235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    aprile        giugno


5 maggio 2008

Postiglione: "Uno scandalo il Perugia nei play-off"

Postiglione: "Uno scandalo il Perugia nei play-off"
Scritto da: Andrea Avato, domenica 04 maggio 2008
Visto: 215 volte.

Image
Giuseppe Postiglione
A Giuseppe Postiglione, presidente del Potenza, l'arrabbiatura di una settimana fa non è ancora passata. "E' scandaloso che il Perugia possa giocare i play-off - ha detto al termine dell'incontro perso contro l'Arezzo. Non dimentico quello che è accaduto al Curi, l'aggressione che abbiamo subito io e i miei giocatori. Ho denunciato il fatto, ho parlato con chi di dovere eppure nessuno si è mosso, addirittura nessuno ha visto niente di quanto successo nel tunnel che conduce agli spogliatoi. Tutto ciò è incredibile, il Perugia meritava e merita una squalifica pesante. L'Arezzo? E' la squadra più forte del campionato, molto più della Salernitana. Non riesco a capire come non sia riuscita ad arrivare tra le prime cinque della classifica".
http://www.amarantomagazine.it/arezzocalcio/index.php?option=com_content&task=view&id=814&Itemid=0

facebook

5 maggio 2008

L'Arezzo vince ma è fuori dai play-off

L'Arezzo vince ma è fuori dai play-off
Scritto da: Andrea Avato, domenica 04 maggio 2008
Visto: 849 volte.

Image
l'Arezzo che ha vinto a Potenza
L'Arezzo manda giù la solita dose di fiele e si macera in un dispiacere che nasce da due cose soprattutto: dalla beffa di essere tagliato fuori a causa di un gol di differenza dentro la classifica avulsa e dalla consapevolezza di essersi autoinflitto un epilogo così crudele. Demeriti, masochismo e malasorte si sono miscelati di nuovo all'ultima di campionato. Come un anno fa, come due anni fa. Che sarebbe finita così, purtroppo, se ne era avuto il presentimento qualche giorno addietro, quando con un colpo di scena degno di uno spettacolo di cabaret, la Corte di giustizia ha revocato la penalità di 2 punti al Pescara. Voilà, il gioco è fatto. Si era intuito pure che la grazia concessa al presidente Soglia non avrebbe favorito per niente gli abruzzesi quanto il Perugia, tornato in bazzica grazie a una sentenza di tribunale. Se sia stato giusto tutto questo, se non sia stato giusto, se la sentenza sia stata politica o meno, chi può dirlo? Se ne potrebbe discutere per ore e non ne verremmo a capo. E' chiaro che disegnare una griglia play-off a suon di sentenze, di deferimenti, di penalizzazioni e di vittorie a tavolino, non rende onore né alla Lega di C né agli organi di giustizia sportiva. Tant'è, dalle forche caudine rappresentate dalle carte bollate e dalle toghe ci siamo già passati. Rivangare serve a nulla. La realtà, nuda e cruda, dice che l'Arezzo è fuori dai play-off. Dice che all'intervallo delle partite odierne gli amaranto erano quarti e al fischio finale si sono ritrovati sesti. Dice che tutti, chi più chi meno, ci eravamo imposti di crederci poco e invece ci credevamo un bel po'. Adesso la delusione è forte, perché l'idea di agguantare gli spareggi sottintendeva una convinzione più profonda e cioè che in caso di ingresso tra le prime cinque, poi chissà, saremmo stati quasi i favoriti. Tutto dissolto in una nuvola di polvere. Garantisco che vedersi spegnere le ultime speranze nella desolazione dello stadio di Potenza, vuoto e senz'anima, è stato un colpo duro sulla schiena e sul cuore. Per i processi e le analisi ci sarà modo. Stasera, dopo ore e chilometri di autostrada, almeno per me è tempo solo di metabolizzare. E meno male che a certe batoste dovremmo esserci abituati.

La partita - L'Arezzo ha sbloccato il risultato all'11' grazie a Bondi, imbeccato da un cross di Martinetti: il brasiliano ha stoppato di petto e l'ha messa in rete col destro. Il debuttante Pettinari è stato impegnato solo una volta da Memè: gran tiro da fuori e provvidenziale deviazione in corner del portiere. Nella ripresa al 6' Martinetti ha centrato il palo, poi tra il 15' e il 17' il Potenza ha segnato due volte, prima con Berretti, lesto a rubare palla a un incerto Ranocchia e a freddare Pettinari in uscita, poi con una bomba di Corsi da 25 metri. L'Arezzo, al quale erano giunte le brutte notizie da Crotone, si è riversato in avanti e i padroni di casa hanno subìto. Cavagna ha centrato l'incrocio dei pali, poi Martinetti ha saltato due avversari in dribbling e ha firmato il 2-2. Al 32' ancora Bondi, appostato sul secondo palo, ha trovato il diagonale del definitivo 3-2. La formazione schierata da Fraschetti: Pettinari; Mezzanotti, Ranocchia (st 19' Goretti), Conte, Grillo; Togni (st 25' Savi), Beati, Miglietta; Rivas (st 1' Cavagna), Martinetti, Bondi. Fotogallery
http://www.amarantomagazine.it/arezzocalcio/index.php?option=com_content&task=view&id=812&Itemid=0

Mancini: "Calcio malato, ma mi prendo le mie colpe"
Scritto da: Andrea Avato, domenica 04 maggio 2008
Visto: 328 volte.

Image
Piero Mancini, 60 anni
L'espressione tirata, lo sguardo mesto. Piero Mancini a fine partita era deluso più che arrabbiato, anche se non ha rinunciato a togliersi qualche sassolino dalla scarpa: "Siamo fuori dai play-off per colpa di un gol soltanto. Mi dispiace da morire, ero convinto che quest'anno ci sarebbe andata bene dopo che nelle due stagioni passate avevamo sempre ingoiato amaro. Purtroppo mi sbagliavo, chiudiamo con una delusione pure stavolta. E' un calcio malato il nostro, quello che è accaduto nell'ultima settimana è scandaloso. Al Pescara viene revocata una penalizzazione nonostante i pagamenti dovuti siano stati effettuati fuori tempo massimo. E mi si viene a dire che è colpa della banca. Ma non scherziamo per favore, è ridicolo tutto questo. A Martina la partita non l'hanno nemmeno giocata. Mi chiedo a cosa serva rispettare le scadenze, le regole, tenere i bilanci in ordine se poi accadono certe cose. Provo una grande amarezza, veramente. Errori? Ne ha commessi anche la società. All'inizio abbiamo sbagliato tutto, abbiamo sbagliato due allenatori su due. Peggio di così non potevamo fare". E poi la chiosa finale: "Se resterò alla guida dell'Arezzo? In questo momento non saprei cosa rispondere...".

I motivi di un'altra stagione buttata via
Scritto da: Andrea Avato, lunedì 05 maggio 2008
Visto: 204 volte.

Image
l'Arezzo come Calimero
Piccolo e nero come Calimero. L'Arezzo sembra un pulcino bagnato, al quale gliene capitano di cotte e di crude e non ne va mai una per il verso giusto. E' sconfortante la sequela di episodi negativi che ha caratterizzato le ultime stagioni, come se ci fosse un conto da pagare col destino, un debito da saldare. La prima reazione dopo l'ennesimo voltafaccia della buona sorte è questa: frustrazione e amarezza. Non c'è peggior cosa di sentirsi sfigati e noi, calcisticamente parlando, sfigati lo siamo ben oltre la media. Se arrivi a pari punti con altre due squadre, se arrivi pari anche nella classifica avulsa e vai fuori per un gol in più o in meno, beh, non si può dire che la fortuna ti stia seduta a fianco. Tutt'altro. L'Arezzo i play-off non li avrebbe meritati, si dice, ma quale squadra può considerarsi realmente degna del piazzamento? Forse il bistrattato Perugia dei Silvestrini e di Cuccureddu, contestati pesantemente da mesi? Forse il Pescara di Soglia, graziato nonostante non abbia rispettato le scadenze dei pagamenti? Forse la Lucchese del siriano Hadj, che ora rischia addirittura di non iscriversi al prossimo torneo? La verità è che i play-off li merita chi li conquista. E noi siamo fuori per demeriti nostri, per la congiura degli eventi e perché la giustizia sportiva ci ha segato le gambe. Come un anno fa, pari pari. Ecco, la prima reazione dopo l'ennesima domenica al veleno è questa: sofferenza.

Poi, sforzandosi di guardare più in là del naso, di osservazioni ne vengono a galla altre. Leggo e sento tante opinioni: per qualcuno è tutta colpa di Mancini, per qualcun altro di Fioretti, seguiti a ruota da Cuoghi, da De Paola, da Martinetti, da Bondi. Il capro espiatorio è un alibi comodo ma poco pregnante, è una scorciatoia che non porta da nessuna parte. Le colpe, come i meriti, vanno sempre suddivisi e condivisi. C'è chi ne ha di più, certamente, ed è la società. Ciò che è accaduto ieri non nasce certo nello stadio vuoto di Potenza, ma nel ritiro di Pieve Santo Stefano. Abbiamo costruito una casa con le fondamenta d'argilla e ne abbiamo pagato le conseguenze. Il via via di luglio e agosto, il tira e molla con Croce e Di Donato, con Terra e Martinetti ce li ricordiamo? Le decine di trattative messe in piedi e concluse solo il 31 agosto alle ore 19 ce le ricordiamo? I due direttori sportivi, uno col contratto e uno senza, spediti in giro per l'Italia senza alcuna autonomia operativa ce li siamo scordati? Il carneade De Paola, inesperto e spaesato, abbandonato al suo destino l'abbiamo rimosso? Oggi paghiamo queste gravi carenze organizzative, queste indecisioni nate con la rinuncia ad Antonio Conte e a un progetto tecnico che era bell'e pronto. Di lì è stata una catena: via De Paola, dentro Cuoghi (scelto non si sa da chi e sfiduciato in partenza da Mancini), le difficoltà e i difetti di Cuoghi, l'esonero, l'arrivo di Fraschetti, lo stare alla finestra di Fioretti. Improvvisando non si va lontano. La squadra, forte ma assemblata a spizzichi e bocconi, ha gettato al vento punti e risultati con una superficialità imperdonabile, perché nonostante tutto si poteva fare di più. E oggi eccoci qua, a tentare di spiegare uno stato di fatto che è il prodotto di concause collegate tra di loro. Per una volta, di tutto questo se ne faccia tesoro. Altrimenti si può anche chiudere la baracca.


Postiglione: "Uno scandalo il Perugia nei play-off"
Scritto da: Andrea Avato, domenica 04 maggio 2008
Visto: 214 volte.

Image
Giuseppe Postiglione
A Giuseppe Postiglione, presidente del Potenza, l'arrabbiatura di una settimana fa non è ancora passata. "E' scandaloso che il Perugia possa giocare i play-off - ha detto al termine dell'incontro perso contro l'Arezzo. Non dimentico quello che è accaduto al Curi, l'aggressione che abbiamo subito io e i miei giocatori. Ho denunciato il fatto, ho parlato con chi di dovere eppure nessuno si è mosso, addirittura nessuno ha visto niente di quanto successo nel tunnel che conduce agli spogliatoi. Tutto ciò è incredibile, il Perugia meritava e merita una squalifica pesante. L'Arezzo? E' la squadra più forte del campionato, molto più della Salernitana. Non riesco a capire come non sia riuscita ad arrivare tra le prime cinque della classifica".

http://www.amarantomagazine.it


facebook

5 maggio 2008

Arezzo, la vittoria di Potenza non basta per centrare i play-off. Ora la società deve programmare subito la prossima stagione

Arezzo, la vittoria di Potenza non basta per centrare i play-off. Ora la società deve programmare subito la prossima stagione

L’ultima giornata volta ancora una volta le spalle all’Arezzo che vince, ma per un goal (era già successo con Gustinetti nel 2005/2006 non entra nei play-off. Con il “Gus”, oggi splendido con il suo Albinoleffe, si giocava per la A, oggi per la B, ma il risultato non cambia, Arezzo estromesso da possibili sogni. Manca un goal a Conte e compagni, agli spareggi arriva il Perugia senza sudare troppo dopo la rinuncia del Martina a scendere i campo. Sono paradossi di un calcio sempre più malato.

L’Arezzo dovrà giocare un altro anno in serie C/1, è questo il verdetto del campo, ai play-off va il Perugia che ieri non ha nemmeno giocato visto lo sciopero del Martina che per protesta contro la mancata retrocessione all’ultimo posto del Lanciano non si è presentato. L’ennesima bufala partorita da una giustizia sportiva che continua a fare acqua da tutte le parti. La vittoria di Potenza arriva dopo qualche patema di troppo, il goal di Bondi viene ribaltato in due minuti dai rossoblù Corsi e Berretti, poi Martinetti e ancora Bondi rimettono le cose a posto, ma non serve perché il Pescara onora il campionato e pur sapendo di essere fuori dai play-off travolge il Lanciano con quattro goal. Dopo il primo tempo l’Arezzo è dentro perché il Crotone e la Lucchese pareggiano, ma i calabresi a inizio ripresa mettono in banca la partita con due reti nei primi venti minuti e per l’Arezzo è notte fonda. A nulla serve il goal vittoria di Cipolla che consente alla Pistoiese di espugnare Lucca. Un goal condanna l’Arezzo a un altro anno di C. Ora la società deve subito programmare la prossima stagione. Fraschetti o chiunque altro, purchè si decida presto, sia su tecnico che su giocatori per non regalare per l’ennesima volta le prime dieci giornate di campionato.

Aggiornato 05/05/2008 15:37   Scritto da Marco Piga
http://www.calciotoscano.it/modules.php?op=modload&name=PagEd&file=index&page_id=22993

facebook

4 maggio 2008

Potenza-Arezzo 2-3. I tabellini della partita

  Potenza-Arezzo 2-3. I tabellini della partita
  
  POTENZA-AREZZO 2-3 Ultimo impegno della stagione per i rossoblù in un Viviani mestamente chiuso al pubblico. Pur perdendo la gara il Potenza ha lottato fino alla fine per uscire imbattuto dal campo ma alla fine hanno prevalso l'esperienza e il grande tasso tecnico degli ospiti. Ottavo gol stagionale per Berretti ed eurogol di Corsi che ha bagnato così il suo esordio stagionale dopo un lungo infortunio. Ora si cercherà di programmare la prossima stagione che vedrà il Potenza ancora in C1.

Questi i tabellini della partita:

POTENZA:
Cecere (dal 38°Di Vincenzo), Memè, Bruno, Urbano, Cuomo, D'Ambrosio, Corsi, Falanga(dall'83°Del Mondo), Berretti, De Cesare, Cammarota(dal 74°Dellino).
A disp.Scalise, Bacio Terracino, Vianello, Rivaldo.
All.Catalano-Falanga

AREZZO:
Pettinari, Conte, Mezzanotti, Beati, Ranocchia(dal 64°Goretti), Grillo, Rivas(dal 46°Cavagna), Togni(dal 71°Savi), Miglietta, Martinetti, Bondi.
A disp.Lancini, Cazzola, Falsini, Myrtaj. All.Fraschetti

Marcatori: all'11° Bondi, al 61°Berretti, al 63°Corsi, al 65°Martinetti, al 77°Bondi.
Ammoniti: Cammarota, Beati.
Arbitro: sig. Gallione Emiliano di Alessandria.
Assistenti: sig.ri Bianchi e Longo.

  Postiglione:"Dispiace chiudere con una sconfitta"
  
  Postiglione:"Non sarei sincero se dicessi che la sconfitta non mi brucia. Sarebbe stato bello chiudere con una vittoria ma non è stato possibile. Resta la grande soddisfazione della salvezza. Ora dobbiamo pensare al futuro ed in merito a questo voglio precisare in merito alle tante chiacchiere e illazioni fatte dagli organi d'informazione sul mio conto, che al momento non c'è stato nessun deferimento ma solo indagini ed atti dovuti dopo il polverone alzato due settimane fa e dal quale usciremo senza alcuna macchia. Inoltre devo dichiarare che al momento, non vi è stato l'avvicinamento da parte di nessuno per subentrare al mio posto nè di entrare in società. Nel frattempo sto cercando di garantire l'indispensabile per la prossima stagione, come il pagamento delle varie imposte e degli stipendi ai calciatori, bloccando la sede del ritiro per tempo, ma senza entrare ancora nel merito tecnico, in quanto se dovessi rimanere da solo ovviamente i programmi sarebbero diversi rispetto all'eventualità di una società più forte."

  De Cesare:"Raggiunto l'obiettivo salvezza"
  
  De Cesare:"Dopo tante chiacchiere scritte e dette, abbiamo raggiunto l'importante obiettivo della salvezza. Questa è l'unica cosa fondamentale. Ora andiamo in vacanza meritatamente, noi giocatori e la società. Appuntamento all'anno prossimo."

  Berretti:"Soddisfatto per l'ottava rete stagionale"
  
  Berretti:"Sono soddisfatto per l'ottava rete personale anche se speravo potesse servire per ottenere un risultato positivo. Purtroppo così non è stato ma l'importante è aver raggiunto la salvezza. Per il futuro ho altri due anni di contratto col Potenza e sinceramente io qui ci sto bene. Ci sono stato già tre anni, con stagioni molto intense e quindi sarei contento di rimanerci ancora."

 Corsi:"Felice per il gol realizzato"
  
  Corsi:"Dopo tanta sofferenza, questo gol mi ha ripagato un pò per la stagione sfortunata che ho avuto. Sono arrivato a Potenza senza aver giocato per nulla, poi proprio quando stavo per entrare in forma è arrivato l'infortunio che mi ha tenuto lontano dal campo fino ad oggi. Ho un altro anno di contratto col Potenza e quindi spero di poter rimanere qui e dimostrare tutto il mio valore il prossimo anno, cominciando la preparazione per bene ed al 100% della condizione."

  Catalano:"Abbiamo disputato una buona partita "
  
  Catalano:"Abbiamo disputato una buona partita soprattutto nella ripresa. Eravamo riusciti a riequilibrare il risultato andado perfino in vantaggio col grande gol di Corsi ma poi l'avversario, che non dimentichiamo essere formazione composta da giocatori di categoria superiore tipo Martinetti e Conte, è riuscito ad approfittare di alcuni nostri errori ed ingenuità. L'importante comunque è essere riusciti nell'impresa di salvarci e lo abbiamo fatto meritatamente e alla grande, disputando un grande campionato."

http://www.calciopotenza.com/

facebook

4 maggio 2008

Potenza-Arezzo, la voce dei protagonisti

TMW A CALDO - Potenza-Arezzo, la voce dei protagonisti
04.05.2008 19.50 di Germano D'Ambrosio  articolo letto 227 volte
Fonte: Davide Mecca
POTENZA-AREZZO 2-3
11’ e 78’ Bondi (A); 62’ Berretti (P), 64’ Corsi (P), 66’ Martinetti (A)

POTENZA

Il presidente del Potenza, Giuseppe Postiglione: "C'è un po' di rammarico per la sconfitta di oggi, mi sarebbe piaciuto chiudere in bellezza con la matematica certezza, ma nel calcio queste cose ci stanno, d'altronde l'Arezzo che è arrivato sesto doveva comunque provare a vincere se voleva sperare nei playoff. Sono molto soddisfatto delle prestazioni di alcuni calciatori, in particolare di Corsi, che oggi ha messo a segno un gran gol giocando anche un ottima partita, il calciatore resterà sicuramente con noi anche l'anno prossimo".

Il calciatore del Potenza, Fabio Corsi: "Sono molto felice per il gol, però i miei obiettivi erano altri. Sono stato frenato dall'infortunio e dalla forma fisica che era approssimativa e mi sono ritrovato a giocare soltanto le ultime due gare di campionato. Dopo tanta delusione ci voleva un po' di felicità perchè quando si sta fuori si soffre tanto. A Potenza mi sono trovato bene, ho un altro anno di contratto e spero di dimostrare il mio vero valore nella stagione che verrà".

AREZZO

L'allenatore dell'Arezzo, Fabio Fraschetti: "Siamo venuti a Potenza per vincere la partita, abbiamo disputato un ottima gara e creato sei palle gol nitide che però non abbiamo sfruttato al meglio. Non è stato facile gestire questa settimana, siamo passati dall'euforia di una probabile qualificazione ai playoff alla delusione quando hanno ridato i tre punti al Pescara. Ho preso la squadra in mano tre settimane fa, quando nessuno più credeva in una possibile rimonta della squadra tranne io e il presidente, abbiam fatto queste tre vittorie e abbiamo sperato fino all'ultimo ma purtroppo gli errori commessi in passato ci hanno condizionato. Cè molto rammarico, una squadra di questo calibro con calciatori di qualità ed una rosa cosi ampia avrebbe dovuto centrare come minimo i playoff"
http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=102564

facebook

4 maggio 2008

Potenza, una sconfitta indolore

Potenza, una sconfitta indolore


Già matematicamente al riparo da ogni rischio, il Potenza disputa una buona gara contro il più motivato Arezzo, alla ricerca della Vittoria play off, vanificata dalla classifica avulsa, che premia il Perugia.

Mister Falanga, Potenza

POTENZA- Al Viviani passa l’Arezzo, ma quella conquistata in uno stadio deserto per via della squalifica del campo potentino, è una vittoria che non serve a raggiungere i play off, perché la compagine toscana sarà sorpassata in classifica dal Perugia, che a Martina non è scesa in campo per via dell’annunciata rinuncia dei pugliesi. Con il Potenza salvo già da domenica scorsa, sono state le motivazioni a fare la differenza, e, come detto, alla fine la meritata vittoria dell’Arezzo, che è sembrata un’ottima squadra, è servita solo a far aumentare il rammarico per non aver raggiunto l’obiettivo. Ad un primo tempo abbastanza noioso, con gli ospiti più determinati, ha fatto seguito una ripresa più emozionante e ricca di reti.

 

Dopo un minuto di raccoglimento, voluto dal club potentino per ricordare la scomparsa dell’ex Assessore allo Sport del Comune di Potenza, Gigi Chiriaco, è De Cesare, l’ultimo dei potentini ad alzare bandiera bianca, a cercare la via della rete, ma sulla sua strada trova Ranocchia. L’Arezzo preme e all’undicesimo passa in vantaggio con Bondi, che indisturbato batte Cecere. La reazione del Potenza è assente e gli aretini provano subito a chiudere i conti, ma il diagonale di Martinetti è fuori di poco. Due minuti dopo Cecere neutralizza a terra una conclusione dal limite di Rivas. Al 23’ bel lancio di De Cesare per Berretti, ma l’arbitro ferma il gioco per fuorigioco. De Cesare, sempre lui, tre minuti dopo avvia una bell’azione, dialoga con Berretti e prova la conclusione a rete senza però centrare lo specchio della porta. Un minuto dopo Corsi prova a sorprendere Pettinari, ma l’estremo ospite è attento.

 

L’Arezzo tiene bene il campo e controlla agevolmente la gara, che stenta a decollare. Memè al 33’ impegna seriamente l’estremo ospite che si rifugia in corner. Cecere per infortunio lascia il posto al giovane Di Vincenzo, che al 40’ lascia scorrere sul fondo la conclusione di Grillo. Si va al riposo con gli ospiti in vantaggio. Al 7’ Martinetti è sfortunato perché è il palo a negargli la gioia del gol. Al 12’ De Cesare serve palla a Corsi, ma il tiro del giovane potentino è fuori bersaglio. Due minuti dopo l’estremo potentino si mette in luce su Martinetti, mentre il collega sventa in corner un tiro cross di Bruno. Sugli sviluppi del calcio d’angolo è bella la conclusione in semirovesciata di Urbano, ma la palla va fuori. Al 17’ la gara si ravviva quando Berretti, più che in ombra fino a quel momento, sfrutta al meglio una grossa indecisione tra Conte e Ranocchia e ristabilisce la parità.

 

Sulle ali dell’entusiasmo il Potenza, due minuti dopo, trova il vantaggio, lo realizza Corsi con una stupenda conclusione dalla distanza. La reazione dei toscani non si fa attendere e al 20’ Cavagna colpisce il palo. Un minuto dopo invece Martinetti pareggia i conti infilando da posizione ravvicinata Di Vincenzo. Il portierino qualche minuto più tardi nega il vantaggio agli ospiti. Ci prova prima Martinetti, Di Vincenzo respinge, e poi Bondi, il giovane pipelet riesce a bloccare la sfera. Al 28’ De Cesare prova a sorprendere con un pallonetto Pettinari, che para senza grossi problemi. Al 33’ sugli scudi ancora una volta Di Vincenzo che nega la doppietta a Martinetti. Un minuto dopo però nulla può sulla conclusione ravvicinata di Bondi che porta nuovamente in vantaggio l’Arezzo.

 

Gli ospiti provano a mettere in cassaforte la partita, ma la retroguardia potentina è attenta. Dopo tre minuti di recupero l’arbitro decreta la fine dell’incontro. Amarezza negli spogliatoi granata a fine gara per il mancato raggiungimento dei play off e moderata soddisfazione per la prova dei giovani leoni potentini, anche se chiudere con una sconfitta non è il massimo.

 

POTENZA: Cecere (39’ pt Di Vincenzo), Memè, Bruno, Urbano, Cuomo, D’Ambrosio, Corsi, Falanga (40’ st Del Mondo), Berretti, De Cesare, Cammarota (30’ st Dellino). A disp.: Scalise, Vianello, Rivaldo, Bacio Terracino. All.: Falanga-Catalano

 

AREZZO: Pettinari, Conte, Mezzanotti, Beati, Ranocchia (21’ st Cazzola), Grillo, Rivas (1’ st Lavagna), Togni (27’ st Savi), Maglietta, Martinetti, Bondi. A disp.: Lancini, Goretti, Falsino, Myrtaj. All.: Fraschetti

 

Arbitro: Gallione di Alessandria, Bianchi e Longo

Marcatori: 11’ pt e 34’ st Bondi, 17’ st Berretti, 19’ st Corsi, 21’ st Martinetti

 

 

Antonio Croglia – www.calciopress.net
http://calciopress.net/news/118/ARTICLE/4646/2008-05-04.html

facebook

4 maggio 2008

potenza-arezzo

POTENZA-AREZZO 2-3

 
POTENZA: CECERE/DI VINCENZO, MEME', BRUNO, URBANO CUOMO, D'AMBROSIO,CORSI, FALANGA/DEL MONDO, BERRETTI, DE CESARE, CAMMAROTA/DELLINO
A disp. : SCALISE, VIANELLO, GONZALES, BACIO 
All: FALANGA
 
AREZZO: PETTINARI, CONTE, MEZZANOTTI, BEATI, RANOCCHIA/GORETTI, GRILLO, RIVAS/CAVAGNA, TOGNI/SAVI, MIGLIETTA, MARTINETTI, BONDI
A disp.: LANCINI, CAZZOLA, FALSINI, MYTRAY
All.: FRASCHETTI
 
Arbitro: GALLIONE (ASS.TI BIANCHI-LONGO)
Reti. 11° BONDI (A), 61° BERRETTI (P), 63° CORSI (P), 65° MARTINETTI (A), 78° BONDI (A)
Note.: partita giocata a porte chiuse (2^ ed ultima del provvedimento disciplinare)
Giornata calda; temperatura 21°. Il Potenza ha giocato col lutto al braccio ed è stato osservato 1 minuto di silenzio in memoria di Gigi Chiriaco, ex Assessore allo Sport del Comune di Potenza, sempre vicino alle problematiche delo sport. 
 
 
POTENZA. Classica partita di fine stagione con interessi di classifica solo per la compagine toscana, che sperava di agguantare un posto utile per la disputa dei play-off, mentre il Potenza ha dato spazio a giocatori poco utilizzati nel corso della stagione, avendo raggiunto già domenica scorsa la sicurezza della permanenza nella categoria, senza passare per gli spareggi  play-out. L'Arezzo pur vincendo, anche eritatamente in virtù delle occassioni da goal avute, non è riuscita a centrare il suo obiettivo, che rende, invece, felice il Perugia. Cinque goal complesivi dei quali solo il 1° nella prima parte della gara. Come detto tante occasioni sprecate dalla squadra toscana che ha trovato il portiere lucano Di Vincenzo, subentrato al'infortunato Cecere, pronto a sfoderare parate strepitose. Ecco la seguenza dei goal : 11° minuto su cross proveniente da sinistra Bondi si faceva trovare libero e pronto sul vertice destro dell'area piccola e fulminava Cecere. Nella seconda frazione, più intensa il Potenza reagiva e nel giro di 2 minuti raggiungeva  prima l pareggio e poi il momentaneo vantaggio. Al minuto 61° Berretti su assist di De Cesae e su un svarione dei centrali aretini si infilava solo in area e con un piatto trafiggeva il portiere in uscita. Al 63° una palla vagante perveniva a Corsi che da 25 metri faceva partire un bolide in diagonale su cui Pettinari nulla poteva, col palone che si insaccava ala sua sinistra. Reazione dell'Arezzo che perveniva al pareggio al 65° con Martinetti  lesto ad inserirsi in area.Il goal vittoria al 78° con Bondi  che da sinistra trafiggeva l'incolpevole Di Vincenzo.
Al triplice fischio, amarezza per l'Arezzo per non aver raggiunto i playoff. Per il Potenza la pratica salvezza era stata già archiviata in precedenza.
 
INTERVISTE: Corsi (P) "la gara e il goal di oggi parzialmente mi ripagano della stagione sfortunata; Spero di restare a Potenza avendo il contratto per un altro anno."
Postiglione (Pres. PZ) "Speravo di chiudere il campionato con una vittoria. Bravi i ragazzi e soprattutto mi ha soddisfatto la prova di Corsi. Per il futuro dell Società aspetterò 15 giorni affinchè altre forze imprenditoriali si facciano avanti. Voglio comunque inviare un messaggio di tranquillità alla città ed ai tifosi"   
 
A tutti i nostri gentili lettori l'appuntamento, per i servizi delle partite  è per l'anno prossimo, stagione agonistica 2008/2009, con l'invito  a continuare, comunque, a seguirci con le notizie di mercato, su questo quotidiano telematico.

facebook

4 maggio 2008

L'Arezzo vince a Potenza, ma è fuori dai Play Off (almeno provvisoriamente)

L'Arezzo vince a Potenza, ma è fuori dai Play Off (almeno provvisoriamente) L'Arezzo vince a Potenza, ma è fuori dai Play Off (almeno provvisoriamente)Con il 3-2 di Potenza (doppietta di Bondi e gol di Martinetti), l’Arezzo è giunta lì, al limite degli spareggi (è fuori nonostante i pari punti con Pescara e Perugia, per via della classifica avulsa). Non ha meritato di poterli disputare, questi Play Off, per via del mediocre campionato condotto. Nonostante questo le sue possibilità di promozione non sono ancora del tutto svanite. Potenza, Salernitana, Taranto, Perugia, Lucchese e forse anche Crotone, sono tutte possibili (possibili, non necessariamente probabili…) destinatarie di provvedimenti che potrebbero comportare penalizzazioni. Salernitana, Taranto, Crotone e Perugia sono squadre attualmente promosse (la prima) o qualificate per i Play Off.
E’ quindi possibile che gli spareggi debbano essere giocati da squadre sub judice e che la composizione della prossima serie B arrivi ad agosto.
Noi ci limitiamo ad esprimere tutta la nostra disapprovazione per il modo in cui vengono portati a compimento dei tornei che di sportivo hanno davvero poco.
Fino a qualche giorno fa il Pescara era penalizzato di tre punti, due dei quali restituiti all’ultimo tuffo, oggi il Perugia ha vinto l’ultima partita di campionato (decisiva) senza giocarla perché il Martina, avversario di turno, si è rifiutato di scendere in campo (per protesta contro la penalizzazione toccata al fallito Lanciano, che non è stato retrocesso all’ultimo posto in classifica…). Potrebbe bastare questo per farci allontanare da un calcio che ha perso qualsiasi credibilità e invece, come abbiamo scritto, non è detto che sia tutto…

Gianni Brunacci
PS: sinceri complimenti a Fraschetti ed al suo staff, che ha portato gli amaranto alla vittoria non scontata delle ultime tre partite disputate.
 

DOMENICA 04 MAGGIO 2008 17:32 - Gianni Brunacci
http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=56873&Itemid=2

facebook

4 maggio 2008

C1:via striscioni da stadio Potenza

C1:via striscioni da stadio Potenza

Uno era contro il presidente del club Postiglione

4 maggio 2008


I pompieri hanno rimosso 2 striscioni degli ultra' del Potenza dallo stadio Viviani dove si gioca a porte chiuse il match con l'Arezzo. Uno striscione inneggiava ai 'veri leoni', considerati i giocatori del Potenza vittoriosi a Perugia una settimana fa (la vittoria ha garantito la permanenza in C1 della squadra lucana); l'altro striscione recava la scritta 'Postiglione vattene', contro il presidente del club.

http://www.speciali.raisport.rai.it/calcio/seriec/index.shtml

facebook

3 maggio 2008

Arezzo, vincere e sperare. A Potenza l’ora di Pettinari, Bricca in dubbio

Arezzo, vincere e sperare. A Potenza l’ora di Pettinari, Bricca in dubbio

Vincere non basterà, l’ultima giornata di campionato sarà per l’ennesima volta decisiva per le sorti del campionato dell’Arezzo. Roba poco adatta ai deboli di cuore, Fraschetti insegue la terza vittoria in altrettante partite, ma non basterà per centrare i play-off. Dopo l’ennesimo terremoto della Corte Federale che ha restituito due punti al Pescara, bisognerà sperare che oltre alla Lucchese anche gli abruzzesi non vincano. In tanti domani saranno allo stadio per sentire la gara via radio visto che a Potenza si giocherà a porte chiuse.



L’Arezzo contro il Potenza e non solo. Ancora una volta gli ultimi novanta minuti della stagione sono decisivi, stavolta ci sono in ballo i play-off per la promozione in B. Fraschetti punta dritto al tris e lancia Pettinari in porta al posto dello squalificato Marconato. Il tecnico è sereno e poco prima della partenza dice “Vorrà dire che sarà in piena forma per i play-off”. Fa bene a predicare ottimismo, sa che anche se dovesse andar male, per lui ci potrebbe essere la grande occasione il prossimo anno. Il presidente aveva chiesto tre vittorie e se domani sulla ruota di Potenza esce il due l’obbiettivo è centrato. La vittoria non basta, Lucchese e Pescara (dopo che la Corte Federale ha restituito due punti in settimana) non devono vincere, altrimenti addio sogni. Non avrà problemi il Perugia che a Martina non giocherà, la squadra di casa per protesta contro la decisione di non mandare il Lanciano all’ultimo posto non scenderà in campo, gli umbri si dovranno mettere ad ascoltare via radio quello che succede negli altri campi. In caso di arrivo insieme a Pescara e Arezzo a quota 53 saranno proprio loro a passare. L’Arezzo passa solo se Lucchese e Pescara non vincono o se il Crotone non batte il Sorrento e ci sarà un arrivo a quattro a 53. E’ una roulette, forse anche di più, intanto però la squadra deve vincere prima di stilare qualsiasi tipo di tabella. Qualche dubbio per Bricca che lamenta i soliti problemi al ginocchio, se non dovesse farcela pronto Togni. Per il resto giocheranno gli stessi che domenica scorsa hanno battuto la Massese, unica novità potrebbe essere rappresentata da Goretti che rientra dopo il piccolo infortunio. Davanti Martinetti con Bondi e Rivas in appoggio. I tifosi aretini non potranno seguire la squadra nella lontana Potenza visto che si giocherà a porte chiuse, si ritroveranno nella tribuna centrale del “Città di Arezzo” per seguire via radio la partita. Non resta che aspettare, vincere e ..sperare!

Aggiornato 03/05/2008 14:42   Scritto da Marco Piga
http://www.calciotoscano.it/modules.php?op=modload&name=PagEd&file=index&page_id=22946

facebook

sfoglia    aprile        giugno

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo