235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    agosto        ottobre


15 settembre 2009

Andria, Papagni nuovo allenatore

L’Associazione Sportiva ANDRIA dopo un’attenta riflessione comunica di aver individuato nella persona del Signor Aldo PAPAGNI il nuovo ...continua a leggere >>

facebook

19 novembre 2008

Esonerato Papagni. Arriva Soda

Improvvisa e inaspettata scelta della dirigenza giallorossa. Il Benevento cambia il trainer ...continua a leggere >>

facebook

19 novembre 2008

Benevento, Papagni sulla graticola

Una strana voce sta girando in queste ore nel capoluogo sannita. Il mister del Benevento Aldo Papagni sarebbe stato esonerato. Pare che la decisione sia stata presa nel corso ...continua a leggere >>

facebook

5 giugno 2008

Benevento scopre mister Papagni

Benevento scopre Aldo Papagni, l’ uomo della Storia. Giuseppe Carcea, ci porta alla scoperta di un allenatore, che anche al di fuori del rettangolo di gioco, getta le sue basi di vita sulla famiglia e la fede.

Primo giorno nel Sannio quello trascorso ieri da Aldo Papagni. Il tecnico nativo di  Bisceglie, ex Cavese e Taranto, ha partecipato ad un summit tecnico insieme all’ Amministratore Delegato del Benevento calcio, Dott. Ciro Vigorito, ed al Direttore Generale Francesco Maglione. Papagni è il nuovo tecnico del Benevento calcio per la stagione 2008-2009, ed insieme al suo staff, cercherà di portare l’ ambiziosa società Sannita nella serie cadetta. Nell’ incontro di ieri si è parlato di aspetti logistici,  legati al ritiro precampionato (a tal proposito, la sede prescelta sembra essere Norcia in provincia di Perugia), ed altri argomenti più tecnici, compreso il calcio mercato.

 

Bisogna subito sottolineare che il tecnico pugliese è stato scelto in prima persona dal Direttore Generale Francesco Maglione, da sempre suo grande estimatore nonostante i due non abbiano mai lavorato insieme. Ma andiamo a scoprire nel dettaglio le prerogative di Papagni, sia come uomo che come tecnico. Aldo Papagni nasce a Bisceglie, il 14 Settembre del 1953. Sposato, padre di due figli, un maschio di 17 anni ed una ragazza di 21 anni. Papagni viene dipinto come una persona molto colta, dedita alla lettura ed alla psicologia, nonché cattolico praticante. Queste sue caratteristiche si evidenziano spesso nel suo lavoro di tecnico.

 

Sembra infatti che lui lavori molto sul piano psicologico con i suoi calciatori, instaurando con essi rapporti di amicizia che vanno ben oltre l’ aspetto professionale. Nei suoi “moniti” cita spesso e volentieri i passi della Sacra Bibbia, autentica maestra di Vita. Il suo sistema di gioco di base di partenza è il 4-4-2, tuttavia ha dimostrato sempre una grande versatilità in base ovviamente agli uomini che ha a disposizione. Per esempio, a Cava de Tirreni, ha adottato un 4-2-3-1 che ha esaltato le doti dei vari trequartisti di cui disponeva la Cavese.

 

Le sue poche dichiarazioni al suo arrivo hanno già fatto intravedere la semplicità e l’ umiltà di quest’uomo, il quale ha lasciato un grande ricordo ovunque abbia lavorato. “Sono onorato che una società ambiziosa come il Benevento calcio della Famiglia Vigorito abbia pensato al sottoscritto come guida tecnica per il prossimo anno. Tengo a precisare che Benevento è una piazza molto ambita da allenatori e calciatori, e tanti miei colleghi, sicuramente più blasonati di me,  si sono offerti alla società. Quella di Benevento è stata una mia precisa scelta perché avevo una opzione per un biennale con la Cavese, proposte da club di C1 (Arezzo e Gallipoli)e qualcuna anche di B .Quando il Direttore Maglione mi ha contattato non ho avuto esitazioni ed ho accettato immediatamente la sua proposta. Ho firmato un contratto annuale, rinunciando a due anni offerti dalla Cavese, proprio perché affascinato dal progetto della società che punta, senza mezzi termini, alla serie cadetta nel giro di un biennio.”

 

Papagni poi parla anche della rosa attuale del Benevento calcio, mettendone in risalto il tasso tecnico di assoluto valore. ”Oltre De Liguori e Ghigo Gori, che ho avuto il piacere di allenare a Taranto, conosco da avversario moltissimi elementi della rosa, alcuni dei quali mi hanno sempre fatto gol…(Clemente e Castaldo). Sono convinto che chi resta e chi arriverà formeranno una mix di giocatori di assoluto livello”.

 

Il tecnico Pugliese ricorda anche il suo esordio da avversario, nella stagione 1998-1999. “Allenavo il Bisceglie e ricordo che, nonostante una squadra di giovani e praticamente fossimo senza società, facemmo un gran bel campionato. Al S. Colomba pareggiammo 0-0. In quella partita mi impressionò molto la Curva Sud, gremita in ogni ordine di posto che sostenne per tutta la gara la propria squadra. Spero che non sia cambiato nulla da allora”.

 

Il tecnico chiude poi con un commento sulle strutture di gioco presenti a Benevento. “Lo Stadio Santa Colomba, credo sia inutile commentarlo. Si tratta di una struttura bella, grande e senza la pista di atletica. Questo è molto importante perché permette alla tifoseria, calda e passionale, di fornire quel contributo a livello di spinta necessario per far vincere le partite più difficili. C’è anche l'antistadio che è un autentico gioiellino e che ci permetterà durante la settimana di lavorare al meglio ed  in serenità.


In bocca al lupo mister, Le auguriamo di entrare nella storia calcistica di Benevento.

 

Grazie a voi, a presto.

 

 

 

Giuseppe Carcea – www.calciopress.net
http://www.calciopress.net/news/125/ARTICLE/4830/2008-06-05.html

facebook

28 maggio 2008

Arezzo, Mancini: "Spero di chiudere col nuovo tecnico domani"

28.05.2008 17.01 di Paolo Bardelli  
Il presidente dell'Arezzo Piero Mancini vuole stringere i tempi per la nomina del tecnico che siederà sulla panchina amaranto nella prossima stagione. In un'intervista rilasciata ad ArezzoTV, il patron aretino ha fornito alcune indiscrezioni riguardo al nuovo allenatore: "Spero di chiudere la trattativa con il nuovo allenatore entro domani. E' un tecnico che quest'anno ha lavorato nel girone B della C1, occupando a lungo la parte alta della classifica. Gioca col 4-4-2, ci sa fare con i giovani, propone un calcio divertente e ha ottenuto buoni risultati anche nelle stagioni precedenti". Mancini gigioneggia, dice e non dice, ma rivela che "la squadra di questo allenatore è arrivata agli spareggi". La lista dei cinque papabili per la panchina dell'Arezzo é composta da Braglia, Cari, Galderisi, Monaco e Papagni.


http://www.tuttomercatoweb.com/?action=read&id=106139

facebook

22 maggio 2008

Cavese: dopo Vittorio Bernardo, Giuseppe Mallardo. Incredibile giro di tecnici per il dopo Papagni

Cavese, un incredibile giro di tecnici per il dopo Papagni

Cavese, un incredibile giro di tecnici per il dopo Papagni Si è scatenato un vortice di allenatori per la successione a Papagni sulla panchina della Cavese. Di Simonelli e Giacomo Modica si è detto e ridetto. Nelle ultime ore, però, la lista si è allungata e sono spuntati anche i nomi di Mario Ansaldi, impegnato nei play-out con la Pistoiese, di Checco Moriero e di Marco Cari, tecnico del Taranto, che sta lottando per conquistare la serie B coi pugliesi. Il ds Dionisio potrebbe sciogliere le riserve solo al termine dei play-off e dei play-out.


Novità in casa Macalli

di Vincenzo Paliotto

 In una nota stampa pubblicata il 20 maggio Mario Macalli, inamovibile Presidente della Lega Calcio Serie C, ha dato il via a cambiamenti a quanto pare epocali, come da qualche mese egli stesso aveva annunciato. Per i prossimi tre anni, infatti, le gare dei campionati di Serie C1 e Serie C2, ma anche della Coppa Italia di categoria e del Campionato Berretti, si disputeranno adottando un solo tipo di pallone, prodotto appositamente dalla Umbro e che sarà una versione diversa e speciale del Dynamis ball. L’accordo con l’azienda inglese darà il via ad una serie di cambiamenti, tra cui risalta la produzione di un nuovo logo della Lega ed addirittura dell’adozione di un nuovo nome.

 Macalli sembra convinto in pratica di poter adottare una dovuta inversione di tendenza, dirigendosi soprattutto verso il modello inglese, che concede grande risalto alla Premier League, ma che non trascura, anzi tutt’altro, le divisioni inferiori. Nello stesso comunicato stampa Macalli appunto non disdegna di tirare in ballo la stessa Football League inglese.

 Quello della Lega di Serie C rimane, ad ogni modo, un progetto decisamente ambizioso e difficile da attuare, considerando i cattivi rapporti della Lega stessa con la consorella di Serie A e B, con la quale esiste una frattura a quanto pare netta ed insanabile. Del resto il modello inglese ha caratteristiche di base ed organizzative abbastanza diverse, partendo innanzitutto dalla struttura dei campionati. Sia la League One, la Serie C1, che la League Two, la Serie C2, si giocano su gironi unici a base nazionale, composti entrambi da 24 squadre. Per cui la terza lega inglese conta su un totale di 48 squadre rispetto alle 90 della nostra. Oltretutto la media spettatori è stata di 8.000 circa per la League One e di 4.000 circa per la League Two. Cifre onestamente ancora lontane dalle nostre medie. Nel Regno Unito c’è grossa attenzione anche per il calcio che non è di Serie A, a cominciare dagli impianti piccoli ma molto efficienti e dalla copertura televisiva, che aiuta le società e non le soffoca definitivamente. Oltretutto le squadre della Football League partecipano alla FA Cup, realizzando ancora altri introiti contro squadre blasonate. Non a caso quest’anno l’Hereford United, formazione gallese della League Two, ha estromesso il Leeds United, prima di arrendersi al Cardiff City futuro finalista. Ma pur partecipando alla Coppa più antica del mondo, le squadre di terza serie giocano anche la loro coppa nazionale di categoria, la Football League Trophy, che ha una valenza ed un seguito imparagonabile con la nostra Coppa Italia di Serie C. Quest’anno la finale della FL Trophy si è giocata a Wembley di fronte a quasi 60mila spettatori tra il Milton Keynes Dons ed il Grimsby, con la vittoria per 2-0 dei primi allenati dall’ex-interista Paul Ince, che ha ottenuto anche la promozione in League One. Hanno ottenuto, invece, il passaggio in Championship, la Serie B, due club blasonati come il Nottingham Forest, due Coppe dei campioni in bacheca, ed i gallesi dello Swansea City, con un passato illustre anche in massima divisione.

 Nella nostra penisola, invece, le squadre di Serie C non partecipano più alla Coppa Italia maggiore perché le due Leghe hanno litigato lo scorso anno, con i club più piccoli che hanno perso una grossa occasione di guadagno e di conquistarsi un posto in copertina, mentre la Coppa Italia di Serie C viene giocata senza troppo interesse, ma vista anzi come occasione per impiegare riserve e giovani della Berretti. La doppia finale, infatti, si è giocata davanti a pochi intimi sia a Bassano del Grappa che nel ritorno di Benevento. Al momento, dunque, l’impressione è che il calcio di terza serie si viva a ritmi e con intensità diversi tra l’Italia e l’ Inghilterra. Addirittura ci sono differenze di regolamento clamorose tra le Leghe. Ne è un esempio la gara sospesa per nebbia e ripetuta Sassuolo-Cavese di febbraio. Sarebbe successo in A o in B si sarebbe ripreso dal vantaggio acquisito dagli aquilotti e non dallo 0-0.

 Oltretutto attualmente in Serie C pare che si investa anche male con molti nomi famosi giunti a svernare e poco spazio per i giovani. Ogni anno molte società di C rischiano di sparire dalla mappa del calcio italiano. Senza parlare della nuova sfida del marketing, che in Inghilterra frutta utili veri e che in Italia rimane un’opportunità ancora poco esplorata. Per Macalli, dunque, una bella sfida, ma tutt’altro che facile. Si inizierà dai palloni, ma ci sarà molta strada da fare.

 

vincenzopaliotto@cavese.it

 

Il toto-allenatore

di Fabio Apicella

Papagni, Sergio, D’Adderio, Marino, Miggiano, Giampaolo, Ugolotti, Novelli, Bucaro, Simonelli, Notaristefano, Rossi, Modica. Quanti allenatori, anche solo per qualche ora, si sono accomodati sulla panchina aquilotta salvo poi alzarsi repentinamente per lasciare spazio ad un altro collega. Nelle ultime ore il nome più gettonato è quello di Modica, tecnico che ha portato il Celano a giocarsi i play-off per la terza serie dopo un campionato all’insegna del bel calcio e dello spettacolo. Secondo il direttore Nicola Dionisio, Modica, ex vice di Zdenek Zeman, è solo uno Niels Liedholm.jpgdei tecnici che sta prendendo in considerazione ma veri e propri contatti con qualche allenatore ancora non ci sono stati. La volontà del buon Dionisio è quella di ricercare un allenatore amante del 4-3-3, non importa se spregiudicato o meno, che rivalorizzerebbe alcuni elementi apprezzati nel triennio campilonghiano, Alfano ed Aquino su tutti. Molti penseranno, in maniera più che giustificata, che un discorso del genere si sarebbe dovuto intraprendere lo scorso anno, approfittando della scia dei successi ottenuti con il tecnico di Fuorigrotta ma quando termina un ciclo il primo obiettivo è ripartire con altre idee. Questa marcia indietro, comunque, può rivelarsi una scelta azzeccata, anche se solo i risultati potranno dare un giudizio veritiero. Al momento rimaniamo in attesa di nuove notizie incamerando i primi acquisti di stagione, quali i due attaccanti Mallardo e Bernardo che si vanno ad aggiungere, nel reparto offensivo, ad Aquino, Tarantino e  Shiba. Difatti su Sorrentino c’è la forte volontà della società di riscattarlo, anche perché al termine della prossima stagione si potrà acquistare a parametro zero, ma non esiste la certezza di rivederlo con la casacca biancoblu. Pietro De Giorgio sembra destinato alla serie cadetta ed è giusto che parti anche perché per lunghi tratti dell’attuale stagione ci è apparso con la testa già in viaggio, mentre per quanto riguarda Federico Giampaolo ci sarà un incontro nei prossimi giorni per valutare il futuro dell’attempato attaccante destinato, comunque, a cambiare aria.

 

Giuseppe Mallardo ed il fiuto del gol

 

di Vincenzo Paliotto

 

 Nei prossimi giorni la Cavese dovrebbe concretizzare, dopo quello di Vittorio Bernardo, il suo secondo acquisto stagionale, in verità già annunciato da qualche settimana. Osservato speciale, infatti, è nell’occasione l’attaccante della Battipagliese Giuseppe Mallardo, che ha incuriosito in maniera particolare i tifosi metelliani. Il centravanti napoletano, nato a Pozzuoli il 16 giugno del 1980, opererebbe in tal caso un triplice salto di categoria dall’Eccellenza alla Serie C1, firmando per la prima volta nella sua carriera un contratto da professionista.

 La punta delle zebrette vanta, ad ogni modo, nelle ultime tre stagioni uno score di segnature decisamente ragguardevole. Infatti, nell’estate del 2006 fu prelevato dal Quarto nel Campionato di Eccellenza con cui aveva realizzato ben 16 reti. A sua volta il Quarto lo aveva acquistato dalla Viribus Unitis di Renato Cioffi, con cui aveva però deluso in Serie D. Nella prima stagione alla guida dell’attacco della Battipagliese nel 2006/2007 in Eccellenza Mallardo si mise subito in luce, andando in gol per ben 23 volte, anche se le sue reti non furono sufficienti alla promozione dei bianconeri, che tentano da diverse stagioni il ritorno in campionati più consoni al proprio blasone. Il campionato fu stravinto dalla Gelbison Cilento del cannoniere Guardabascio dall’alto dei suoi 31 centri.

 Tuttavia, è nella stagione in corso che il bomber napoletano va oltre le più lecite attese con un bottino di gol ancora più cospicuo: 20 in campionato, 11 nella Coppa Italia di categoria e 2 nella prima gara dei play-off, in una partita tirata e spettacolare conclusasi sul 3-3 dopo i tempi supplementari a Scafati contro i rivali di sempre dell’Ebolitana. In virtù di questo pirotecnico pareggio la formazione allenata da Liquidato è approdata al turno successivo degli spareggi per la Serie D, in attesa di affrontare i calabresi del Praia a Mare.

 Mallardo in 2 stagioni con la maglia della Battipagliese ha realizzato con una più che discreta frequenza: 61 gol in totale, avvicinando il cannoniere di sempre Vincenzo Margiotta. Agropolese, anche attaccante della Salernitana in Serie A negli Anni Quaranta, ed autore nel 51/52 di ben 31 gol in Promozione con la casacca della Battipagliese.

 Ad ogni modo, quella di Mallardo rappresenta per il DS Nicola Dionisio e la Cavese allo stesso tempo una scommessa stimolante ma allo stesso tempo anche difficile. Il giocatore non è più un giovanissimo e non ha mai giocato in Serie C. Tuttavia, è in possesso del fiuto del gol e di un fisico da granatiere, quindi abile e forte nel gioco aereo. Oltretutto sa far gol anche di piede.   L’auspicio dei sostenitori metelliani è quello di aver scoperto un altro Sergio Ercolano, ceduto a gennaio a Perugia e scoperto nelle file del Sapri, anche se quella di Mallardo si presenta come una scommessa ancora più difficile. Del resto non è la prima volta che bomber venuti dal nulla si sono affermati in categorie importanti, mentre altri hanno deluso profondamente. Ne può essere un esempio positivo Christian Riganò, arrivato addirittura alla Serie A, ed un altro negativo quello di Ingenito, supercannoniere in Serie D con la Viribus Unitis con un record di gol in una stagione di 34 nel 2001/02, ma che appena lontano dalla Campania non si è mai confermato.

 Ad ogni modo, Giuseppe Mallardo non vede l’ora di mettersi in discussione e di continuare a far gol in qualsiasi categoria in qualsiasi categoria.

http://www.cavese.it/principale.htm

facebook

6 maggio 2008

Papagni lascia la Cavese

Papagni lascia la Cavese


Adesso è ufficiale: mister Aldo Papagni lascia la Cavese. Motivi personali hanno spinto il tecnico pugliese a non accettare la proposta contrattuale della dirigenza aquilotta.

Mister Papagni
Un addio (o forse un arrivederci, chissà) senza rancore. Anzi, nella profonda stima reciproca. La S.S. Cavese 1919 ringrazia mister Papagni (nella foto) per lo splendido lavoro svolto e la grande professionalità mostrata nei quattro mesi di permanenza a Cava de’Tirreni. Un ottimo allenatore, ma soprattutto un uomo dalla serietà e correttezza cristalline.

Nel comunicare la sua “non facile decisione” di non restare alla guida della Cavese, mister Aldo Papagni ha voluto ringraziare la società, lo staff tecnico, i calciatori ed i tifosi. Ecco il saluto dell’ormai ex tecnico aquilotto:

"Per l’affettività, i sorrisi e le attestazioni di stima, che sin dal mio arrivo a Cava ho avvertito nei miei confronti, desidero ringraziare tutta la tifoseria biancoblù ed in particolare la Curva Catello Mari per il sostegno incessante nei momenti di grande difficoltà e per le profonde emozioni vissute durante e dopo la celebrazione eucaristica in memoria del Leone Catello.

Desidero ringraziare la società (vera garanzia per il futuro del calcio cavese) per la serietà della proposta di contratto offertami, sia dal punto di vista economico che progettuale.

Grazie a quanti hanno contribuito a preservare il patrimonio della C1: presidente, dirigenti, direttore generale, medici, massaggiatori, magazzinieri ed in particolar modo Nicola Dionisio (che mi ha fortemente voluto a Cava) ed il mio staff tecnico, che mi ha sostenuto nel lavoro quotidiano sul campo e fuori dal campo.

Dulcis in fundo, un grazie immenso a tutti i miei calciatori, con i quali ho condiviso emozioni e sensazioni fortissime, per la grande disponibilità al sacrificio e per l’impegno profuso nella ricerca del miglioramento quotidiano sotto l’aspetto tattico, tecnico, fisico e soprattutto spirituale.

Ricordare significa TENERE A CUORE e, nel comunicare la mia non facile decisione di non restare alla guida della Cavese per motivi strettamente personali, spero fortemente di poter far parte del patrimonio dei vostri ricordi positivi.

Sinceramente ed affettuosamente, arrivederci
".

Aldo Papagni


L'addetto stampa Lello Pisapia
http://www.calciopress.net/news/117/ARTICLE/4661/2008-05-06.html

facebook

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. calciopress cavese papagni

permalink | inviato da ipse dixit il 6/5/2008 alle 20:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


24 gennaio 2008

C1/Mercato, Caccavallo è quasi del Sorrento. Papagni chiama De Liguori

C1/Mercato, Caccavallo è quasi del Sorrento. Papagni chiama De Liguori

La Cavese di Aldo Papagni ha messo gli occhi su Vincenzo De Liguori. L'operazione potrebbe essere in un certo senso favorita dalla volontà del furetto campano di avvicinarsi a casa e, qual'ora Blasi dovesse accontentare il calciatore, la squadra metalliana potrebbe diventare proprio il primo obiettivo di De Liguori che riabbraccerebbe così il tecnico di Bisceglie con cui lo scorso anno visse una stsagione felice proprio a Taranto. La Cavese poi ha bisogno di rinforzare il centrocampo e quindi un giocatore con le caratteristiche di De Liguori farebbe proprio al casao degli aquilotti. Ma non finisce qui perchè la squadra blufoncè sta per chiudere anche per il centrocampista del Perugia Gianluca Porro che, non avendo trovato spazio in questa prima parte di stagione, ha deciso di lasciare il club umbro ed andare a giocare nel girone A della C1. Ma la Cavese potrebbe anche soffiare al Taranto Fabio Prosperi: i rossoblu, non è un mistero, stanno sognando il ritorno del difensore pescarese ora in forza al Frosinone, in riva allo Jonio. Lo stesso Prosperi non ha nascosto che tornerebbe volentieri a Taranto. Il problema è che il Frosinone non sembra intenzionato a mollare tanto facilmente il difensore. Nelle ultime ore poi si è aggiunta anche la concorrenza della Cavase e in questo caso Prosperi potrebbe anche tentennare di fronte alla richiesta dei metalliani che lo ricongiungerebbero con mister Papagni e in caso di acquisto di De Liguori anche con il suo ex compagno di squadra a Taranto. Sempre in Campania sembra vicino al trasferimento un altro calciatore rossoblu: Giuseppe Caccavallo. Il calciatore napoletano ha reso al disotto delle aspettative in questa prima parte di stagione e, infortunio a parte, da lui ci si aspettava davvero molto di più. L'esclusione di domenica poi è stata la conferma che tra Caccavallo e il Taranto il matrimonio pare ormai giunto al capolinea. Il Lecce quindi sta per riprendere il proprio attaccante annullando il prestito in rossoblu e mandandolo, con la stessa formula al Sorrento. Fonti vicine al club costiero non smentiscono l'operazione che, a maggior ragione, sembra vicinissima alla conclusione tanto che l'annuncio potrebbe arrivare in queste ore.

Anche il Pescara è molto attivo sul mercato. Gli abruzzesi sono sempre interessati al difensore dell'Ascoli Angelo Siniscalchi, ma in queste ultime ore si stanno tutelando monitorando con attenzione il terzino dello Spezia Federico Giuliano. Sempre in piedi l'alternativa che porta ad Antonio Rizzo del Perugia. Con i grifoni potrebbe andare in porto uno scambio con Cristian Conti, sempre più deciso a lasciare Pescara per i contrasti con il tecnico Lerda. Il club biancoazzurro sta però pensando a rinforzare anche il centrocampo e in questo senso sarebbe sulla via di definizione la trattativa per portare in Abruzzo il forte mediano Antonio Cardinale, desideroso di cambiare aria. Infine starebbe per concretizzarsi un clamoroso quanto gradito ritorno: in difesa è vicino all'arrivo Yuri Cannarsa, che a Pescara è praticamente cresciuto come calciatore esordendo tra i professionisti. Lo stopper del Frosinone pare essere in rotta con Cavasin e la possibilità di tornare a Pescara, sembra valere più delle offerte di Bari e Avellino, club che gli consentirebbero di restare in Serie B non scendendo di categoria. Ancora una partenza in casa Sangiovannese. Ha rescisso il contratto con la società del Marzocco il centrocampista ventitreenne Andrea Di Tora, praticamente mai utilizzato da mister Tedino in questo campionato. Anche in casa Sambenedettese è tempo di cessioni: il ventisettenne difensore centrale Andrea Galeotti e l'attaccante ventiduenne Cristian Romanelli stanno infatti per firmare con il Lecco, impegnato nella lotta salvezza nel girone A della C1. L'Arezzo infine, è sempre alla ricerca di una punta di peso e dopo aver sondato il bomber del Verona Daniele Morante starebbe per conretizzare un'offerta abbastanza importante alla Salernitana per Emanuele Ferraro. Ferraro pare infatti non abbia preso bene l'acquisto di Cammarata da parte del club poichè ha portato concorrenza in attacco, e avrebbe manifestato il desiderio di cambiare aria. Il feeling ormai rotto con i tifosi che al termine del match con il Crotone invece di applaudirlo gli hanno riservato bordate di fischi hanno messo la parola fine all'esperienza campana del calciatore. E l'Arezzo sembra pronta ad accoglierlo a braccia aperte, tant'è che il presidente Mancini si sta attivando per condurre in porto l'operazione. La Salernitana a questo punto si ritrova a dover acquistare un altro attaccante e i nomi più caldi sono tre: il bomber dello Spezia Massimiliano Guidetti, e ancora più altisonanti sono quelli di Enrico Chiesa e Mario Frick, entrambi del Siena.

http://www.tarantosport.net/html/sezioni/sezioni.php?idxxmnu=5&idxxsec=32&idxxart=3444

C1/Mercato, Anche Gambuzza è prossimo all'addio. Taranto su Giordano

L'Ancona è vincinissima al trequartista del Vicenza Nicola Zanini, che andrebbe così a rinforzare il reparto avanzato della compagine dorica per lo sprint definitivo verso la conquista di un posto dei play-off. Il trentatreenne esperto centrocampista sarebbe in arrivo ad Ancona insieme al giovane difensore dell'Avellino Ivano Baldanzeddu. Ma per giocatori che vengono, c'è uno che sarebbe tentato di cambiare aria: si tratta del forte centrocampista brasiliano Luiz Schveitzer Anderson, che avrebbe ricevuto un'interessante offerta dal Potenza che avrebbe ritenuto interessante. L'Ancona però difficilmente si priverà del sull'esperto mediano e potrebbe a questo punto decidere di prolungare il contratto ad uno dei perni della squadra di mister Monaco.

Attiva la Massese, che preleva in prestito dal Frosinone il ventiquattrenne centrocampista Mauro Zaccagnini, che sembrava molto vicino alla Cavese, e dal Lanciano la forte e giovane ala Federico Cerone, che giunge a Massa a titolo definitivo. Restando in Toscana, l'Arezzo è sempre alla ricerca di un attaccante importante e si sarebbe inserito nella corsa al centravanti del Rimini Emilio Docente, sulle cui tracce c'è da tempo anche il Taranto. La squadra amaranto però segue con attenzione anche l'attaccante del Bari Massimo Ganci, che difficilmente però accetterebbe un declassamento di categoria. La Lucchese, dopo l'ingaggio di Guariniello in avanti, punta a sistemare il reparto arretrato, e sta quindi insistendo con il Pisa per convincere i nerazzurri a cedere Daniele Chiarini. Il Martina, dopo aver perso anche Favasuli e Guariniello, è vicina a congedare anche capitan Raffaele Gambuzza. Il giovane difensore siciliano è infatti oggetto del desiderio del Taranto, che sta monitorando con attenzione la situazione in Valle d'Itria, e del Manfredonia. A queste due si è però aggiunto anche il Foggia che, dopo l'esonero del tecnico Campilongo e del ds Di Bari, con Galderisi in panchina è pronto a puntellare l'organico per inseguire i play-off. E Gambuzza sarebbe proprio una delle prime idee per il club dauno, che deve sempre valutare la posizione del centrocampista Fabio Giordano, che ha molti estimatori: al Crotone e alla Lucchese si è aggiunto di prepotenza proprio il Taranto, che pare abbia addirittura superato la concorrenza e, nel caso in cui Galderisi sentenzierà che Giordano non rientri nei suoi piani, dovrebbe riuscire ad avere la meglio su calabresi e toscani.

Gabriele Russano

http://www.tarantosport.net/html/sezioni/sezioni.php?idxxmnu=5&idxxsec=32&idxxart=3439

C1/Mercato, Guariniello saluta Martina e va a Lucca. Ranocchia verso la A

Doppia operazione per il Sorrento che cede il difensore ex Taranto Davide Migliozzi alla Sangiuseppese. Il difensore centrale approda alla squadra di mister Porta con la formula del prestito fino a giugno. In entrata il club costiero ufficializza finalmente il diciannovenne terzino siciliano della Sampdoria Giovanni Taormina che arriva in rossonero in prestito. Al Gallipoli continuano a crescere gli estimatori per il difensore Antonio Minadeo: l'ultima offerta pervenuta in ordine di tempo al club salentino è quella della Reggiana, che va ad aggiungersi a quelle già note di San Marino, Juve Stabia e Potenza. Il Perugia, che ha ufficializzato Salvatore Matrecano come nuovo allenatore, ha diverse richieste per il centrocampista Francesco Mocarelli, ormai sempre più sicuro partente: da una parte c'è il forte interesse del Crotone, ma dall'altra c'è la Lucchese che avrebbe richiesto proprio Mocarelli come pedina di scambio per il mediano Flavio Giampieretti, ambito però anche dalla Massese in C1 e da Carrarese e Viareggio in C2. Proprio la Lucchese, intanto, ha messo a segno un importante colpo rilevando dal Martina l'attaccante Saverio Guariniello, che giunge in Toscana in prestito dalla Torres, sempre proprietaria del cartellino. Il Martina oltre Guariniello, perde un altro perno dello scacchiere di Andrea Camplone, vale a dire Francesco Favasuli, che ha firmato il contratto con la Cavese di Aldo Papagni fino a giugno 2010. Cavese che acquista dal Perugia anche l'attaccante Tonino Sorrentino, che lascia il club grifone e si accasa in Campania in prestito fino a giugno.

Ancora una cessione in casa Sangiovannese: il club del Marzocco ha ceduto il difensore ventiseienne Pietro Varriale alla Carrarese. Ancora il Perugia, portebbe a breve ricevere un'offerta dalla Cavese per il centrocampista ventottenne Gianluca Porro, poco utilizzato da Cuccureddu. Prima di intraprendere ogni trattativa però, bisognerà vedere come intenderà muoversi il nuovo tecnico Matrecano e quali elementi vorrà a sua disposizione. L'esterno destro camerunense Solomon Enow lascia il Gallipoli, dove ha disputato soltanto tre partite, ed approda via Sampdoria in Serie C2 al Castelnuovo Garfagnana. Si complica per il Sorrento ed il Potenza la trattativa per accaparrarsi il centrocampista della Venezia Fabrizio Romondini: oltre a Ternana e Foggia infatti, si è aggiunta un'altra pretendente, la SPAL. Il Pescara si sta attivando con il Grosseto e con il Napoli, rispettivamente propietarie del bomber Marco Sansovini e del difensore Tommaso Romito, per riscattare a giugno il prestito dei due giocatori, che tanto bene stanno facendo i Abruzzo in modo da farli diventare interamente biancoazzurri. Infine rivelazioni importanti rilasciate da parte del presidente dell'Arezzo Piero Mancini riguardo uno dei pezzi pregiati della squadra amaranto: il diciannovenne difensore Andrea Ranocchia. Il centrale difensivo era stato vicinissimo alla Fiorentina in estate e sembrava che dovesse passare i viola già in questo mercato invernale o, al massimo la prossima stagione, ma la società dei Della Valle non si è più fatta viva e così Mancini ha confermato che sta trattando la cessione di Ranocchia con altri due club di Serie A interessati all'acquisto, l'Udinese e la Sampdoria. I tifosi aretini tremano perchè il loro presidente non ha escluso che il difensore possa partire già entro fine mese e non a giugno.

Gabriele Russano

http://www.tarantosport.net/html/sezioni/sezioni.php?idxxmnu=5&idxxsec=32&idxxart=3438


facebook

sfoglia    agosto        ottobre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo