forse non è in ottime acque economiche.

Sembra tutto un incubo.

CHIACCHIO Si dovrebbe svolgere domani l'incontro tra Spina e i suoi legali e l'avvocato Chiacchio, esperto di procedura sportiva e calcistica in particolare, per meglio definire la situazione della Samb.

GIOVANILI Non si sa in qualche categoria giocherà la Samb, ma oggi, al Campo Europa si è svolta la prima selezione dal calcio giovanile rossoblu in vista della prossima stagione.


Samb, tre domande a cui rispondere

Tormenti al telefono allo stadio di Portogruaro
? Tormenti al telefono allo stadio di Portogruaro

L'arresto dei Tormenti ha bloccato la trattativa nell'ultimo dei giorni a disposizione. I quesiti: 1) è possibile vedere e pubblicare il bilancio che testimonia dei due milioni e passa di debiti? 2) perché e da chi in città sono messe in giro voci per screditare Sergio Spina? 3) la politica perché, oltre che silente, è del tutto inattiva?

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Se fosse stato un film, saremmo stupiti per il montaggio perfetto, per la scelta dei tempi, per il tragico finale. Purtroppo, nonostante i virtuali pizzicotti con i quali si cerca di destarsi, non vi è dubbio che non si tratti di fiction né di sogno, ma di crudissima realtà.

Eppure qualcosa sembra sfuggire alla razionalità. Tre anni di indagini sulla famiglia Tormenti per presunte false fatturazioni (il 19 giugno 2006 i fratelli Tormenti, da 13 giorni proprietari della Samb, scrissero un comunicato, "Dalla stampa troppa enfasi sulla Navigo.it”, in relazione alle prime visite delle Fiamme Gialle), una indiscrezione di stampa di un giornale nazionale come “Il Mondo” (minacciato di querela poi, pare, effettivamente fatta, ma poi l’indiscrezione, storia di questi giorni, è diventata realtà), una condanna per violazione della privacy a Marcello Tormenti in una vicenda che, pur differente da quella in oggetto, aveva delle affinità.

Tre anni. Mille e novantacinque giorni.

In questi mille e novantacinque giorni (esattamente 1094, dal 7 giugno 2006 al 5 giugno 2009, contando l’anno bisestile) nessuna ventilata ipotesi di arresto, nessun processo aperto (tranne quello culminato con una condanna in primo grado a Marcello). Le voci che erano prese a circolare fin dai primissimi giorni, relative al processo che coinvolgeva Marcello Tormenti, denunciato da un cittadino sambenedettese, e le visite della Finanza, culminate nell’accusa de Il Mondo, facevano presagire che se fosse accaduto qualcosa, beh, qualche piccola avvisaglia c’era stata. Nulla lasciava immaginare l’esplosione di accuse così dettagliate delle Fiamme Gialle, addirittura con arresti notturni per i proprietari della Samb e l’accusa infamante di associazione a delinquere per un giro di 77 milioni di euro. Inimmaginabile.

Ma questo non è accaduto né in quella prima visita della Finanza, il 17 giugno 2006, né quando Il Mondo ha descritto per filo e per segno le indagini in corso, né quando Marcello è stato condannato. Questo è accaduto in un giorno particolare per la storia della Samb.

Il 5 giugno, venerdì, i Tormenti sono stati arrestati.

Il 7 giugno, domenica, la Samb giocava una partita decisiva per sapere se fosse rimasta in Prima Divisione, o retrocessa.

L’8 giugno, qualsiasi fosse stato il risultato, Spina e i Tormenti avrebbero firmato l’atto per il passaggio di proprietà.

L’atto prevedeva che i Tormenti si accollassero la totalità dei debiti, quegli incredibili due milioni accumulati in due anni, ma, con ogni evidenza, soprattutto nella stagione in corso, da dicembre in poi (scientemente, si oserebbe dire, se questa evenienza rientrasse nella razionalità e non nell’indescrivibile: ma noi l’avevamo scritto per filo e per segno). Spina cacciava 1,7 milioni di euro in caso di salvezza (e quindi il debito, grossomodo, veniva annullato, considerando anche che Spina si era fatto carico della gestione di aprile, maggio e giugno). In caso di retrocessione, 850 mila euro.

I Tormenti sono stati arrestati, rendendo di fatto loro impossibile adempiere a questo accordo, il giorno lavorativo precedente all’accordo. Su 1094 giorni, il caso ha voluto che questo evento accadesse nell’ultimo giorno utile. Quello a ridosso della partita dell’anno. Quello a ridosso dell’accollo dei debiti. Non un giorno dopo, quando la loro firma sull’atto sarebbe stata apposta con la loro esclusione dalla Samb. Non un giorno prima, quando ci sarebbe stato, forse, più tempo per capire e organizzare la situazione e una reazione. I soldi in qualche modo già pagati da Spina, in questo momento, sono carta straccia. Addirittura qualcosa è stato versato nelle casse della Samb (di proprietà dei Tormenti) ma le banche le hanno bloccate.

Un’altra società, la Fifa Security, ha, del tutto legalmente e legittimamente, inoltrato ingiunzione di pagamento pena la messa in mora.

I Tormenti, in questo momento, possono firmare qualsiasi atto di vendita, perché non è stato emesso alcun atto di interdizione della loro capacità di agire. Nella giornata di giovedì tuttavia il loro avvocato per la parte commerciale, Carlo Manfredi, è stato occupato in altre vicende e ha dovuto rimandare l’incontro a venerdì 12 giugno.

Ma una famiglia indagata per associazione a delinquere, con quale razionalità (questa parola ricorre non casualmente) può accollarsi più di due milioni di euro di debiti?

Non accadrà mai. A meno che i Tormenti non vogliano davvero riscattare questa bruttissima pagina e provare ad essere eroici. Ma siamo fuori dal film.

Dunque il futuro è scritto: la Samb perderà tutte le comproprietà, e poi non potrà iscriversi.

Sarà destinata al fallimento e il titolo sportivo, in qualunque categoria sarà destinata la squadra rossoblu (e nonostante il consulente Chiacchio abbia spiegato al direttore generale Spadoni che ci sarebbero buone possibilità di ripescaggio in Prima Divisione, qualora si procedesse all’iscrizione entro il 30 giugno), sarebbe messo all’asta.

Ci chiediamo, dunque:

- è possibile verificare e rendere pubblico il bilancio della Samb (31 dicembre 2008) e soprattutto gli eventuali nuovi movimenti passivi avvenuti dopo la sua stesura, in possesso anche del gruppo Spina oltre che dei Tormenti, per conoscere la situazione debitoria esplosa in maniera così clamorosa? Rivieraoggi.it si rivolgerà ai consulenti tecnici delle due parti e ai consulenti legali e, se non vi saranno opposizioni tecniche (nel qual caso ne renderemo conto pubblicamente) o legali (nel qual caso ci atterremo alla legge), provvederemo a far conoscere le voci passive e la loro formazione.

- Perché negli ultimi giorni nella nostra vernacolare città circolano voci atte a screditare l’operato di Sergio Spina, come se lui poteva prevedere l’arresto dei Tormenti e avvantaggiarsi da questa situazione (che invece, crediamo, lo stia danneggiando soprattutto economicamente, e con lui il gruppo che si andava formando)? C’è qualcuno che vorrebbe prendere il suo posto a quattro becchi, all’asta fallimentare, magari di una società precipitata nelle categorie dilettantistiche? Oppure questa è soltanto una nostra fantasia?

- E’ possibile auspicare, da parte delle forze politiche cittadine, un intervento e una pressione rapida sulle parti coinvolte, al fine di definire in tempi brevissimi le possibili soluzioni?

Tre domande, alle quali ne seguiranno sicuramente delle altre nei giorni a venire, e alle quali cercheremo di dare una risposta. Ce lo chiedono i lettori. Ce lo chiedono i tifosi. Ce lo chiede la nostra coscienza. Ce lo chiede la storia della Samb.

Ps. Ricordiamo ancora una volta che i commenti all’articolo non possono essere diffamatori, non possono comunque ledere in alcun modo terze persone e devono essere scritti nella maniera più corretta possibile.


I tifosi si incontrano per discutere sul "caso Samb"

Tifosi della Samb pronti a seguirla a Lecco
? Tifosi della Samb pronti a seguirla a Lecco

Domenica alle 18,30, di fronte alla Curva Nord Massimo Cioffi, appuntamento per capire la strana situazione in cui è piombato il club rossoblu

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – I tifosi si incontrano: e non potrebbero fare altrimenti, vista l’incredibile situazione in cui versa la Samb. Dopo una retrocessione che avrebbe steso il morale a chiunque, ecco ora il rischio del terzo e dolorosissimo fallimento. La Curva Nord Massimo Cioffi, con un comunicato ufficiale, invita «tutti i tifosi rossoblu, tutti coloro che hanno veramente a cuore il destino della nostra beneamata a partecipare, domenica 14 giugno alle 18,30, alla riunione pubblica che si terrà nel piazzale antistante la Curva Nord Massimo Cioffi, per discutere della delicatissima situazione societaria ed intraprendere una linea comune di comportamento. Alle nostre spalle abbiamo solo l’amore per questa città e questi due colori, e vogliamo difendere la S. S. Sambenedettese Calcio 1923 con tutti i mezzi che abbiamo».

Un atto d’amore non biasimabile, anche perché «la Curva Nord Massimo Cioffi è stufa di tutte le situazioni poco chiare che da anni gravitano attorno alla Samb per colpa di presidenti assenti, affaristi e senza alcun tipo di attaccamento reale ai colori rossoblù; in tempi non sospetti avevamo denunciato pubblicamente l'ambigua gestione societaria da parte della famiglia Tormenti prendendo anche decisioni clamorose come quella di disertare tutte le gare interne della nostra amata Sambenedettese Calcio. Alla conclusione della "programmazione triennale" fallimentare del presidente Giovanni & co., ed in seguito ai fatti giudiziari che li riguardano per altre vicende, ci ritroviamo con il più che concreto rischio che il calcio a San Benedetto del Tronto scompaia del tutto».

Manfredi: «Tormenti, decisione vicina»

I fratelli Tormenti ancora alla Samb?
? I fratelli Tormenti ancora alla Samb?

L’avvocato dei tre fratelli, ancora ai domiciliari, dà per imminente («Questione di pochi giorni») una presa d’atto dell’attuale proprietà nei confronti di Spina. Da Parma rimbalza il nome di Ghirardi. Bilanci: il grosso dei debiti è con le banche?

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Un altro giorno è passato e il 30 giugno si avvicina. Tutto fermo? Non proprio. Sergio Spina sta tentando tutte le vie per trovare una soluzione all’incredibile impasse, i tifosi si incontrano domenica alle 18,30 testimoniando di essere del tutto usciti dall’apatia della prima parte del campionato.

Ma c’è di più: l’avvocato Carlo Manfredi, che segue la vicenda che ha coinvlto la Navigo.it per il versante commerciale, ha incontrato Gianni, Franco e Marcello Tormenti e, dopo alcuni giorni di silenzio, afferma: «Nei prossimi giorni, poiché il tempo stringe, verrà presa una decisione sulla Samb. Ma non è questo il momento di pressare troppo, perché così si otterrebbe il contrario di quel che si vuole». Sul tenore di questa decisione Manfredi, che svolge il suo lavoro in maniera impeccabile, non rilascia indiscrezioni: «Non compete a me, né rientra nelle mie competenze, entrare nel merito della vicenda». Velatamente, si capisce che se ci fosse meno clamore attorno ai tre fratelli costretti a Martinsicuro, forse la questione potrebbe avere un suo corso più spedito. Manfredi conferma nuovamente l'assenza di qualsiasi pregiudizio di tipo giuridico che possa condurre i Tormenti, se lo volessero, a concludere l'accordo con Spina. Ma poi, naturalmente, non può dire nulla riguardo l'effettiva possibilità che questo accordo, di fronte alle pesanti accuse della Guardia di Finanza per l'associazione a delinquere contestata, possa davvero concretizzarsi.

Altre persone vicine ai Tormenti ammettono che «si sta facendo tutto il possibile per sboccare questa situazione».

Ad ogni modo la decisione definitiva, dato il nuovo scenario seguente all'arresto dei proprietari di Navigo.it, sicuramente dovrà avvenire nei primissimi giorni della prossima settimana. Nella migliore delle ipotesi ciò consentirebbe a Spina di divenire, alle condizioni pattuite, presidente della Samb.

Uno Spina che in queste ultime ore si sta muovendo in tutte le direzioni per cercare di trovare la strada giusta. A tal proposito, sembra che Tommaso Ghirardi, giovane presidente del Parma oltre che consigliere della Lega Calcio, possa essere interessato in qualche forma alla Samb, individuata come possibile formazione “satellite” degli emiliani. Fantacalcio? Si saprà meglio nei prossimi giorni.

Per finire, pubblicheremo quanto prima il bilancio della Samb al 30 giugno 2008, mentre diventa veramente difficile ottenere e diffondere informazioni dettagliate e certe su quanto avvenuto negli ultimi mesi in casa Samb. Un dato, al 30 giugno 2008, sembrerebbe emergere: l’esposizione debitoria, complessivamente già forte, sarebbe dovuta soprattutto al ricorso a notevoli aperture di credito da parte di istituti bancari, Banca Popolare di Lanciano e Sulmona e Banca Picena Truentina di Credito Cooperativo principalmente, ma anche la Carisap. Comunque entro il 30 giugno 2009 vi sono da saldare i pregressi con i calciatori accumulato negli ultimi mesi che rappresenta una cifra attorno ai 600 mila euro.

Ecco il bilancio della Samb

Gianni Tormenti
? Gianni Tormenti

Documenti allegati


L'ultimo documento è quello relativo al 30 giugno 2008. Scaricalo e leggilo in formato Pdf. Oggi i tifosi hanno protestato sotto la residenza di Tormenti

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - L'ultimo documento contabile che riporti nero su bianco le cifre relative al bilancio della Sambenedettese Calcio è quello datato 30 giugno 2008. Da allora molte cose potrebbero essersi aggravate. Per leggere il documento, occorre scaricare l link pubblicato sulla destra, sotto la foto. Si tratta del Bilancio vero e proprio, contenente lo Stato Patrimoniale (documento contabile dove vengono riportate le immobilizzazione, i debiti e i crediti finanziari), il Conto Economico (documento contabile che fotografa i saldi tra entrate e uscite in un determinato periodo di tempo) e la Nota Integrativa (documento contabile che espone più analiticamente le voci precedentemente presentate).

TIFOSI Dopo il raduno programmato alle ore 18,30 di domenica 14 giugno di fronte alla Curva Nord Massimo Cioffi, i tifosi rossoblu si sono recati a Martinsicuro, di fronte all'abitazione dei Tormenti, per protestare con cori rispetto alla difficile situazione della Samb. Davanti al Riviera erano in circa 500, mentre almeno 300 si sono recati a Martinsicuro.

Manfredi e Spina si incontrano. Sì all'accordo?

Marcello Tormenti
? Marcello Tormenti

L'avvocato difensore della famiglia Tormenti spiega che adesso si attende l'autorizzazione del giudice titolare delle indagini affinché non vi siano impedimenti al passaggio di proprietà. Ma l'intesa precedente potrebbe essere «rivisitata»

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Passi avanti per la risoluzione dell’ingarbugliata situazione della Samb. Oggi, lunedì 15 giugno, Sergio Spina si è incontrato con l’avvocato Carlo Manfredi, rappresentante della famiglia Tormenti in merito alla passaggio della Samb all’imprenditore cuprense.

«I Tormenti hanno manifestato nuovamente la volontà di cedere la società – chiarisce Manfredi – come già sabato mi avevano indicato nel nostro primo incontro, anche se la loro volontà di cedere le quote per non inficiare sul futuro della Samb non è bastata a placare i tifosi nella giornata di domenica…»

Manfredi ha di fatto il mandato di vendere la Samb, ma su quali basi? «L’accordo c’era già, e il linea di massima sarà quello già discusso, anche se andrà leggermente rivisitato». Perché, spiega l’avvocato dei Tormenti, «occorrerà lavorare alla luce delle nuove questioni emerse, come il problema del provvedimento cautelare nei confronti dei fratelli Tormenti». Manfredi tuttavia evita di entrare nel dettaglio, anche se potrebbero essere valutate in maniera ancora più analitica alcune voci come i debiti bancari, che hanno un peso consistente nel bilancio della Samb.

C’è, comunque, anche un altro problema, sulla carta facilmente superabile a quanto dice Manfredi: per procedere all’operazione serve l’autorizzazione del giudice titolare delle indagini, poiché i Tormenti «non possono disporre del loro patrimonio come nella fase precedente». Ma questo dovrebbe avvenire in uno o al massimo due giorni dal momento della richiesta. A quel punto «si potrebbero affrontare definitivamente i vari problemi legati ai debiti».

I tempi sono e restano stretti, perché in 15 giorni occorrerà lavorare alle varie comproprietà e poi garantire l’iscrizione in Seconda Divisione, con la speranza non nascosta, a quel punto, di un ripescaggio. Ma prima c’è da scalare una montagna.

Tiziano Giudici: «Io alla Samb»

Tiziano Giudici
? Tiziano Giudici

L'allenatore della Sangiustese è praticamente il nuovo tecnico dei rossoblu per la stagione 2009-2010. Una buona scelta.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - L'allenatore (o meglio ex) della Sangiustese ha dichiarato (non "avrebbe dichiarato" per la precisione) in prossimità di un incontro di carattere calcistico: «Potrei venire da allenatore della Samb». La notizia era nell'aria ma, dopo la sua dichiarazione, possiamo definirla quasi ufficiale. Tiziano Giudici, dipendente del Comune di Cupra Marittima, si appresta a diventare il nuovo tecnico della formazione rossoblu.

Per la presentazione ufficiale si aspetta soltanto la definizione della vicenda che vede il presidente in pectore, Sergio Spina, impegnato a dare un volto diverso e trasparente ad una delle squadre più amate d'Italia. Checchè ne dica qualcuno su un sito on line nazionale (quale non si sa) l'imprenditore di Cupra Marittima ha scelto la strada giusta, quella del confronto civile con la famiglia Tormenti, tenendo conto che, senza di lui, la Samb non sarebbe arrivata a fine campionato con grave ripercussione su un eventuale ripescaggio.

Il problema è però un altro, e di questo la città di San Benedetto ed il suo hinterland dovranno tenerne conto. Acquistare la Samb non significa portarla ad un futuro sportivamente migliore sin da subito. L'intero territorio deve adottare qualche iniziativa per accorciare i tempi. Noi, con i nostri diecimila lettori quotidiani, ne promuoveremo una nei prossimi giorni. Lo farò con il prossimo DisAppunto. In pratica si dovrà in qualche modo alleggerire il peso economico di Spina & C, in questo momento così difficile e delicato, dopo che la Samb sarà sua. La prima mossa: la scelta del tecnico è premonitrice di un futuro roseo perché riteniamo il giovane allenatore pronto e carico per un impegno importante dopo le dovute esperienze in piazze minori. In questo momento è così.


I Tormenti, l'accordo "rivisto" e le parole date

Gianni Tormenti
? Gianni Tormenti

Giorni sempre più caldi a San Benedetto. Ora l'avvocato Manfredi ha ufficializzato la delega alla vendita, ma occorre conoscere tutti i particolari rispetto a richieste che potrebbero essere cambiate rispetto a due settimane fa.

SAN BENEDETTO DEL TRONTO - Adesso ci si gioca tutto su quella parola: "rivisto". Sull'accordo tra Spina e Tormenti, siglato con una stretta di mano e dichiarazioni d'onore nel mese di aprile, è piombato, come una bomba ad orologeria, l'arresto dei tre fratelli Tormenti. Arresto poi tramutato in arresti domiciliari.

Questo non sembra poter bloccare la trattativa di vendita, anche se occorre che il giudice dia un proprio parere positivo. Tuttavia, come ha spiegato l'avvocato Manfredi a Rivieraoggi.it, l'accordo sancito a strette di mano e parole d'onore potrebbe essere "rivisto" alla luce della nuova situazione. Non possiamo dare giudizi, poichè per ora sulle cifre c'è il massimo riserbo da ambo le parti, ma crediamo che persino in una situazione tanto assurda sia doveroso rispettare la parola data. Quindi, con il club retrocesso in Seconda Divisione, Spina pagherebbe 850 mila euro, mentre i debiti dovrebbero accollarsi i Tormenti che, fino a prova contraria, sono coloro che li hanno generati.

Rimangiarsi la parola data (se le solite voci in libertà, seppur non provate, corrispondono alla verità) non sarebbe un buon segno su un'avventura imprenditoriale che, per molti altri versi, sta mostrando vistosi lati oscuri. Perché non uscire da Signori da una vicenda così importante e delicata per la città di San Benedetto e dintorni?

Spina: «Il debito è di 2,6 milioni»

Sergio Spina a fine gara
? Sergio Spina a fine gara

DIRETTA WEB Consiglio comunale aperto sulla Samb. Una signora Tormenti ha ottenuto la delega del giudice per la vendita della Samb. Tantissimi i tifosi presenti in sala consiliare

DIRETTA WEB

ore 20 La seduta si conclude con un applauso per Sergio Spina. Ma la situazione sembra davvero impossibile.

Ore 19,51 Gaspari: il problema è: per questa operazione occorre spendere 3 milioni di euro oppure bisogna pensare al progetto prima di tutto? Io ritengo che questa città, così attaccata alla sua squadra tanto da viverci in simbiosi merita di lavorare su un progetto che abbia un respiro ampio. Basta fuochi di paglia. Io so che Abete a Spina ha detto che un altro fallimento non lo accetterebbero… Nell’ultimo consiglio comunale, l’11 di giugno, abbiamo deciso di mettere a gara la sistemazione del Campo Europa, il comune investirà 200 mila euro, privati altrettanto. A Sergio Spina va detto grazie perché senza vendere fumo è venuto qui dicendo alla città che il suo sforzo arriva fino ad un certo punto, ma non a due o tre volte rispetto a quanto pattuito. Credo che l’impegno di Spina potrà essere quello di essere qui.

Spina risponde a Gaspari: ci sono alcuni imprenditori Adriano Maroni, Spazzafumo Maurizio, Leo Bollettini, insomma, tanta gente che sta pregustando l’idea di darci una mano. Sarebbe complicato di buttare tutto all’aria. Faremo il possibile per salvare la categoria dove siamo precipitati.

Ore 19,49 SPADONI: Ci sono debiti non abbattibili, come i debiti tribunali. C’è la possibilità di poter agire con le banche, e di agire con i fornitori anche se questa è la voce meno pesante anche se non ben quantificata. Una volta che si possano mettere le mani nella massa debitoria delle banche e i fornitori si quantificherà un debito reale che sarà sempre abbastanza lontano dal debito stabilito inizialmente da Sergio Spina. Questo deve avvenire al massimo in una settimana, perché i tempi sono stretti. Comunque stiamo lavorando ad un progetto, al settore giovanile, stiamo facendo dei raduni, qui c’è Vincenzo Sciocchetti che si è preso questo incarico. Naturalmente nessuno sa quale sarà la categoria dove giocheremo.

ore 19,40 LAZZARI (Pd) Se pensiamo che questa squadra sia importante e venga sostenuta, credo che il senso della presenza di Spina nell’aula consiliare è quello di rendere i consiglieri partecipi, e di coinvolgere le parti economiche cittadine per essere vicine a Spina per fare in modo che la situazione debitoria sia colmata. Questo è il ruolo del Comune.

Spina risponde a Luca Bassotti del Corriere Adriatico: Manterrò fede agli impegni presi, ovvero gli accordi alla famiglia Tormenti. Ieri dicevo che forse era il caso di fare un passo indietro verso chi aveva mezzi superiori ai miei. L’ho detto per agevolare la trattativa. Io mantengo fede degli impegni presi, ma dipende dalla parte debitrice. Per quanto riguarda l’iscrizione, forse quello è il meno, se si abbatte il debito si fa un grande lavoro. Nessuno poteva sapere che accadeva quello che è accaduto. Ma bisogna prepararsi al peggio. Da parte loro non c’è nessun rialzo del prezzo. Quindi c’è un lavoro con i debitori per abbattere il debito di un buon 70%. La trasparenza è questa.

ore 19,36 Gabrielli (Pdl) L'esposizione debitoria a quanto ammonta e visto che c'è la possibilità a trattare attraverso una signora della famiglia Tormenti, quali sono i margini per concludere la trattativa?

Spina risponde: l'esposizione debitoria al netto degli sponsor e i nostri tre mesi pagati (gennaio, febbraio e marzo, anche se marzo non per intero a causa del blocco dei conti correnti) e al netto dei crediti verso la Lega, siamo intorno a 2,6 milioni di euro. Il debito maggiore è verso le banche, poi i contributi da novembre a maggio, per 70 mila euro al mese. Fornitori privati soltanto 150 mila euro.

Ore 19,32 Piunti (Pdl) Una nota di merito per Sergio Spina. Il fatto di rapportarsi al consiglio comunale credo che sia una cosa che apprezziamo tantissimo. Il Comune può supportare l’imprenditore per portare avanti questa volontà. La sua passione aiuta per risolvere la questione. I tifosi possono fare una pressione positiva e non negativa. Stasera abbiamo sentito la notizia importante, ovvero la delega alla signora Tormenti della trattativa. Se c'è possibilità di ripescaggio, non facciamocela sfuggire. Oggi come oggi è fondamentale che si crei un corpo unico tra società, tifosi, città, stampa, per risolvere una situazione che per certi versi sfugge.

ore 19, 25 SPINA Volevo fare chiarezza. Avevo accordo preliminare per acquisizione delle quote della Samb per 1,7 milioni in C1, e la metà in C2. Ci siamo trovati due giorni dopo il loro arresto con la Samb retrocessa in C2 con prezzo diverso. Loro avevano opzione di cessione delle quote societarie in caso di C2. Quindi può darsi che in C2 non avrebbero ceduto. Giovedì comunque, il giorno prima dell'arresto, hanno detto: "La Samb comunque la cediamo". Noi siamo qui e vogliamo portare avanti la trattativa. Tuttavia c'è una situazione debitoria che oggi come oggi non possono affrontare. A livello economico la situazione è pesante. A livello tecnico-giuridico io non posso fare nulla, loro neanche, anche se un'ora fa il giudice ha dato la delega ad una delle signore Tormenti per dare l'incarico di cessione. Quindi entra il 30 giugno c'è una parte debitoria che va coperta. C'è una situazione di stallo che è difficile sbloccare. Venerdì mattina abbiamo parlato con il presidente Abete,il quale non è convinto della possibilità di ripescaggio. Quindi non ci stiamo tirando indietro né nessuno sta rialzando il prezzo, qui c'è una massa debitoria che è importante. Aggiungo che la famiglia Tormenti darà mandato all'avvocato Carlo Manfredi per parlare con le parti creditrici per abbattere questa cifra debitoria.

Assieme a Spina anche il dg Spadoni, il commercialista Ortenzi, in sala il team manager Pierluigi Tassotti, l'imprenditore Nobilioni

ore 19,23 Parla Gaspari: Incontro inusuale, Sergio Spina è un grande tifoso della Samb che vorrebbe avanzare qualche progetto sulla Samb sapendo che stiamo vivendo momenti difficili. Qualche giorno fa Spina - come è naturale ci siamo sentiti - mi ha parlato, voleva capire se la città in qualche modo era disposta ad essere vicina anche quando emergeranno dei problemi, e se le soluzioni a cui lui pensa sono possibili e condivisibili. E ci ha chiesto di venire a dirlo al Consiglio comunale.

ore 19,23 inizia l'incontro

ore 19,18 Il Consiglio sta per iniziare.

ore 19 Tra i presenti anche l'ex calciatore rossoblu Gennaro Grillo. Spina in questo momento è negli uffici della Giunta

ore 18,57 Sergio Spina entra in aula consiliare. Numerosi i tifosi rossoblu presenti. C'è anche il d.g. Spadoni.

ore 18,50 Si tratta in realtà di una commissione allargata all'intero Consiglio Comunale, quindi una sorta di Consiglio Comunale aperto avente per tema la situazione della Samb. Ancora nessuno è presente in aula consiliare.

Ore 17 Alle ore 19 Sergio Spina, presidente in pectore della Samb, incontrerà la Commissione comunale allo Sport, nella quale è presente anche il sindaco Giovanni Gaspari oltre che diversi assessori), per esporre la situazione che si è venuta a creare a proposito della trattativa di acquisto della Samb Calcio.

L'incontro si svolgerà in Sala Consiliare e, come tutti gli incontri di Commissione, è aperto al pubblico.

Rivieraoggi.it pubblicherà in diretta le dichiarazioni delle parti.


fonte: sambenedettoggi.it

facebook

sfoglia    maggio        luglio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 14274579 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo