235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


6 ottobre 2008

Venezia - Pro Patria 0-2 e sempre di piu'... la capolista se ne va !

La Magica, dopo solo sei giornate con i suoi 18 punti diventa maggiorenne e può permettersi quindi di sbancare Venezia. E siccome per qualcuno siamo razzisti e tutto il resto, ecco le ...continua a leggere >>

facebook

5 ottobre 2008

Venezia: Peccatti d'ingenuita'

Nonostante il ritmo alto tenuto dai lagunari, la capolista con due lampi fa sua la gara ...continua a leggere >>

facebook

5 ottobre 2008

Il Venezia la grazia. La Pro non perdona (0-2)

C'è il premio Superpollo? Se c'è, nessuno lo può togliere al Venezia. Perchè i meriti per conquistarlo li ha tutti: dalla vittoria buttata ...continua a leggere >>

facebook

24 febbraio 2008

Il Venezia si perde nella nebbia

Il Venezia si perde nella nebbia

Un gol di Rosso gela il "Penzo": ko con la Pro Patria, i playoff ora diventano un miraggio

Venezia, 24 febbraio 2008. Nostro servizio  

    Ineccepibile, sconfortante, che sbatte in faccia la realtà. Il terzo ko casalingo del Venezia contro la Pro Patria, che non vinceva da otto partite ed era reduce da quattro sconfitte consecutive, lascia in dote una serie di riflessioni senza appello.
Ineccepibile: è vero, l'espulsione di Pesoli è stata affrettata, gemma di una conduzione arbitrale da parte del signor Manna che per tutta la partita è sembrata indisponente. Fatto sta che gli arancioneroverdi, come consuetudine nelle gare interne in maglia orogranata - stavolta dai scarsi poteri apotropaici - per i 43' antecedenti il rosso del difensore non sono riusciti a buttarla dentro nonostante il netto predominio. Vuoi per l'abilità di Anania, che ha bloccato con destrezza gli attacchi lagunari, vuoi perché il Venezia quest'anno in attacco è davvero poca cosa. Giocare in 10 contro 11 non è mai facile, ma la Pro Patria è passata a 5' dal termine su calcio piazzato, quindi l'espulsione non può essere addotta come scusante, per giunta proprio dopo che D'Adderio aveva tolto un centrocampista, Mattielig, per un difensore, Mei, abbassando ulteriormente il baricentro della squadra mentre dagli altri campi giungeva notizia che le altre compagini in corsa per i playoff stavano vincendo.
Sconfortante: perdere fa sempre male, ma farlo in casa con il terzo ko dopo Cremonese e Legnano - quanto indigeste al "Penzo" le lombarde! - è ancora più doloroso. Squadra volenterosa, ma anche tanto sciupona sotto porta. Veronese ha perso lo smalto, Antenucci è impalpabile, Poggi da solo non può bastare, sulle fasce Collauto e Scantamburlo non sono esterni d'attacco...E così la Pro Patria, che non vinceva dal 2 dicembre, passa senza rubare nulla, con il neo di Imburgia, reo di aver accentuato la caduta in occasione dell'espulsione di Pesoli, inducendo all'errore un già distratto Manna. Ma una squadra che deve lottare per i playoff non può appigliarsi a queste quisquiglie, deve dimostrare carattere. Un carattere che, nelle ultime giornate, pare invece smarrito. Una squadra demoralizzata, non lo diciamo noi, ci mancherebbe, bensì gli stessi calciatori nel dopo partita.
Realtà: così ai playoff non si va e chiediamo venia ai nostri lettori - pochi ma affettuosi - per aver ipotizzato una vittoria sulla Pro Patria in un'ipotetica tabella playoff. Abbiamo sbagliato, ci può anche stare, ma la logica voleva che il "Penzo" fosse il fortino dove costruire la corsa ai playoff, dove trovare le risorse per raggiungere l'agognato traguardo. Ed invece sta diventando troppo spesso terra di conquista.

Venendo alla cronaca, il Venezia si perde nella nebbia che cala sempre più fitta su Sant'Elena. Encomiabili i tifosi arancioneroverdi, anche nel loro rievocare "Tuta gol", memori della chiacchierata vittoria sul Bari di alcune stagioni addietro. Il Venezia parte bene, tonico, ma la Pro Patria non sta a guardare, tanto che nella prima mezzora colleziona ben 6 angoli, con l'ex Tramezzani sempre pericoloso sulle palle inattive. Ci provano Antenucci, Drascek, Veronese, Collauto, ma Anania è sempre pronto a fare il proprio dovere. Fino all'espulsione di Pesoli, apparsa ingiusta non solo nella sostanza - lo stesso difensore assicura di non aver toccato Imburgia - ma anche nella forma - Pesoli non era ultimo uomo, Drascek nella diagonale stava coprendo verso l'area.
Nella ripresa però ci si aspettava più mordente, voglia di fare bottino pieno ed invece, nel tabellino dei tiri in porta, un rotondo 0. Una staffilata alta di Veronese, una punizione moscia fuori di Pepe, un colpo di testa della disperazione di Oscar Brevi - nella nebbia la pelata sembrava la sua - ma nello specchio delimitato da pali e traversa il nulla. Dall'altra parte, invece, un frizzante Gasparello metteva in ansia Brevi e dopo l'ingresso di Negrini e Rosso la Pro Patria alzava il proprio raggio d'azione.
Decisivo il gol di Rosso, ma l'episodio chiave, a nostro modesto avviso, è da ricercare nel cambio effettuato al 78': fuori Mattielig e dentro Mei. Difesa che da tre passa a quattro e dopo pochi minuti gol dei bustocchi che anticipa la dipartita dall'umido del "Penzo" al tepore di casa di buona parte dei tifosi.
Un gol che, nonostante le nove giornate alla fine del campionato, rischia di mettere la parola fine alle ambizioni del Venezia. Un peccato, i progetti di inizio stagione erano ben altri, ma se il fortino non è più inespugnabile e il morale scende sotto i tacchetti...

GOL, OCCASIONI E MOMENTI CLOU:
3' VEN: Antenucci dalla sinistra tocca di testa per Veronase anticipato in scivolata da Citterio, la palla arriva sul sinistro di Poggi che prova il tiro carico di effetto e Anania si supera deviando in volo sopra la traversa
4' PPA: sugli sviluppi di una punizione la palla rimbalza pericolosamente nell'area piccola e Pesoli spazza in calcio d'angolo
10' VEN: dopo un rinvio di Tramezzani, la palla arriva a Drascek che controlla e prova la botta riprovando il jolly trovato col Verona, ma Anania si distende e respinge
16' VEN: calcio d'angolo di Collauto, Tramezzani svirgola la respinta e sul pallone vagante si fionda Veronese in tuffo di testa dando l'impressione del gol, ma la palla termina fuori di poco
20' PPA: Trezzi fugge sulla destra e mette in mezzo per Gasparello che anticipa Pesoli, ma il difensore riesce a deviare in angolo anche se la Pro Patria lamenta un fallo di mano
22' VEN: azione insistita sulla destra con Drascek che mette in mezzo per Veronese anticipato da Giani, Antenucci raccoglie la palla, stoppa di petto e al volo prova il colpo ad effetto con un pallonetto di esterno destro: palla alta di un soffio
28' VEN: doppia grossissima occasione per Antenucci: Poggi inventa un passaggio filtrante per l'11 orogranata che controlla bene ma si fa respingere il tiro a tu per tu con Anania, sulla respinta coglie l'esterno della rete. Gran movimento per l'ex Giulianova, sempre però sterile in zona gol
31' VEN: Antenucci in area, dribbling secco su Candrina e tiro a girare di esterno destro ma Anania vola sul palo opposto e respinge a mani aperte, sul prosieguo occasione per Mattielig che in semirovesciata spara altissimo
34' PPA: azione sulla sinistra con Imburgia, palla a Vecchio che prova il tiro di prima di esterno destro e la palla si alza di poco sulla traversa
40' VEN: punizione dalla destra di Collauto, palla direttamente in porta e Anania respinge di pugni, sugli sviluppi prova l'incornata Pesoli ma il pallone finisce fuori
44' VEN: l'arbitro Manna espelle Pesoli per fallo da ultimo uomo su Imburgia. Vibranti proteste lagunari: le immagini tv sembrano confermare il fallo ma Pesoli non era ultimo uomo.

SECONDO TEMPO:
15' VEN: Poggi parte in contropiede e serve Antenucci che scambia col 10 orogranata, palla a Veronese che entra in area, si defila e calcia ma la palla termina alta sulla traversa
27' PPA: cross dalla sinistra di Imburgia, Gasparello prova la girata di testa contratta da un difensore e Alfonso blocca a terra
32' VEN: Pepe su punizione prova il tiro ma la palla finisce fuori
38' PPA: contropiede bustocco, Negrini si invola e prova il tiro secco rasoterra, palla che coglie in pieno il palo
40' PPA: calcio d'angolo di Tramezzani, scambio con Gasparello. Cross al centro per Rosso lasciato incomprensibilmente solo e il centrocampista non ha problemi a battere Alfonso di testa da due passi per il vantaggio bustocco
48' PPA: Rosso scappa a Brevi e prova il diagonale ma Alfonso respinge di piede


Giacomo Garbisa  

Tutti i contenuti di queste pagine appartengono a veneziamestre.org. L'eventuale riproduzione totale o parziale senza consenso esplicito costituisce violazione del Copyright. 

VENEZIA-PRO PATRIA: LE PAGELLE

Drascek-Mattielig in affanno, Antenucci un attaccante incompiuto...

Venezia, 24 febbraio 2007. Nostro servizio  

ALFONSO 6
Due buoni interventi. Sventa il possibile raddoppio avversario nel finale.
PESOLI 5
La Pro Patria non arriva praticamente mai dalle sue parti fino al 44’. Si fa espellere per un fallo che si può discutere ma che, forse, si poteva anche evitare.
OSCAR BREVI 5,5
Nervoso e poco lucido in alcune circostanze nel secondo tempo. In occasione del gol tutta la difesa, lui compreso, si dimentica dell’attaccante avversario.
TAURINO 6
Si conferma un buon difensore “chiudi e spazza”. Gioca metà secondo tempo da centrale senza gravi problemi.
COLLAUTO 5,5
Dopo l’espulsione di Pesoli fa il pendolino sulla fascia destra. Va da se che non è in un periodo di forma che glielo permetta.
DRASCEK 5,5
Ci prova spesso dalla distanza cercando di bissare l’eurogol di due settimane fa contro il Verona. Certamente poco fortunato, ma anche poco lucido nell’arco dei novanta minuti.
MATTIELIG 5,5
Tanti, troppi errori in fase di disimpegno, correre da solo non basta, soprattutto senza costrutto.
78' MEI 5
Entra a dieci minuti dal termine e fa in tempo a metterci del suo. Non esente da colpe sul gol subito, poco dopo sbaglia clamorosamente la marcatura su un avversario e lo lascia a tu per tu con Alfonso.
SCANTAMBURLO 5,5
Prova a spingere sulla corsia di sinistra, ma non in fase difensiva concede troppo. Per fortuna che Brevi tappa le falle.
ANTENUCCI 6
Il migliore per più di un tempo. Si danna l’anima e va vicino al gol in più di un’occasione. Se mettesse a posto la mira sarebbe devastante. Inspiegabilmente sostituito.
65' PEPE s.v.
La nebbia e l’ingresso in una fase negativa del match non gli permettono di mettere in luce le sue qualità.
POGGI 6
Qualche buona giocata e alcuni tentativi dalla distanza. Quando c’è da recuperare lo svantaggio è stremato e non ne ha più.
VERONESE 5,5
Cerca di tenere alto il baricentro e, in alcune occasioni, di sfondare da solo. Poca, pochissima fortuna, ma anche tanta, tantissima, testardaggine.


D'ADDERIO 4,5
Passi l’ingresso di Mei per rimettere Collauto a centrocampo, passi meno la sostituzione di Antenucci e non, per esempio, di Poggi. Ha più di qualche responsabilità in questa sconfitta.


Riccardo Ravegnani  

Tutti i contenuti di queste pagine appartengono a veneziamestre.org. L'eventuale riproduzione totale o parziale senza consenso esplicito costituisce violazione del Copyright.  

Pesoli: "Stiamo perdendo morale"

Candrina: "Tre punti importanti per la nostra classifica, ritorniamo a respirare"

Venezia, 24 febbraio 2008. Nostro servizio  

Doveva essere la partita del rilancio ed invece quella giocata contro la ProPatria e' stata la seconda sconfitta consecutiva, la prima del 2008 al Pierluigi Penzo. Per gli uomini di D'Adderio una prova double face con un primo tempo giocato bene, con buone occasioni per gli arancioneroverdi ed una ripresa dove i lagunari non hanno impensierito una volta l'estremo avversario Anania, complice l'espulsione di Pesoli che al 43' del primo tempo, per fallo da ultimo uomo ha lasciato i compagni in inferiorita' numerica. Purtroppo l'espulsione e' frutto di un abbaglio del signor Manna di Isernia, in quanto il difensore romano non ha nemmeno toccato l'avversario, Imburgia, e in secondo luogo non si trattava nemmeno di ultimo uomo in quanto c'era Drascek pronto a coprire e vogliamo aggiungere che il bustocco si stava defilando verso la fascia sinistra. L'arbitro, come confessa Pesoli, presa la sua decisione non ha voluto sentire spiegazioni e con fare arrogante lo ha invitato ad incamminarsi verso gli spogliatoi. Se non ha voluto ascolatare Pesoli perche' non ha nemmeno consultato il guardalinee? Dubitiamo che con la nebbia abbia visto chiaramente l'azione da gol, quindi si tratta di mancanza di fiducia verso i propri collaboratori? Ipotesi che puo' esser anche supportata dall'episodio della mancata concessione del fallo laterale quando Manna ha sconfessato la guardalinee Zonza.

Il primo ad arrivare in sala stampa e' il protagonista dell'espulsione Emanuele Pesoli :

"Mi dispiace per la sconfitta di oggi, un risultato molto negativo per noi. Riguardo la mia espulsione forse l'arbitro e' stato ingannato dalla nebbia, io l'uomo non l'ho nemmeno sfiorato, lui si e' buttato a terra, ha simulato. Ho perfino giurato di non averlo preso, ma lui non so cosa abbia visto. Ha sbagliato due volte: la prima perche' non l'ho proprio toccato, la seconda invece perche' c'era Drascek dietro di me, quindi non ero ultimo uomo. La mia espulsione purtroppo ha condizionato la gara, avevamo iniziato bene, c'eravamo procurati delle buone occasioni da gol. La sconfitta di oggi dispiace per la gente, i tifosi, la societa', noi stiamo facendo male, possiamo fare qualcosa di piu', stiamo facendo ben poco per rimanere agganciati al treno playoff. Tornando al discorso dell'espulsione questi sono arbitri da serie C1, con quelli in serie A puoi confrontarti, invece quelli di queste categorie sono presuntuosi, non si puo' parlare, anche quando gli giuri di non aver commesso il fallo. Imburgia era soddisfatto di quello che ha fatto, per lui e' stato come un gol, ad un suo compagno ha fatto l'occhietto soddisfatto, come per dire hai visto cosa ti ho combinato. Perdendo in casa oltre ai 3 punti abbiamo perso morale, ora dobbiamo rialzare la testa e sperare in un risultato positivo contro la Cavese. Io ci credo ancora, questa e' stata definita una squadra vecchiotta, quindi dotata di una buona dose d'esperienza, i vecchi devono aiutare i piu' giovani, evitare che il morale cali sempre piu'. Da ora in poi anche noi difensori dobbiamo essere piu' cattivi in fase d'attacco, aiutare gli attaccanti e tutta la squadra con i nostri gol. Mancano 9 partite i giochi sono ancora aperti, dobbiamo crederci. ".

Per la ProPatria scambiamo due battute con l'esperto difensore Marco Candrina contento per il risultato odierno ottenuto in laguna:

"Finalmente siamo tornati alla vittoria, era da un paio di mesi che non tornavamo a casa con il bottino pieno. E' una vittoria che ci porta morale e tranquillita' in ottica salvezza. Le precedenti gare giocavamo con meno tranquillita', ma anche se diverse da questa, offrivamo buone prestazioni. Rispetto domenica scorsa non c'e' paragone, la squadra ha giocato come sa, ma purtroppo ha perso. Contro il Lecco, pur giocando la nostra partita abbiamo subito due episodi sfavorevoli che ci hanno condannato. Anche oggi siamo scesi in campo con lo schema 4-3-3, e' tutto l'anno che utilizziamo questo modulo, dobbiamo continaure perche' puo' dare i suoi frutti. La prestazione di oggi la definirei buona, abbiamo giocato contro un attacco molto tosto. Ora arriva la sosta, pensiamo gia' al prossimo avversario, il Cittadella, perche' sara' una partita durissima".


Giacomo Sommariva

Tutti i contenuti di queste pagine appartengono a veneziamestre.org. L'eventuale riproduzione totale o parziale senza consenso esplicito costituisce violazione del Copyright. 

D'Adderio: "L'espulsione si commenta da sola"

De Giorgi: "Sapevamo di dover soffrire, ma nella ripresa Venezia assente in attacco"

Venezia, 24 febbraio 2008. Nostro servizio  

Faccia tirata, modi spicci, risposta sempre pronta. Mister D'Adderio si presenta in sala stampa per commentare la seconda sconfitta consecutiva, la terza fra le mura amiche, la nona complessiva. Ed inevitabilmente i toni non sono affatto distesi.
"Non credo si debba giustificare questa sconfitta. Nel primo tempo abbiamo fatto bene, creando un'enorme quantità di occasioni gol, con una buona gestione della palla. Poi è arrivata l'espulsione di Pesoli. Da lì in poi si è fatto più difficile, ma accettiamo il rosso sul campo, anche se ci sarebbe da ridire. La palla stava andando verso l'esterno, Pesoli è intervenuto ma non era ultimo uomo perché al centro Drascek stava recuperando la posizione. L'episodio ha meravigliato un po' tutti quanti, al massimo ci stava un'ammonizione ma il rosso non ha senso".
Qualcosa da recriminare, anche se il tecnico molisano non si sbilancia, sulle tante occasioni fallite dagli attaccanti arancioneroverdi.
"Il rammarico sta diventando una consuetudine. Con un nostro gol all'inizio la partita sarebbe cambiata radicalmente, ma dall'altra parte c'è stato un ottimo Anania. Ha parato tutto, quindi diamogli merito anche se pure noi dobbiamo prenderci la nostra parte di demerito. Dopo l'espulsione non ho voluto stravolgere il modulo, quindi ho mantenuto i tre difensori e le tre punte. Ma tenete conto che Oscar Brevi non era al massimo della condizione e anche Ezio è venuto in panchina perché non avevo centrocampisti, ha fatto uno sforzo visto che anche lui era stato poco bene. Nonostante tutto, il modulo a tre dietro e un centrocampista più basso ha dato degli equilibri, poi abbiamo preso un gol su palla inattiva e i moduli contano poco".
Nessun commento invece sul prossimo impegno a Cava dei Tirreni il prossimo 9 marzo dopo la sosta. Un impegno che potrebbe risultare decisivo. "Pensiamo a quello che è successo oggi. Questa sconfitta ci toglie tante forze ed energie, inutile pensare alla Cavese".

Ovviamente entusiasta Antonello De Giorgi, mister in seconda della Pro Patria che in panchina ha sostituito lo squalificato Marco Rossi. Per i bustocchi una bella vittoria dopo quattro ko consecutivi e soprattutto dopo otto turni senza successi, con l'ultimo bottino pieno che risaliva allo scorso 2 dicembre a Terni.
"Il segreto della vittoria sta nell'aver occupato bene gli spazi. Pensare di venire a Venezia e non soffrire era da stolti, noi siamo stati bravi a non farci schiacciare. L'espulsione di Pesoli ci ha agevolato, ma fin dall'inizio sapevamo bene cosa volevamo. Non entro nel merito dell'espulsione, ma sottolineo che abbiamo segnato su palla inattiva, quindi non c'entrano moduli e giocatori in campo. Sapevamo che il Venezia soffriva le palle da fermo e in settimana abbiamo provato numerose soluzioni, perché avevamo visto che i lagunari andavano spesso in crisi sui palloni calciati sul primo palo.
Dopo quattro ko, l'ultimo pesantissimo col Lecco, avevamo preparato al meglio questa trasferta. Occupare gli spazi e ripartire era la parola d'ordine. E comunque nel secondo tempo il Venezia non ci ha mai messo in difficoltà, mentre noi abbiamo creato diverse occasioni
"


Giacomo Garbisa

Tutti i contenuti di queste pagine appartengono a veneziamestre.org. L'eventuale riproduzione totale o parziale senza consenso esplicito costituisce violazione del Copyright. 

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo