235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    maggio        luglio


20 giugno 2008

Venezia, Collauto: «Mancano gli stipendi di marzo e aprile»

Il capitano lancia l'allarme: ci sono da regolare le posizioni economiche per ottenere le liberatorie necessarie per iscriversi al campionato. Intanto i lagunari sono ...continua a leggere >>

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. venezia ve-sportal.zidev.com

permalink | inviato da ipse dixit il 20/6/2008 alle 15:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


18 giugno 2008

Venezia, fiato sospeso per la Coppa Italia

Mentre il ChioggiaSottomarina è sicuro di partecipare alla competizione di serie A, restano dubbi per i lagunari. Intanto radiomercato parla di un interessamento arancioneroverde per l'ala Volpe dell'Olbia. ...continua a leggere >>

facebook

16 giugno 2008

Poletti: «Sarà un Venezia da corsa senza veterani»

Il presidente Arrigo Poletti inquadra la prossima stagione e il futuro della socità: «Stiamo trattando con un potenziale socio milanese. È tempo che la città dia una mano a chi ha dimostrato di volerle bene ...continua a leggere >>

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. venezia ve-sportal.zidev.com

permalink | inviato da ipse dixit il 16/6/2008 alle 16:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


14 giugno 2008

Il Venezia "rispolvera" il dg: è Michele Pirro

Il dirigente arancioneroverde è editore del settimanale "Calcio di C e D" e per anni ha svolto il ruolo di ds in vari club. Da tempo già al lavoro per il sodalizio dei fratelli Poletti ora esce allo scoperto: «Non farò il mercato, c’è il ds Seno». ...continua a leggere >>

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. venezia ve-sportal.zidev.com

permalink | inviato da ipse dixit il 14/6/2008 alle 10:2 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


11 giugno 2008

Primo cambio al Venezia che aspetta il girone

10.06.08; inserito da: vesportal

Nuovo CDA, fuori Seno e Marinese Escono di scena Vincenzo Marinese e Andrea Seno (che dovrebbe rimanere in carica come direttore sportivo) oltre all'avvocato Girardi. Subentrano l'attuale dg Michele Pirro, il trentino Claudio Morat e la direttrice di Ca Doge, Nadia Widmann. Confermata la nuova carica di amministratore delegato al vicepresidente Ugo Poletti.

Oggi Ugo Poletti subentrerà a Vincenzo Marinese nella carica di amministratore delegato, da definire il ruolo di Pirro. Con la chiusura della C2 è definita la griglia delle partecipanti al prossimo campionato: 15 del nord, 21 del centro-sud.

(fonte: Il Gazzettino)

Il rimpasto societario per iniziare a costruire un futuro all'altezza, quantomeno, del recente passato post fallimento.

E' atteso per questo pomeriggio un passaggio chiave nella costruzione del Venezia che verrà: a una quarantina di giorni dalla fine del deludente campionato di C1 2007/08 la prima mossa sarà, salvo clamorose retromarce, l'uscita di scena dell'amministratore delegato Vincenzo Marinese e la sua sostituzione con il vicepresidente Ugo Poletti. A cambiare dopo tre annate sarà dunque il braccio operativo della società presieduta da Arrigo Poletti: un addio, quello di Vincenzo Marinese, nell'aria da mesi, da quando in via Mestrina è entrato quel Michele Pirro sul cui ruolo non è mai stata fatta chiarezza.

Pirro, infatti, nel calcio ha esperienza diretta e al momento a Venezia sta lavorando come supervisore amministrativo, ma ora anche i suoi compiti potrebbero allargarsi. Ufficialmente a impedire a Marinese di continuare il suo lavoro saranno probabilmente i crescenti impegni lavorativi extra-calcistici, ma è evidente che alla base vi siano delle vedute per le meno diverse sulla strategia da adottare.

Botti estivi permettendo due giorni fa si è completato, con le finali di ritorno dei playoff, il quadro delle 36 squadre che daranno vita alla C1 2008/09. Il primo termine da tenere d'occhio non è però quello del 17 agosto, data d'inizio della Coppa Italia di C, né del 9 agosto, data d'inizio della Coppa Italia-Tim Cup cui prenderanno parte (oltre alle compagini di A e B) anche 18 squadre di terza serie. Come ogni estate il primo appuntamento che conta in vista della nuova stagione è fissato per il 27 giugno: entro quella data le società dovranno presentare regolare domanda di iscrizione al campionato con tanto di liberatorie da parte dei tesserati più la fidejussione da 207 mila euro.

Un appuntamento che molti sodalizi guardano con una certa apprensione date le penalità (vero Venezia?) incassate o le cancellazioni effettuate nelle ultime annate. Ad ogni modo, si diceva il quadro al momento è completo, al contrario non è ancora stato reso noto dalla Lega Calcio di C il criterio con il quale presumibilmente a inizio luglio saranno stilati i due gironi di C1.

Divisione verticale, obliqua o nord-sud? Sulla carta la più logica parrebbe quest'ultima opzione poiché le portacolori del nord sono salite da 12 a 15: le new entry sono le romagnole Cesena e Ravenna retrocesse dalla B come i liguri dello Spezia, mentre a rappresentare il Piemonte rimane il solo Novara e in Emilia la Reggiana subentra al Sassuolo vincitore del girone A 2007/08. Inalterata la presenza numerica di Lombardia e Veneto pur variazioni minime: tra quest'ultime il PortoSummaga rimpiazza il Cittadella neopromosso in B, tra le lombarde Pergocrema fa altrettanto con la retrocessa Pro Patria. Guardando alle altre regioni cresce di due unità la già cospicua rappresentanza campana: per una Salernitana tornata tra i cadetti scende l'Avellino e salgono dalla C2 Benevento e i casertani del Marcianise. Scendono invece di Toscana (da 5 a 4, giù la Sangiovannese) e Puglia (da 5 a 3 squadre, in C2 Martina e Manfredonia).

Ora dunque la palla passa alla Lega di C che lo scorso anno si era sbizzarrita con una compilazione dei due gironi cervellotica, separando le umbre ma soprattutto pugliesi e campane per via dell'elevato numero di derby a potenzialmente a rischio per l'ordine pubblico. Una problematica che condizionerà con ogni probabilità anche le decisioni in vista del 2008/09: in sostanza per il Venezia il rischio di dover affrontare varie trasferte nel meridione è più che reale, in primis perché le formazioni del nord sono 15 contro le 21 del centro-sud. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00003017.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. venezia ve-sportal.zidev.com

permalink | inviato da ipse dixit il 11/6/2008 alle 8:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 giugno 2008

Michele Serena sarà l'allenatore del Venezia

05.06.08; inserito da: vesportal

Al termine della squalifica per la vicenda dell'iscrizione al campionato, il presidente arancioneroverde torna a parlare: «Se Marinese lascia, mio fratello sarà il nuovo ad. Arriveranno tre-quattro giocatori di valore».

(fonte: Il Gazzettino)

«Michele Serena ha appena firmato il contratto e nella prossima C1 sarà l'allenatore del Venezia. Vincenzo Marinese potrebbe rimanere con altri incarichi e nel ruolo di amministratore delegato gli subentrerebbe il vicepresidente Ugo Poletti».

Proprio oggi termina il suo silente purgatorio ovvero i sei mesi di inibizione che, il 5 dicembre scorso, gli erano stati inflitti dalla Corte di Giustizia Federale come pena accessoria al -1 in classifica comminato al Venezia per la violazione delle norme di iscrizione al campionato. La mancata consegna della fidejussione per l'iscrizione alla serie C1 2007/08 entro i termini previsti è costata cara sia al team arancioneroverde sia al presidente Arrigo Poletti, costretto suo malgrado a un mutismo comunque mai rassegnato. Infatti alla sua prima intervista dopo il castigo il massimo dirigente lagunare rompe subito l'impasse dell'ultimo mese annunciando ufficialmente...
«Abbiamo raggiunto e sottoscritto l'accordo, per il momento di durata annuale, con cui diamo seguito a quanto affermato sin dal mese di marzo. Nel 2008/09 a guidare il Venezia sarà Michele Serena. Come mai questa scelta? Perché lo stimiamo e lo consideriamo l'uomo giusto per far gruppo all'interno dello spogliatoio, compattezza che quest'anno è purtroppo mancata; inoltre è cresciuto qui e ha questi colori sulla pelle come gli irrinunciabili Poggi e Collauto. Il nostro mister ci aiuterà a ricreare nell'ambiente quell'entusiasmo che è andato perduto».

Questa però non l'unica notizia resa nota dal presidente.
«Ci siamo incontrati anche con Vincenzo Marinese e ci ha messo al corrente di come i suoi impegni lavorativi gli lasceranno meno tempo per seguire il Venezia. Vedremo entro breve cosa decideremo, ad ogni modo mio fratello Ugo è pronto a subentrare nel ruolo di amministratore delegato. Ma Marinese speriamo rimanga almeno come consigliere».

Visto il precedente non si può non chiedere ad Arrigo Poletti a che punto sia la marcia di avvicinamento all'iscrizione alla prossima C1.
«In questi giorni stiamo provvedendo a saldare gli stipendi dei calciatori cosicché avremo per tempo le liberatorie e tutto l'occorrente per rispettare i termini. Tuttavia non posso non rammaricarmi che il Venezia, per quanto ininfluente sia ormai la questione, non sappia ancora l'esito del ricorso presentato al Coni contro l'assurda penalizzazione. E' tanto evidente quanto grave che i tempi della giustizia sportiva non riescano a stare al passo con le esigenze basilari delle società. Maggiore attenzione e rispetto sarebbe il minimo che chi di dovere dovrebbe garantire al movimento nell'interesse di tutti».

Scendiamo ora nel dettaglio tecnico dell'organico arancioneroverde...
«A giorni incontreremo tutti i giocatori con il contratto e quelli in scadenza che resteranno come Poggi e Mateos. Gennari? Dipende dall'allenatore ma penso proprio che resterà con noi per come sposa la causa veneziana. Pesoli? Il suo prolungamento sarà la prima buona notizia che voglio dare, Emanuele non potrà che essere il faro di una difesa che dovrà sostituire Oscar Brevi (in scadenza e non rinnovato, ndr)».

Al tempo stesso il centrocampo perderà Ezio Brevi.
«Il primo giocatore che cercheremo di recuperare è Romondini, di ritorno dallo Spezia. Lo stesso vale per l'ala Rebecca dalla Sangiovannese. Acquisti? Arriveranno tre-quattro pedine di valore, un po' in tutti i ruoli».

Altro nodo riguarda l'attacco con il futuro incerto di Veronese.
«Ci parleremo a quattr'occhi, forse il ragazzo non ha tutte le necessarie motivazioni, comunque vedremo. In generale cerchiamo gente portata a far gruppo e a non andare per conto suo, guarderemo agli stimoli prima ancora che alle qualità tecniche. I giovani? Parleremo anche con tutti loro, la nostra analisi non farà distinzioni anagrafiche».

Altre novità in vista?
«La trattativa con il potenziale nuovo socio, un imprenditore del milanese sta avanzando e sta prendendo una buona piega. Siamo ottimisti, forse il Venezia tra un po' sarà meno solo». Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00003010.html

facebook

10 maggio 2008

Al Venezia non resta che... tenersi in forma Il Venezia fa piazza pulita, rimangono in pochi

Al Venezia non resta che... tenersi in forma
09.05.08; inserito da: vesportal

Concluso con largo anticipo sulle attese il proprio campionato gli arancioneroverdi si alleneranno sino a fine mese. Ripresa l'attività dopo la sconfitta conclusiva di Legnano: scelta Levico come sede del ritiro, ma non è ancora ufficiale.

(fonte: Il Gazzettino)

Sfumati tutti gli obiettivi stagionali al Venezia non resta che allenarsi per tenersi in forma.

Ben poca cosa per chi la scorsa estate sperava, a stagione regolare di C1 appena conclusa, di poter festeggiare la promozione in serie B o di essere quanto meno al lavoro in vista della semifinale playoff. Niente di tutto questo, ma tant'è, con la sconfitta di domenica scorsa a Legnano gli impegni ufficiali sono terminati e agli arancioneroverdi ieri pomeriggio non è rimasto altro da fare che ritrovarsi mestamente al Taliercio per una ventina di giorni di allenamento.
«In ritiro (la sede di Levico è stata visionata ma non è ancora ufficiale l'accordo, ndr) saliremo verso la metà di luglio - ha spiegato il tecnico Michele Serena - e quindi due mesi e mezzo di potenziale vacanza costituiscono un lusso che nessuno sportivo professionista può concedersi. A una tale anomalia poniamo rimedio lavorando sino a fine mese, magari disputando anche qualche partitella amichevole, ma questo lo vedremo cammin facendo».

Nelle otto giornate vissute in prima linea in panchina mister Serena ha potuto, nel bene e soprattutto nel male, valutare da vicino i pregi e i difetti dei giocatori dell'attuale organico. Ci saranno osservati speciali in queste settimane?
«Noi svolgiamo il nostro lavoro con la massima professionalità, i ragazzi cercheranno di allenarsi al meglio per mantenere la condizione e non lasciarsi andare, e in particolare proveremo a recuperare gli infortunati».

Ha già cominciato Serena a parlare con la dirigenza del Venezia che verrà?
«Se è per questo ne parliamo ogni giorno, questo è il nostro lavoro - garantisce il trentottenne mestrino - e siamo consapevoli di come in estate ci sarà molto da fare. Ora però i campionati sono ancora in corso, sicuramente visioneremo playoff, playout e anche le finali del campionato Primavera».

Ieri alla ripresa Scantamburlo ha corso a parte con Pradolin e Taurino, tutti alle prese con acciacchi muscolari da smaltire; più serio il malanno di Mateos che è ai box per uno stiramento, mentre il portiere Aprea sta migliorando e per lui si avvicina il momento di tornare tra i pali a parare.

Tempo di Finali Nazionali per due compagini del vivaio lagunare che, da domenica 11 maggio, saranno impegnate nei sedicesimi finale in una doppia sfida veneziano-pugliese. Gli Allievi nazionali del Venezia, ovvero i classe '91 allenati oggi dai tecnici Sandro Perini-Massimo Tamellini, ma fino al marzo scorso da Michele Serena, affronteranno i coetanei del Lecce a Calimera (ore 10.30); gli Allievi si sono qualificati per la seconda fase in virtù del loro primo posto in campionato davanti a Treviso e Montebelluna che sfideranno, rispettivamente, Inter e Milan. Anche i Giovanissimi nazionali '93 del Venezia allenati da Daniele Fortunato (terzi classificati nel loro girone alle spalle di Padova, Treviso e davanti al Vicenza) debutteranno dopodomani nei sedicesimi di finale: alle ore 10.30 al campo sportivo del Taliercio faccia a faccia con il Bari. In entrambi i casi il match di ritorno si giocherà il 18 maggio: gli ottavi sono in programma il 25 maggio-1. giugno, le Finali Nazionali invece a Fermo (Ascoli Piceno) dal 14 al 19 giugno. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00002976.html


Il Venezia fa piazza pulita, rimangono in pochi
08.05.08; inserito da: vesportal

La società arancioneroverde sta già gettando le basi per la prossima stagione: solo 5 o 6 elementi resteranno in laguna. Via Alfonso, i fratelli Brevi, Pradolin, Pederzoli e probabilmente anche Veronese, Pepe e Pedrelli. Tanti altri in bilico.

(fonte: Il Gazzettino)

Quali le basi di partenza del Venezia che nel 2008/09 dovrà vendicare il magro 11° posto di quest'anno?

Stando a quanto la dirigenza va affermando da settimane quel che è certo, per prima cosa, è che i superstiti si conteranno sulle dita di una mano o poco più. Una scelta inevitabile dato il crollo verticale del team lagunare, e senza la minima inversione di tendenza, nella seconda parte della stagione.

Innanzitutto alcuni dati: nella stagione 2007/08, 32 giocatori hanno indossato la maglia arancioneroverde in una gara ufficiale compresi gli ex, sia Moro (passato al Messina dopo la prima gara di campionato, quando si congedò segnando alla Cremonese) sia Pederzoli (ceduto al Crotone dopo un'unica apparizione in Coppa Italia, segnando su rigore al PortoSummaga), ed esclusi il terzo portiere Striatto e il difensore della Berretti Modolo, entrambi legati alla prima squadra ma senza aver avuto la soddisfazione del debutto da professionisti. Paolo Poggi, invece, ha collezionato il maggior numero di presenze con 31 gettoni che aggiungendo la Coppa Italia diventano 35, vale a dire tanti quanti i calciatori che oggi rientrano nell'orbita-Venezia.

CHI RESTA. Il primo baluardo in vista del prossimo anno sarà il portiere Aprea una volta recuperato dall'infortunio al ginocchio che lo ha tolto di mezzo a dicembre: per il tecnico Michele Serena si tratterà comunque di una bella sicurezza. Oltre ad Aprea l'altro caposaldo della retroguardia sarebbe Pesoli, ma qui il condizionale è d'obbligo in quanto lo stesso diretto interessato ha ammesso che le possibilità che rimanga in laguna sono pari al 50%. Molto dipenderà dalle eventuali offerte (che già ci sarebbero) provenienti dalla serie B, innanzi alle quali il Venezia faticherà un bel po' per fargli prolungare il contratto (comunque fino al 2009). I terzini titolari potrebbero essere Grighini a destra e Scantamburlo a sinistra mentre in mediana non si rinuncerà ai muscoli di Mattielig. Per il resto a garantire esperienza ed equilibrio nello spogliatoi rimarranno Poggi, Collauto e presumibilmente anche il vice-Aprea Massimo Lotti.

CHI VA. Da Alfonso (che tornerà all'Inter) ai fratelli Brevi sui quali è improbabile che la società punti ancora. Anche su Veronese, nonostante i suoi 10 gol e un contratto fino al 2009, la dirigenza ha varie riserve. Pradolin andrà al Messina, Pepe tornerà alla Cremonese che potrebbe riscattarlo dal Pescara e lasciarlo in laguna, dove però finora il giovane napoletano ha fatto vedere poco avuto nello spazio limitato trascorso in campo. Pederzoli sta per disputare i playoff di C1 con il Crotone e, dopo una stagione di alto livello, ci si stupirebbe se i calabresi non lo riscattassero: il Venezia sta a guardare. Volendo puntare su Grighini non ci sarebbe più posto per Pedrelli, le cui condizioni fisiche dopo tanti sfortunati acciacchi sono tutte da decifrare.

IN BILICO. Oltre a Pesoli anche Antenucci: se il Catania retrocedesse dalla A alla B le speranze di farne la prima punta titolare si ridurrebbero al lumicino. A proposito di attaccanti Manolo Gennari è in scadenza ma potrebbe rinnovare per un anno, al contrario pur con un contratto prolungato di recente non è sicura la permanenza di Mei. Tanti i punti di domanda per i difensori Teoldi e Teso nonché per il regista Drascek.

CHI TORNA. In primis Zerbini e Romondini, con quest'ultima sacrificato a gennaio per i problemi con mister D'Adderio. Momentè da Teramo potrebbe restare, lo stesso dicasi per Rebecca mentre di Corradi bisognerà valutare le condizioni. Il ventenne Cacurio ha conquistato la C2 con la Giacomense, Mandorlini invece è retrocesso col Manfredonia nel quale ha giocato anche la mezzapunta Filippini, ma con lui il Venezia non ha più legami.

Dopo tre giorni di riposo il Venezia reduce dall'1-3 di Legnano si ritroverà questo pomeriggio al Taliercio agli ordini di Michele Serena per un ultimo periodo di allenamenti. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00002975.html


Venezia, c'è da riconquistare il pubblico
07.05.08; inserito da: vesportal

Nell'ultima stagione si sono persi circa duemila spettatori di media a partita nonostante la coraggiosa politica dei prezzi. A pesare sull'allontanamento dal Penzo anche la fine del "fascino della curva" con la frattura in due tifoserie distinte.

(fonte: Il Gazzettino)

Il Venezia e il suo pubblico, un feeling tutto da ricostruire.

E' un'eredità davvero pesante quella che la stagione 2007/08, sia sul piano tecnico sia su quello ambientale, consegna alla società arancioneroverde. Se la squadra salvo pochissimi intoccabili è in pratica da rifare, è altrettanto lampante come nel campionato concluso tre giorni fa con l'1-3 di Legnano si sia assistito a una progressiva disaffezione da parte di tanti sostenitori, che il Penzo avevano ripreso a frequentarlo non più tardi dell'anno scorso.

Nel 2006/07 a Sant'Elena si recarono mediamente 5.282 appassionati: un dato che è decollato nelle ultime due uscite stagionali contro il Pisa, nella 34a giornata e nella semifinale di andata dei playoff, quando gli spettatori nell'arco dei 180' furono oltre 15 mila circa la metà dei quali provenienti dalla Toscana. Resta il fatto che dodici mesi fa il Venezia sostanzialmente raddoppiò la media dei 2.681 fedelissimi (nonché degli abbonati) che seguirono da vicino la vittoria della C2 da parte dei lagunari allenati da Nello Di Costanzo. Nonostante le premesse e le ambizioni della scorsa estate i tifosi arancioneroverdi, come si è detto, si sono progressivamente allontanati dal Venezia: un dato che non si potrà far altro che tenere in considerazione cercando di andare a fondo della motivazioni di questa scelta da parte della gente.

Gli abbonati alla C1 2007/08 sono stati 3.206 contro i 3.725 dell'anno prima, cifre mai così elevate se non nei campionati di serie A e nella B vinta all'inizio del nuovo secolo con Cesare Prandelli al timone. La politica dei prezzi abbattuti (55 euro per tutto l'anno in curva) ha prodotto due risposte quasi analoghe, indubbiamente positive a prescindere per la realtà veneziana. Il problema è che al leggero calo degli abbonamenti (in parte spiegabile anche con i problemi estivi incontrati agli sportelli all'atto della sottoscrizione) è corrisposto un graduale arrivederci al Penzo. Rispetto al 2006/07 il Venezia ha perso 31.756 spettatori vale a dire 1.868 a partita: peraltro il disinteresse è senz'altro anche più pesante di quanto non dicano i dati ufficiali della Lega Calcio di serie C, considerato che nel girone di ritorno a marcare visita con maggiore o minore regolarità sono stati anche tanti abbonati. Un distacco dunque molto cospicuo e che i risultati scadenti conseguiti sul campo non spiegano del tutto, al pari della forte concorrenza di altre discipline che in laguna sono, al contrario, in forte crescita come il basket maschile e femminile e lo stesso rugby.

A tutto ciò si è accompagnato un netto calo del tifo al Penzo dal punto di vista qualitativo: la divisione della tifoseria più calda tra curva e distinti non sta certo giovando, tanto che, senza andare troppo a ritroso, nell'ultima gara casalinga contro il Foligno era bastato un buon nugolo di tifosi umbri per dare a tutti l'impressione di giocare in trasferta. Un rapporto tutto da ricostruire dunque, magari iniziando presso le leve più giovani un'opera di fidelizzazione che a medio termine susciti il desiderio negli appassionati locali di essere più partecipi, dal vivo, delle sorti della prima realtà calcistica della provincia.

Norme più severe per l'iscrizione delle società professionistiche ai campionati 2008/09. Il dictat è stato lanciato dal Consiglio della Figc che ha anche modificato il Lodo Petrucci limitandolo alle sole società di serie A e B (non più quindi alla C1). Per quanto riguarda l'iscrizione capitolo che in questa stagione è costata al Venezia un punto di penalizzazione alla verifica della regolarità dei pagamenti Ires e Irap è stata aggiunta quella relativa all'Iva; per le società di serie C è stato confermato il sistema delle fidejussioni a garanzia dell'iscrizione al campionato di competenza, con la previsione di penalizzazioni in classifica in caso di inosservanza dei termini.

Sono state definite le date per i trasferimenti relativi alla prossima stagione sportiva per i campionati professionistici: opzioni dal 23 al 25 giugno, contropzioni dal 26 al 28 giugno; variazioni di tesseramento: dal 1° luglio 2008 al 31 marzo 2009 (ore 19) per i calciatori professionisti con rapporto scaduto o risolto, dal 1° luglio al 1° settembre 2008 (ore 19) e dal 7 gennaio al 2 febbraio 2009 (ore 19) per i calciatori con precedente rapporto. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00002974.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ve-sportal.zidev.com venezia

permalink | inviato da ipse dixit il 10/5/2008 alle 7:30 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


3 aprile 2008

Venezia, linea verde e taglio ai rami secchi

Venezia, linea verde e taglio ai rami secchi
03.04.08; inserito da: vesportal

Dopo la delusione per l'andamento dell’attuale stagione, la società ha già iniziato a programmare il prossimo futuro. Si punterà su Antenucci, Mei, Teoldi, Teso, Pedrelli, Rebecca e Fornaio. Via i Brevi, resta Collauto, Poggi dovrebbe smettere. Intanto altra tegola per Grighini: microfrattura al piede.

(fonte: Il Gazzettino)

Ufficialmente del Venezia che verrà se ne parlerà nel dettaglio al termine dell'attuale campionato.

Ad ogni modo, dato che già all'indomani della sconfitta col Manfredonia la dirigenza lagunare ha fissato il comandamento numero uno per la stagione 2008/09 vale a dire largo ai giovani è possibile compiere un excursus cercando di individuare i protagonisti principali dell'annunciata linea verde. Diamo dunque uno sguardo reparto per reparto ai giocatori più giovani dell'orbita arancioneroverde che, nella stagione ventura (o magari già da domenica prossima a Pagani), è plausibile saranno utilizzati dal tecnico Michele Serena con molta più continuità rispetto a quando non sia stato fatto fino a oggi.

PORTIERI
Alfonso (classe '88) tornerà all'Inter, intanto la società dovrà scegliere il futuro del terzo Striatto ('87) e del suo predecessore dell'anno scorso Tusini ('88, oggi a caccia della C2 con l'Itala San Marco).

DIFENSORI
In rampa di lancio ci sono i due classe '85 Teoldi e Teso, con quest'ultimo che è però in comproprietà col Modena. Entrambi gli sfortunati terzini destri ventunenni, Pedrelli e l'argentino Grighini, sono candidati a restare: da Manfredonia rientrerà Mandorlini ('84). Dalla Berretti potrebbe passare in pianta stabile in prima squadra il diciottenne Modolo.

CENTROCAMPISTI
Il Venezia chiederà all'Udinese di trattenere il centrale Fornaio ('87), Pederzoli ('84) rientrerà dal prestito a Crotone dove sta disputando un ottimo torneo, lo stesso faranno gli esterni Rebecca ('85, in comproprietà con l'Empoli) dalla Sangiovannese dove si sta mettendo in luce e Filippini dal Manfredonia: il giovane bergamasco era arrivato in laguna in prestito con diritto di riscatto della metà dall'Atalanta. Dell'elenco fa parte anche Corradi ('81) prestato all'Ivrea dove, come l'anno scorso a Venezia, ha patito diversi problemi fisici: ad ogni modo l'esterno veronese è in comproprietà col Chievo. C'è poi l'incognita-Conean ('87), tesserato fino a giugno con opzione per il 2009 ma finora mai impiegato.

ATTACCANTI
Lo jesolano Momentè ('87) è ancora del Venezia (contratto fino al 2009) che in questa stagione lo ha parcheggiato a Teramo dove l'ex interista ha siglato sin qui quattro reti. Tre invece le reti di Florean ('81) al Pergocrema. In casa oggi le maggiori attenzioni sono per Antenucci ('84): l'ex Giulianova è in prestito dal Catania con diritto di riscatto della metà. Pepe ('87) è stato prestato dalla Cremonese a un Venezia che potrebbe puntare a trattenerlo per dargli quello spazio che non ha avuto da gennaio a oggi.

I VECCHI
Il primo interrogativo è il seguente: Paolo Poggi (classe '71) continuerà a giocare per un'altra stagione o appenderà le scarpe al chiodo? La sensazione è che la seconda di queste due eventualità sia anche la più probabile, ma il Golden Boy di Sant'Elena non ha ancora deciso. Chi continuerà almeno per un altr'anno è capitan Collauto ('73), idem il portiere Lotti ('69) che contratto alla mano coprirà le spalle ad Aprea ('77). A Ezio Brevi ('70) scadrà il contratto a giugno al pari del fratello Oscar ('67) sul quale pur c'è un'opzione per la nuova annata. In difesa Scantamburlo ('78) e Mei ('81) hanno recentemente rinnovato fino al 2009, Pesoli ('80) dovrebbe prolungare fino al 2010, scadenza già sottoscritta dai mediani Mattielig e Drascek (entrambi del 1981); Mateos ('80) è in prestito dal Bassano. Da tenere a mente che dal prossimo 1° luglio rientreranno a Venezia sia Romondini ('77) che Zerbini ('79) che sono sotto contratto fino al 2009. Per il resto Gennari ('72) è in scadenza mentre Veronese ('76) ha firmato la scorsa estate un biennale.


Ha già dovuto saltare quasi sette mesi per il grave infortunio al legamento crociato del ginocchio destro ma, suo malgrado, le sofferenze di Ruben Grighini paiono non essere ancora terminate. Nell'attuale campionato di C1 il terzino argentino aveva collezionato la sua prima maglia da titolare il 1° settembre scorso (2a giornata) nel successo per 2-0 a Sesto San Giovanni; la seconda chance, invece, è arrivata dopo il lungo calvario non prima di domenica scorsa (29a giornata) nel fatale match col Manfredonia. Fatto sta che proprio ieri il ventunenne di Tortugas ha effettuato una radiografia al piede destro dolorante (da una decina di giorni, per la verità), esame che ha evidenziato una microfrattura al dito mignolo. Grighini dovrebbe restare a riposo per qualche giorno e la sua presenza per la trasferta di Pagani - domenica ore 15 stadio Torre - al momento è quantomeno in dubbio. Per lui tuttavia, come già per Aprea e, probabilmente, pure per Gennari, il rischio che la stagione possa terminare anzitempo è dietro l'angolo. Alla doppia seduta del mercoledì non ha preso parte Veronese, comunque squalificato per i 90' con la Paganese, mentre Collauto ha ripreso ad allenarsi (a parte) dopo l'influenza. Questo pomeriggio partitella con i giocatori sin qui meno utilizzati come osservati speciali. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00002907.html

Venezia, è arrivato il momento del "mea culpa"
02.04.08; inserito da: vesportal

L'amministratore delegato Vincenzo Marinese: «Il nostro errore è stato quello di aver costruito una squadra con pochi giovani. Per la prossima stagione allestiremo una formazione più fresca e in panchina dovrebbe rimanere Serena».

(fonte: Il Gazzettino)

Preso atto, in seguito alla sconfitta casalinga col Manfredonia, di aver fallito i suoi ambiziosi obiettivi stagionali, per il Venezia si apre ora la fase del mea culpa.

Un passaggio inevitabile dopo che per gli arancioneroverdi è divenuto evidente come l'annata ancora in corso si concluderà a mani vuote. La rincorsa alla serie B, o anche solo ai playoff, dovrà infatti essere rimandata. All'anno prossimo? Al momento è più realistico dire a data da destinarsi, come si ricava pure dalle parole dell'amministratore delegato Vincenzo Marinese il quale non si tira indietro dal parlare delle cantonate prese dalla società.
«Quale è stato il nostro errore più grande? Col senno di poi oggi costruiremmo una squadra più giovane, però se si sono operate delle scelte in una certa direzione è perché nell'anno del Centenario avremmo voluto ottenere dei risultati importanti. Ad ogni modo l'importante è prendere atto con onestà di quello che non ha funzionato e provare a non commettere gli stessi sbagli: i quali però, ci tengo a sottolinearlo, non sono figli di una gestione superficiale della SSC Venezia».

Quindi nel 2008/09 invertirete la rotta imboccando la linea verde.
«Punteremo con maggiore convinzione sulla quindicina di giovani che rientrano nella nostra orbita - sono le parole di Marinese - tra coloro che sono già in organico al presente, da Mei a Teso, da Pedrelli a Grighini, facendo poi rientrare i vari Rebecca, Filippini ma anche Florean e Corradi».

Ieri pomeriggio Vincenzo Marinese e il ds Andrea Seno si sono intrattenuti prima dell'allenamento con i giocatori, nei confronti di alcuni dei quali è venuta meno la fiducia dei presidenti.
«Personalmente ai ragazzi non mi sono sentito di rimproverare nulla, anche perché alla fine loro per primi hanno pagato le tante aspettative venutesi a creare dopo la semifinale playoff raggiunta l'anno scorso. Probabilmente anche noi dirigenti non siamo riusciti a trasmettere quella fame e quell'aggressività che sarebbero servite per perdere meno gare. In vista del prossimo campionato ci auguriamo di allestire grazie alla freschezza dei giovani un Venezia che sappia divertire e coinvolgere emotivamente la gente».

Inoltre c'è da augurarsi di non assistere più alla girandola di allenatori in panchina.
«Sento parlare di quattro tecnici succedutisi alla guida della squadra, ma Corradini è durato una giornata, Favaretto ha fatto da traghettatore e anche oggi occupa il suo ruolo di vice. L'allenatore vero e proprio è stato D'Adderio, il cui esonero ci è dispiaciuto davvero molto sebbene dopo la sconfitta, e la prestazione di Cava de' Tirreni, era oramai davvero inevitabile. Oggi c'è Serena, un giovane con qualità enormi e col quale la dirigenza ha un ottimo feeling. Andremo avanti con lui anche l'anno prossimo».

L'amministratore delegato Marinese parla al plurale, ma nella stagione ventura sarà ancora lui a gestire il Venezia?
«A fine campionato tutti i membri della società si confronteranno e si vedrà se ci sarà la voglia reciproca di continuare con lo stesso spirito delle ultime tre stagioni, che hanno registrato la crescita e lo sviluppo di un bel settore giovanile e di una struttura che funziona con professionalità. Comunque saranno sempre e solo scelte lavorative e non personali. Ora però il dovere del Venezia è chiudere bene il campionato, andando, tanto per cominciare, a Pagani per vincere».

Intenso lavoro atletico ieri al Taliercio per gli arancioneroverdi. Mister Michele Serena oggi farà sostenere ai suoi ragazzi una doppia seduta in vista della trasferta in casa della Paganese di domenica 6 aprile (ore 16). Come previsto Veronese è stato squalificato per un turno mentre Mattielig, giunto alla decima ammonizione, ha raggiunto in diffida Pesoli, Taurino, Ezio e Oscar Brevi. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00002905.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ve-sportal.zidev.com venezia

permalink | inviato da ipse dixit il 3/4/2008 alle 16:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


6 marzo 2008

È ancora un'incognita il Venezia anti Cavese

È ancora un'incognita il Venezia anti Cavese
06.03.08; inserito da: vesportal

Infortuni e squalifiche stanno condizionando le scelte di D'Adderio in vista della delicata trasferta di domenica. In tutti i reparti il tecnico dovrà operare cambiamenti: non è sicura la conferma del tridente. Salta l'amichevole con l'Este.

(fonte: Il Gazzettino)

Fioccano le incognite per il Venezia che si avvicina alla trasferta di Cava de' Tirreni.

Entrambi i portieri ko, o quasi, per l'influenza, la squalifica di Pesoli e la conseguente necessità di ridisegnare la difesa; infine un centrocampo e un attacco nei quali le possibilità non mancano, sebbene il reparto offensivo debba fare i conti con l'inopportuno infortunio di Gennari.

Sono piuttosto numerosi i punti interrogativi con i quali il tecnico arancioneroverde Fulvio D'Adderio è chiamato a confrontarsi a tre giorni dalla visita che il Venezia deve rendere domenica ore 14.30 a una Cavese arrabbiata per la beffa di Sassuolo almeno quanto dovrebbe esserlo il team lagunare per lo scivolone casalingo con la Pro Patria. Per aiutare l'allenatore molisano a schiarire il quadro circa l'opportunità di ritoccare più o meno massicciamente un Venezia che deve ritrovarsi in fretta, se vuole credere ancora nei playoff, sarebbe tornata utile l'amichevole con l'Este (serie D) programmata fino a ieri. All'ultimo i padovani si sono però tirati indietro mettendo in difficoltà la società che, proprio contando sulla prova generale con loro, aveva dato il via libera alla Berretti per andare a disputare a sua volta un test fuori porta. In pratica questo pomeriggio D'Adderio dovrà accontentarsi di vedere all'opera i suoi contro gli Allievi.

In vista dei cruciali 90' di Cava i problemi riguardano soprattutto la difesa: il portiere Alfonso è tornato appena a correre dopo l'influenza che l'aveva costretto a letto martedì, sorte che ieri è toccata all'altro numero uno Lotti; dell'indisponibilità di Pesoli per squalifica (dopo l'espulsione con la Pro Patria) si è già detto, quindi D'Adderio potrebbe reinserire come centrale Mei accanto a Oscar Brevi con Taurino e Scantamburlo sugli esterni; altra opzione lo spostamento in mezzo di Scantamburlo con Teoldi sull'out sinistro, senza scordare che al centro tornerebbe nel suo ruolo naturale lo stesso Taurino, nel qual caso come terzino destro potrebbe toccare a Teso. Passando alla linea mediana va registrata una più ampia possibilità di scelta: se D'Adderio puntasse sul centrocampo a tre accanto a Drascek e Mattielig che tra tutti paiono gli intoccabili si giocherebbero una maglia Ezio Brevi (in panchina nell'ultima gara), Collauto e Mateos; quest'ultimo con la sua duttilità sarebbe utilizzabile anche in caso di 4-4-2 su entrambi gli esterni, magari a sinistra nel caso in cui a destra non si volesse prescindere da capitan Collauto. Infine, venendo all'attacco, bisogna pure stavolta distinguere a seconda che D'Adderio riproponga oppure no il tridente: in entrambi i casi al discusso Veronese (un solo gol nelle ultime 11 uscite) sembrerebbe difficile rinunciare tanto più dopo che Gennari è finito ko, per una distorsione alla caviglia con annessa microfrattura al perone che ne mettono in dubbio il rientro nelle rimanenti nove giornate. In caso di 3-4-3 con Veronese ci sarebbe Poggi più uno tra Antenucci e Pepe, con quest'ultimo che spera di convincere il tecnico a consegnargli la sua prima maglia da titolare in laguna. Marco De Lazzari.

http://ve-sportal.zidev.com/pagine/00002848.html

facebook

16 febbraio 2008

Venezia, niente "sconto" per D'Adderio

Venezia, niente "sconto" per D'Adderio
15.02.08; inserito da: vesportal

Confermata anche la seconda giornata di squalifica per il tecnico lagunare che non sarà in panchina da ex a Foggia. Oggi consiglio d'amministrazione con l'ingresso di Pirro e possibili altri sviluppi. Favaretto prova un attacco senza Veronese.

(fonte: Il Gazzettino)

Venezia a Foggia al completo ma sempre senza mister D'Adderio.

E' stato respinto ieri il ricorso che la società arancioneroverde aveva presentato contro la squalifica di due giornate inflitta dal Giudice Sportivo al suo allenatore, espulso per comportamento offensivo verso l'arbitro durante la gara nel match perso a Sassuolo lo scorso 3 febbraio. D'Adderio, che ha già osservato dalla tribuna il derby vincente col Verona, dovrà accomodarsi dunque in tribuna anche dopodomani in quello che lo scorso anno è stato il suo stadio.

Allo Zaccheria (ore 14.30) scenderà però in campo un Venezia con tutti gli effettivi disponibili: ieri pomeriggio alla partitella con la Berretti non hanno preso parte solamente i fratelli Oscar ed Ezio Brevi, che hanno usufruito di un permesso per motivi personali. Entrambi però oggi effettueranno l'ultimo allenamento cittadino prima della partenza, prevista in pullman subito dopo pranzo, alla volta di Giulianova, tappa intermedia del viaggio verso la Puglia. Oscar Brevi sarà senz'altro al centro di una difesa che potrebbe essere riconfermata in blocco, con Pesoli in mezzo e Taurino-Scantamburlo sugli esterni. Lo stesso Ezio Brevi potrebbe tuttavia non essere costretto a giocarsi una maglia con il rientrante (dalla squalifica) Mattielig: accanto a Drascek magari saranno schierati entrambi, per una linea mediana più muscolare e con il sacrificio iniziale di Collauto. Potenziali novità si sono intraviste poi in attacco dove sì ha agito un tridente, ma privo di Veronese e con i più mobili Pepe, Poggi e Antenucci, con i primi due ad alternarsi in posizione centrale. Veronese nel secondo tempo ha giocato in coppia con Gennari. Per la cronaca la prima squadra ha battuto i giovani per 4-0, con rete di Mei nel primo tempo, Pradolin e per due volte Veronese nel secondo, mentre Gennari ha colpito un traversa.

E' in programma questa mattina il consiglio di amministrazione della Ssc Venezia, che ratificherà l'ingresso in società del nuovo direttore generale Michele Pirro. Il suo innesto nei giorni scorsi ha suscitato qualche imbarazzo in particolare nell'amministratore delegato Vincenzo Marinese il quale non ha voluto commentare la novità: di sicuro il cda servirà a fare chiarezza sulle rispettive competenze per scongiurare clamorose uscite di scena.

Il Consiglio federale ha annullato il punto di penalizzazione inflitto alla Ternana, in relazione alla decisione di mettere fuori rosa alcuni giocatori nella passata stagione. Gli umbri salgono così in classifica a quota 21 al quintultimo posto. Marco De Lazzari.

Pirro, nuovo direttore generale del Venezia
  inserito da: vesportal

La società ha deciso di ampliare lo staff dirigenziale in vista dell'ormai prossimo trasferimento nella sede del Tronchetto. L'editore del settimanale "Calcio di C e D" e scopritore di Evra quand'era ds al Marsala, al lavoro per i lagunari.

(fonte: Il Gazzettino)

Concluso il periodo del rafforzamento tecnico il Venezia punta a quello societario, da qui l'ingresso di Michele Pirro nella stanza dei bottoni.

La presenza del nuovo direttore generale figura che mancava dai tempi in cui Sergio Gasparin era il referente dell'allora patron Maurizio Zamparini non era passata inosservata nella giornata di martedì, quando il neo dirigente lagunare assieme ai presidenti Arrigo e Ugo Poletti aveva fatto visita alla squadra assistendo al primo allenamento dopo il successo nel derby col Verona. Il segreto è durato poco e il volto nuovo in questione risponde al nome di Michele Pirro: di lui si sa ancora poco, nessuna presentazione ufficiale è stata al momento fissata in agenda, però già ieri si è messo all'opera tra le scrivanie della sede di via Mestrina.

Inutile provare a scambiarci quattro chiacchiere o chiedere di scattargli una foto, rituali rimandati alla prossima settimana. Michele Pirro si sa essere l'editore del settimanale Calcio di C e D che lo scorso anno aveva premiato i fratelli Poletti come migliori dirigenti della serie C; probabilmente il primo contatto è nato proprio in quell'occasione a Roma. Prima di salire a Venezia ha operato per lo più al centro-sud tra Lanciano e in Sicilia tra Licata e Marsala. Con che ruolo? Direttore sportivo, ovvero la carica ricoperta da Andrea Seno.
«Michele Pirro entra nei nostri quadri dirigenziali come direttore generale e avrà il compito di coordinatore amministrativo - ha sgomberato il campo da equivoci il vicepresidente Ugo Poletti - Tra un mese ci trasferiremo finalmente nella nuova sede al Tronchetto e abbiamo ritenuto di avere bisogno di un professionista in più, di una figura che con la sua esperienza e competenza saprà aiutare il Venezia sul fronte della contabilità e dei rapporti con la Lega Calcio».

In pratica un manager che si occupi 24 ore su 24 del Venezia. Resta da capire, tuttavia, come l'ingresso di Pirro si concilierà con la presenza dell'amministratore delegato Vincenzo Marinese, il quale da parte sua non ha voluto commentare la novità.
«Sino a fine campionato conta solo lavorare per i playoff e basta - ha allargato la prospettiva Marinese - anche se è chiaro che parlerò con i presidenti, come ho sempre fatto del resto».

«Nessuna incompatibilità di cariche - ha ripreso Poletti - Pirro sarà un dirigente in più e non prenderà il posto di nessuno. Le mansioni rimarranno invariate: un direttore generale lavora in azienda, un amministratore delegato ha la delega della proprietà per gestire l'azienda, mentre il direttore sportivo si occupa del calcio mercato e della squadra nel senso tecnico».

In attesa di saperne di più di Michele Pirro è interessante sapere di come sia riconosciuto come lo scopritore di Patrice Evra, l'esterno sinistro franco-senegalese militante nella Premier League inglese con il Manchester United. Nell'estate del 1998 l'allora diciassettenne Evra, era appena stato scartato dal Paris Saint Germain, il ds del Marsala Pirro fiutò l'affare e per 800 franchi al mese lo fece giocare negli isolani allora neopromossi in C1. In seguito Evra ha giocato in B col Monza, in Francia con Nizza e Monaco prima di volare oltre Manica nell'estate 2006 e indossare il numero 3 dei Red Devils. Marco De Lazzari.

I tifosi che volessero seguire il Venezia a Foggia possono acquistare i biglietti a Mestre presso il bar Piccolo di viale San Marco 100, o a Caorle al bar Autostazione di strada Traghete 7. I tagliandi costano 10 euro.

Niente amichevole questo pomeriggio per il Venezia in vista della trasferta di Foggia (domenica ore 14.30, stadio Zaccheria). Nessuna compagine dilettantistica locale si è resa, infatti, disponibile e quindi il tecnico Fulvio D'Adderio dovrà accontentarsi di vedere all'opera i suoi giocatori contro i giovani della Berretti. Oggi peraltro dovrebbe essere reso noto il responso circa l'accoglimento o meno del ricorso che la società ha presentato, alla Commissione Disciplinare, contro la seconda giornata di squalifica inflitta a D'Adderio dal Giudice Sportivo in seguito al suo allontanamento dalla panchina nel match, di dieci giorni fa, a Sassuolo.

Ieri doppia seduta con tutti gli effettivi disponibili eccezion fatta per Grighini, che pur ha già ripreso a calciare, e per l'infortunato Aprea. Dopo la vittoria col Verona gli arancioneroverdi hanno recuperato l'ottimismo, seppur raffreddato dal successo del Foggia lunedì sera a Cittadella. Ad ogni modo D'Adderio stavolta potrà e dovrà scegliere: in difesa se confermare Alfonso tra i pali nonché Taurino a destra e Pesoli centrale con Oscar Brevi, visto che Mei è di nuovo disponibile; in mediana accanto a Drascek si giocano una maglia Ezio Brevi e il rientrante Mattielig, mentre in attacco Antenucci pare insidiato da Pepe.

http://ve-sportal.zidev.com/

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ve-sportal.zidev.com venezia d'adderio

permalink | inviato da ipse dixit il 16/2/2008 alle 12:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia    maggio        luglio

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo