235 Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio Rassegna Web della Prima Divisione Lega Pro Serie C1 Calcio seriec1 | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

logo di seriec1.ilcannocchiale.it rassegna stampa della lega pro prima divisione
Blog letto 1 volte












div>

Tim Cup 2009/2010, Risultati completi,
Tabellone, Regolamento

Coppa Italia 2009/2010
Risultati e Calendario
Siti Ufficiali


prima pagina della Gazzetta dello Sport

prima pagina del Corriere dello Sport

prima pagina di Tuttosport

il cirotano



Verdetti 2010-2011
Retrocesse dalla serie B
Frosinone Portogruaro
Triestina Piacenza
Promosse dalla 2a Div
Tritium Carpi
Latina FeralpiSalò
Carrarese Trapani
Retrocesse in 2a Div
Paganese Cavese
Monza Sudtirol
Ternana Cosenza
Promosse in serie B
Gubbio Nocerina
H.Verona Juve Stabia


Supercoppa 2010-2011
22 - 26 maggio
Gubbio Nocerina 1 - 1
Nocerina Gubbio 0 - 1
Vincente: Nocerina


Play Off Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Verona Sorrento 2 - 0
Salernitana Alessandria 1 - 1
Girone "B"
Juve Stabia Benevento 1 - 0
Taranto A. Roma 0 - 1
5 giugno 2011
Girone "A"
Sorrento Verona 1 - 1
Alessandria Salernitana 1 - 3
Girone "B"
Benevento Juve Stabia 1 - 1
A. Roma Taranto 2 - 3
Finali Play Off 2011
Andata 12 giugno
Verona Salernitana 2 - 0
Juve Stabia A. Roma 0 - 0
Ritorno 19 giugno
Salernitana Verona 1 - 0
A. Roma Juve Stabia 0 - 2


Play Out Lega Pro
29 maggio 2011
Girone "A"
Sudtirol Ravenna 1 - 0
Monza Pergocrema 1 - 0
Girone "B"
Viareggio Cosenza 3 - 1
Foligno Ternana 1 - 0
5 giugno 2011
Girone "A"
Ravenna Sudtirol 2 - 1
Pergocrema Monza 1 - 0
Girone "B"
Cosenza Viareggio 0 - 1
Ternana Foligno 1 - 1


Lega Pro 1a Div - Girone A
10a giornata - 25 ott 09
Alessandria Viareggio 0 - 0
Como Arezzo 0 - 0
Classifica - 10a giornata
 1  Novara 24   
 2  Cremonese 22

Serie C1 Rassegna Web Prima Divisione Lega Pro





































sfoglia    settembre        novembre


6 ottobre 2008

Il Lanciano perde malamente 3-1 al Biondi con l'Arezzo

Continua la caduta libera del Lanciano che perde 1-3 al Biondi al cospetto dell'Arezzo. A preoccupare, più che il risultato, è la scarsa evoluzione del gioco dei frentani. ...continua a leggere >>

facebook

6 ottobre 2008

Arezzo: La squadra va sotto e poi fa la grande

Baclet, Terra e Bondi travolgono il Lanciano illuso da Oshadogan. ...continua a leggere >>

facebook

5 ottobre 2008

Lanciano - Arezzo 1-3 ancora un colpo in trasferta per un grande Arezzo

Così l’Arezzo ha vinto la terza trasferta consecutiva. L’ha fatto con la forza della sua fase offensiva e anche con il favore ...continua a leggere >>

facebook

5 ottobre 2008

L'Arezzo piega anche il Lanciano

Cari alla vigilia aveva parlato di un match difficile sia per le qualità dell’avversario sia per condizioni non ottimali del terreno di gioco, senza contare la sorte che all’inizio sembrava non sorridere agli amaranto: ...continua a leggere >>

facebook

18 febbraio 2008

Lanciano spettacolare. Battuto 2-1 l'Arezzo

Lanciano spettacolare. Battuto 2-1 l'Arezzo
Inviato da Redazione (36 letture)


LANCIANO. Superba vittoria del Lanciano che grazie ad una doppietta dell'ex Lauria stende 2-1 l'Arezzo, una delle compagini più quotate del girone B.
Prosegue il sogno play-off degli uomini di Moriero, protagonisti ieri dell'ennesima prova maiuscola della stagione. Che non inganni il risultato che, soprattutto nel secondo tempo, sarebbe potuto essere di proporzioni maggiori.
Nulla da fare per l'Arezzo, che non perdeva da ben undici partite consecutive, deludente soprattutto per meriti dei rossoneri.
Moriero sceglie il collaudato 4-2-3-1 che tanto bene ha fatto fino ad ora. C'è il debutto di Carcuro dal primo minuto con Bonvissuto e Pintori tandem offensivo.
Dopo i primi minuti di studio tra le due formazioni, la gara aumenta di ritmo fino a divenire altamente spettacolare.
Al 17esimo gli ospiti si portano a sorpresa in vantaggio con Martinetti abile a sfruttare a meraviglia un preciso cross dalla destra di Grillo.
Il Lanciano non molla e gli bastano pochi minuti per trovare immediatamente il punto del pari, merito anche del grossolano errore dell'estremo difensore aretino Marconato, che su innocua conclusione dai 30 metri di un avversario non trattiene e consegna letteralmente il pallone sulla testa di Lauria che a porta vuota realizza.
Pochi giri di orologio più tardi e Lauria va ad un passo dalla doppietta personale.
Gran botta appena dentro l'area di rigore questa volta splendidamente respinta dal numero uno granata che riscatta l'infortunio precedente.
Prima del riposo è il turno di Alberti che va vicino alla segnatura.
La ripresa riparte seguendo lo stesso canovaccio della prima frazione di gioco, il Lanciano pressa e preme alla ricerca del raddoppio, l'Arezzo bada soprattutto a difendere il prezioso pareggio esterno.
Pochi minuti del secondo tempo ed i frentani hanno la grande occasione per sbloccare nuovamente il risultato, ma su calcio di rigore Bonvissuto non inquadra lo specchio della porta.
I rossoneri però hanno il merito di non demoralizzarsi e costruiscono una serie di palle gol pericolosissime, fino al minuto 29 quando Lauria realizza il secondo penalty di giornata assegnato per atterramento in area da parte di Bonvissuto.
Moriero dopo il vantaggio effettua qualche sostituzione con il chiaro intento di mettere il risultato in ghiaccio. Gli da una grossa mano l'Arezzo, che in sostanza si arrende non opponendo alcuna resistenza sino al triplice fischio conclusivo. Primi venti minuti equilibrati poi solo Lanciano fino al novantesimo.
Al Biondi erano presenti sia Riccardo Angelucci sia Angelo Renzetti segno che, se lo augurano i sostenitori lancianesi, è vicina una conclusione positiva riguardo il passaggio di proprietà del sodalizio. Questa settimana in tal senso potrebbe essere decisiva.
Un'affermazione dunque ampiamente meritata per i frentani, che si riscattano dal rovescio esterno a Gallipoli e soprattutto avvicinano ulteriormente il quinto posto in graduatoria. Visto il momento esaltante della squadra, si attendono a questo punto novità positive dalla questione societaria. Potrebbe essere la settimana decisiva con Renzetti sempre più deciso ad acquistare il club.

Andrea Sacchini 18/02/2008
http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=13936

  


facebook

18 febbraio 2008

Il Lanciano batte l'Arezzo ed ora aspetta Renzetti.

Il Lanciano batte 2-1 l'Arezzo ed ora è sesto in classifica a due punti dalla zona play-off. I rossoneri, che erano passati in svantaggio, hanno dato una dismostrazione di forza ribaltando il risultato e giocando un gran secondo tempo. Contro l'Arezzo Moriero ripropone tra i pali Farelli al posto di Russo, ma la vera novità è la presenza in campo del centrocampista ventenne Davide Carcuro, arrivato a gennaio dalla Fiorentina. Ha iniziato in modo contratto, un po’ come tutta la squadra, ma poi si è sciolto ed ha giocato con buona autorità e disinvoltura. Primo tempo equilibrato, con l’Arezzo bravo ad imbrigliare la manovra dei rossoneri. Al 17’ gli ospiti passano in vantaggio: Grillo crossa bene dalla sinistra, Vitale non chiude su Martinetti che di testa può appoggiare facilmente in rete. Il pareggio arriva appena otto minuti più tardi: punizione di Bolic, Bonvissuto sfiora di testa, Marconato battezza fuori la palla che invece fa un paio di carambole tra il palo ed il suo corpo fino a quando irrompe Lauria che mette dentro. Una mezza papera che il portiere riscatta alla mezz’ora togliendo dall’incrocio dei pali una bella punizione dello stesso Lauria. Al 42' punizione di Pintori, testa di Alberti e palla che esce a fil di palo.
La ripresa è tutta di marca rossonera e si apre con una spettacolare sforbiciata dal limite di Pintori con palla di poco alta sulla traversa. Al 19’ Grillo affossa Pintori in area e l’arbitro concede il primo rigore dell’incontro. Bonvissuto calcia altissimo. Pochi minuti dopo Pintori triangola in velocità e nello stretto con Alberti servendo una palla d’oro a Bonvissuto che a pochi metri dalla porta svirgola goffamente. Al 27’ Lauria serve imbecca in area Bonvissuto che viene platealmente atterrato da Marconato. Dal dischetto Lauria spiazza il numero uno toscano. In vantaggio di un gol, Moriero rafforza gli ormeggi facendo esordire il difensore Mattia Conte. L’Arezzo si rivede solo con un colpo di testa di Martinetti di poco a lato. Il Lanciano amministra senza problemi i minuti finali di gara ed Alberti, nonostante i crampi, sfiora il gol del 3-1 con un tiro dalla distanza che Marconato manda in angolo con qualche difficoltà. Al triplice fischio finale fanno festa giocatori e tifosi di casa. Con la squadra che vola in campionato ci si aspetta ora la felice soluzione della questione societaria. Da oggi avvocati e commercialisti di Renzetti, Angelucci, Prospero e Vitalli saranno a lavoro per mettere nero su bianco l'accordo che hanno già trovato e per studiare la strategia migliore per prendere possesso del Lanciano.
http://www.sslanciano.it/

17/02/2008
Il Lanciano ricomincia a correre
Batte l'Arezzo in rimonta con doppietta di Lauria. Si aspetta la nuova società
Segnala ad un amico | Commenti alla notizia (0) | torna alle news
LANCIANO. Con una grande prova di carattere i rossoneri rimontano una gara partita male, contro un avversario più quotato, e si tengono attaccati alla zona play-off. Nonostante il vantaggio iniziale, l’Arezzo deve arrendersi a un Lanciano trascinato soprattutto da Pintori e Lauria, quest’ultimo autore della doppietta che vale i tre punti, ma entrambi autori di una prova da dieci in pagella.

Dopo una prima occasione su calcio piazzato dalla distanza, gli ospiti passano con un colpo di testa di Martinetti, lasciato troppo di libero da Vitale. Poco dopo è Lauria a riequilibrare la gara, sfruttando una gaffe del portiere ospite dopo una punizione di Bolic dalla distanza.

Nella ripresa il Lanciano sale in cattedra, e a tratti annichilisce l’Arezzo. Pintori sfiora il vantaggio con una spettacolare sforbiciata dal limite, e poi conquista il rigore che però Bonvissuto tira alto al 65’. Lo stesso centravanti poco dopo, servito ancora da Pintori, davanti alla porta non si coordina.

Bonvissuto si fa perdonare quando conquista il rigore con il quale Lauria che regala il vantaggio ai rossoneri: solo davanti a Marconato, lo scavalca e viene atterrato. C’è ancora tempo per un paio di occasioni dei frentani, tra cui un tiro dalla distanza di Alberti deviati in angolo.

Per la nuova società viene invece dato per imminente l’annuncio ufficiale dell’accordo definitivo tra l’ex presidente Riccardo Angelucci, l’ex aspirante presidente del Pescara Angelo Renzetti, l’ex socia di Paolo Di Stanislao Roberta Prospero, e l’imprenditore peranese Nicola Vitelli. Il gruppo sarebbe quasi pronto a rilevare il club una volta dissequestrate le quote e restituite ad Angelucci.



i tabellini

LANCIANO 2: Farelli, Del Prete, Vitale, Carcuro, Pisacane, Bolic, Pintori, Vicedomini (dal 68' Cruciani), Bonvissuto (dal 78' Mattia Conte), Alberti, Lauria (dal 73' Aurino). Allenatore Moriero.
AREZZO 1: Marconato, Mirko Conte; Grillo (dal 76' Falsini), Beati, Ranocchi, Goretti, Miglietta (dal 76' Savi), Togni, Chianese, Martinetti, Bondi (dal 75' Rivas). Allenatore: Cuoghi.
Reti di Martinetti al 17' e di Lauria al 25' e su rigore al 72'; arbitro Lupo di Matera; ammoniti Pisacane, Vicedomini, Alberti, Marconato e Martinetti; spettatori 1.500 circa di cui un centinaio ospiti; angoli 8 a 5 per il Lanciano; recupero 1' nel primo e 5' nel secondo tempo

i risultati della 24esima giornata

la classifica della serie C1 girone B

Crotone-Juve Stabia 2-0
Lanciano-Arezzo 2-1
Lucchese-Sambenedettese 2-1
Martina-Ancona 0-3
Massese-Perugia 1-2
Pescara-Taranto 2-1
Pistoiese-Potenza 1-0
Sangiovannese-Gallipoli 2-0
Sorrento-Salernitana 1-0

il prossimo turno domenica 24 febbraio

Ancona-Sorrento
Arezzo-Pescara
Crotone-Massese
Gallipoli-Lucchese
Juve Stabia-Lanciano
Perugia-Sambenedettese
Potenza-Sangiovannese
Salernitana-Pistoiese
Taranto Martina

42 punti Salernitana
40 Gallipoli
40 Crotone
39 Lucchese
38 Ancona
36 Lanciano
34 
Pescara un punto di penalità
33 Massese
33 Perugia
32 Arezzo
32 Taranto
31 Potenza
31 Sorrento
27 Sambenedettese
28 Pistoiese
22 Juve Stabia
17 Sangiovannese
13 Martina

http://www.lanciano.it/sport/il_lanciano_ricomincia_a_correre/3833

  

facebook

18 febbraio 2008

L'Arezzo regala i tre punti al Lanciano

L'Arezzo regala i tre punti al Lanciano
Scritto da: Andrea Avato, domenica 17 febbraio 2008
Visto: 277 volte.

Image
il gol di Martinetti
L'errore più grande sarebbe quello di darsi al disfattismo. L'Arezzo ha perso meritatamente a Lanciano, è stato scavalcato in classifica dal Pescara e finanche dal Perugia, la zona play-off è tornata lontana 6 punti. Tutto vero, ma adesso, soprattutto adesso, serve un po' d'equilibrio. Se fino a stamattina la squadra riscuoteva unanimi consensi, non possono essere 25 minuti di black out a modificare integralmente i giudizi. Perché di questo si è trattato: a un certo punto, con la partita in mano, è come se qualcuno avesse premuto l'interruttore e spento la luce. L'Arezzo si è assentato dal campo e il Lanciano ne ha approfittato. Sgomberiamo il campo dagli equivoci: gli abruzzesi sono una signora formazione, propongono un calcio arrembante e hanno tre o quattro pezzi di livello superiore. In casa macinano gioco e punti da settembre, quindi non è un caso che abbiano vinto pure oggi. Considerando il caos che c'è in società, gli stipendi non pagati e gli annessi e connessi, a Moriero bisogna fare una vagonata di complimenti.

Detto questo, Cuoghi dovrà capire perché, dopo un quarto d'ora della ripresa, gli amaranto si sono sfaldati tutti e undici, nessuno escluso, consegnando la partita agli avversari. Il campo di zolle su cui si è giocato c'entra poco, perché fino a quel momento, pur con le difficoltà di un pallone che rimbalzava all'impazzata, l'Arezzo aveva tenuto più che bene. E non c'entra la disposizione tattica: fin lì era stato il Lanciano a soffrire maggiormente, preso d'infilata in diverse circostanze. Anzi, se Marconato non avesse vanificato il ritorno al gol di Martinetti con una papera incredibile, adesso racconteremmo altro. La partita è girata al 62': Martinetti è stato fermato in contropiede, solo davanti al portiere, per un fuorigioco dubbio assai (nella circostanza è stato pure ammonito e salterà il Pescara per squalifica). Sulla punizione conseguente, il Lanciano si è guadagnato il rigore, poi fallito da Bonvissuto. Invece che tagliare le gambe ai rossoneri, l'errore dal dischetto li ha galvanizzati, spingendoli fino al secondo penalty e al gol del successo firmato dall'ex Lauria, doppiettista ed esultante come se di fronte avesse il Real Madrid. Il fatto che nel finale l'Arezzo sia riuscito a creare ugualmente due occasioni nitide, fallite da Martinetti e Beati, non fa che aumentare i rimpianti.

Per la classifica, la sconfitta di oggi è stata indubbiamente penalizzante. Gli 11 risultati utili consecutivi sembrano essersi dissolti come neve al sole, visto che pure il bistrattato Perugia, vincendo a Massa, è tornato davanti. Ma nel giro di pochi punti ci sono molte squadre e già domenica prossima il quadro potrebbe cambiare nuovamente. Calma e gesso dunque. L'organico è buono, ci sono una montagna di scontri diretti da giocare e l'esperienza dell'anno passato dovrebbe aver insegnato che fino all'ultima giornata non c'è niente di certo.

Le pagelle di Lanciano-Arezzo

Scritto da: Andrea Avato, domenica 17 febbraio 2008
Visto: 170 volte.

 

Image
Mirko Conte e l'ex Fabio Lauria
Le pagelle di Lanciano-Arezzo.
Togni 6.5. Una bella partita, tonica e ispirata come non gli si vedeva fare dal periodo pre infortunio. Bravo sia a distribuire i palloni che a rubarne agli avversari, nonostante il campo non si addica ai suoi piedi dolci. E’ lui, con una caparbia incursione sulla sinistra, a dare il via all’azione del vantaggio.
Ranocchia 6. Bonvissuto lo impegna e lo costringe a soffrire anche sulle palle alte. Qualche disattenzione più del solito, qualche giocata in affanno, ma alla lunga il suo lo fa. Come sempre.
Beati 6. Molto bene nel primo tempo, quando imposta, contrasta e si propone con medesima efficacia. Cala un po’ nella ripresa, ma nel ruolo di interno sinistro sta acquisendo sicurezza e personalità.
Martinetti 6. Quando un attaccante fa gol, c’è poco da aggiungere. Rompe il suo personale digiuno dopo due mesi con un bel colpo di testa in controtempo. Di lì in avanti fatica a entrare in partita e quando gli danno la palla buona, l’arbitro lo ferma per un fuorigioco che grida vendetta. Peccato per l’incornata nel finale terminata fuori. Ammonito, salterà il Pescara.
Conte 5.5. Lauria e Pintori si scambiano le fasce e corrono come indemoniati, tagliando spesso verso il centro dell’area. Anche il capitano, dopo un primo tempo dignitoso, perde i riferimenti a lungo andare, concedendo troppi spazi. Incuneandosi in uno di questi, Lauria e Bonvissuto costruiscono l’azione fatale che costa il secondo rigore.
Goretti 5.5. L’arbitro lo grazia più volte a inizio match, sorvolando su falli e scorrettezze varie ai danni di Bonvissuto. Il campo di zolle lo limita in fase d’impostazione e l’Arezzo perde così il suo regista arretrato.
Grillo 5.5. Scodella un assist perfetto per il gol di Martinetti. Poi è uno di quelli che va in black out totale, messo in crisi da Pintori sul quale, tra l’altro, frana in piena area per un netto e ingenuo fallo da rigore. Cuoghi allora lo sostituisce con Falsini.
Bondi 5.5. Vedi Togni, nel senso che su un terreno dove stoppare la palla è già un merito da medaglia, lui è naturale che soffra. Buona spinta in avvio di match, resta ai margini del gioco (per colpa non solo sua) fino a quando Cuoghi lo avvicenda con Rivas.
Miglietta 5. Stavolta il centrocampista col vizio del gol stecca la partita. Non trova la posizione, corre a vuoto e tocca pochissimi palloni. Del resto, lui è bravo negli inserimenti da dietro. Ma se la squadra non può manovrare perché il campo sembra l’orto dell’insalata, come si fa a buttarsi in avanti?
Chianese 5. Cinque palloni toccati nel primo tempo, due o tre nella ripresa. L’ex ravennate è così: straordinariamente efficace e cinico se ben rifornito, evanescente se non gli arriva la palla buona.
Marconato 4. L'errore sul gol del pareggio è clamoroso e inspiegabile, con una grottesca carambola sul palo. A completare la giornataccia anche il fallo su Bonvissuto che costa il secondo rigore. Troppo brutto per essere vero. Da aiutare, non da mettere alla gogna. Falsini, Savi e Rivas ng. Impossibile dare un voto a chi ha giocato solo uno spezzone di gara in queste condizioni ambientali.

Mancini, Cuoghi, Marconato, Bricca
Scritto da: Andrea Avato, lunedì 18 febbraio 2008
Visto: 16 volte.

Image
il presidente Piero Mancini
Con la stessa franchezza con cui gli abbiamo rivolto i complimenti per la campagna acquisti di gennaio (e per diverse altre cose), è giusto oggi sottolineare l'intempestività di alcune dichiarazioni rilasciate da Piero Mancini dopo la sconfitta di Lanciano. Chi ha sfogliato i quotidiani locali di stamani, avrà letto. Il presidente ha inquadrato i bersagli e ha fatto fuoco senza pietà. La pubblica reprimenda si è abbattuta su Cuoghi e su Marconato, il quale tutto meritava tranne che essere messo alla berlina come un pivello qualsiasi. Mancini, in sintesi, ha detto questo: 1) Cuoghi dovrà dare delle spiegazioni sulla sconfitta e sul fatto che la squadra non decolla; 2) Cuoghi dovrà dare spiegazioni sul perché ha tenuto in panchina Bricca, che fuori casa deve sempre giocare; 3) Cuoghi non rischia il posto ma dovrà essere collaborativo; 4) Marconato è stato un disastro, ieri ci ha fatto perdere la partita e anche a Taranto aveva preso due gol imperdonabili da trenta metri.

Il punto 1, al limite, ci può stare. Dopo gli innesti di gennaio, è giusto che il presidente chieda di più sia alla squadra che al tecnico e pretenda un passo diverso pure in trasferta. Cuoghi ha perso solo due volte da quando è ad Arezzo, ma ha vinto 4 partite su 14. Bisogna crescere, è fuori discussione, e sfruttare meglio il potenziale offensivo a disposizione. Sul resto, però, proprio non ci siamo. Le spiegazioni all'allenatore si chiedono in privato, dentro lo spogliatoio, non a mezzo stampa. Bastava una telefonata e Cuoghi, presumibilmente, avrebbe fornito a Mancini tutte le delucidazioni del caso. Ancor meno giustificabile è la sparata su Bricca, tirato in ballo suo malgrado e messo in una situazione antipatica di fronte al resto del gruppo. Come l'avranno presa gli altri centrocampisti della rosa? A Lanciano si dà il caso che Togni e Beati abbiano fornito una prova positiva, dunque l'osservazione, tecnicamente e tatticamente parlando, è una forzatura. Il presidente, poi, allo stadio non c'era. Perché sparare siluri del genere senza aver osservato coi propri occhi la situazione? E ancora. Parlando così, si creano difficoltà ulteriori a Cuoghi, che di gatte da pelare ne ha già a sufficienza. Adesso contro il Pescara una maglia da titolare per Bricca potrebbe apparire, ai tifosi ma anche agli altri giocatori, il frutto di un atteggiamento troppo collaborativo, una genuflessione al diktat di Mancini. Sbagliato su tutta la linea. Infine Marconato. Ma come? Questo non prende gol per sette partite e mezzo, da settembre para di tutto e di più, anche le mosche, e alla prima difficoltà si espone al pubblico ludibrio? Qualcuno può ricordare al mondo e al presidente che Marconato è il quinto portiere del torneo, contando i gol subìti, e tra i primi tre per rendimento? Quando un giocatore è in difficoltà va aiutato, non affossato, a maggior ragione se fa il portiere, ruolo in cui la componente psicologica conta moltissimo.

Insomma, è bastata una sconfitta, rovinosa finché si vuole, per riportare a galla vecchie magagne. E non va bene, perché di sicuro a Taranto e Lanciano non avranno letto né sentito le parole di Mancini dopo la vittoria sul Perugia, e certo non avranno vinto contro l'Arezzo facendo leva su stimoli mediatici. Ma quell'uscita sugli avversari che avrebbero dovuto tremare e preoccuparsi, di sicuro non ha portato fortuna. Equilibrio, ecco cosa serve adesso. Dal presidente in giù.

http://www.amarantomagazine.it/


  

facebook

18 febbraio 2008

Arezzo, che ridimensionata! A Lanciano sconfitta pesante e ora i play-off sono più lontani


Arezzo, che ridimensionata! A Lanciano sconfitta pesante e ora i play-off sono più lontani

Dopo undici risultati utili consecutivi che avevano portato l'Arezzo a un passo dai play-off, nel giorno più importante gli amaranto steccano totalmente a Lanciano. In vantaggio grazie a Martinetti si fanno raggiungere e superare dalla squadra di Moriero. Molti sotto la sufficenza, si complica il discorso play-off.



Una debacle come quella di ieri non se l'aspettava nessuno. Brucia molto il modo con la quale è arrivata, squadra assente o quasi dal bruttissimo terreno del velodromo abruzzese. Erroraccio di Marconato in occasione del pareggio di Lauria, brutta partita di Miglietta, pessima prova di Chianese, in sintesi una catastrofe o quasi. Si salvano in pochi dal naufragio e purtroppo è pesante la sconfitta di ieri perchè riporta la banda Cuoghi a sei lunghezze dai play-off. E pensare che davanti viaggiano con il freno a mano tirato, la Salernitana continua a perdere, il Gallipoli si è fermato a San Giovanni (dopo tredici partite azzurri vittoriosi), insomma pare che tutti aspettino l'Arezzo, ma gli amaranto continuano a perdere troppi treni, speriamo che quello di ieri non sia l'ultimo. Delusione pesante anche per i cinquanta tifosi al seguito della squadra che hanno lasciato a testa bassa l'Abruzzo. Domenica prossima sarà assente Martinetti, era diffidato è stato ammonito e salterà Arezzo-Pescara.

Aggiornato 18/02/2008 11:04   Scritto da Marco Piga
http://www.calciotoscano.it/modules.php?op=modload&name=PagEd&file=index&page_id=21239

  

facebook

17 febbraio 2008

Lanciano - Arezzo 2-1 brutta sconfitta degli amaranto

Lanciano - Arezzo 2-1 brutta sconfitta degli amaranto Lanciano - Arezzo 2-1 brutta sconfitta degli amarantoL’Arezzo ha provato a vincere la partita di Lanciano, ma la rivelazione del campionato ha fatto pagare cara la presunzione amaranto. Gli abruzzesi hanno vinto con merito una partita che l’Arezzo non poteva permettersi di perdere. Avevamo scritto che un pareggio non sarebbe stato da buttare, anche se sapevamo che la sua digestione non sarebbe stata facile.
Con tutto il rispetto per il Lanciano, la squadra abruzzese, in gravissima crisi societaria, conta su una rosa che non vale la metà di quella amaranto e i due gol sono stati siglati da Lauria, uno scarto dell’Arezzo (scarto che a suo tempo non abbiamo condiviso).
Dopo undici partite utili consecutive la squadra di Cuoghi cede i tre punti quando ci si attendeva un salto di qualità in senso positivo. A questo punto sarà proprio Cuoghi a dover spiegare la debacle, ma anche i pochi punti totalizzati durante la sua gestione. Il calcio, soprattutto in serie C, è fatto di numeri e i numeri dicono che De Paola fino alla partita contro il Lanciano, all’andata, ha totalizzato tre punti in più rispetto a Cuoghi e il tutto senza disporre di Chianese, Miglietta e in parte Martinetti e Myrtaj. Questo è giusto scriverlo oggi, dopo aver assistito al massacro mediatico di un tecnico anche da parte dei suoi stessi giocatori.
Dato a Cesare quel che è di Cesare, è ora obbligatorio guardare al futuro e il Cuoghi depresso del dopo partita di Lanciano non è il miglior viatico. Ci auguriamo che il Mister sappia ricaricare la squadra come occorre fare ora, perché nulla è perduto, soprattutto visto il calendario che aspetta l’Arezzo. Bisogna continuare a crederci e far valere la superiorità di calciatori certamente importanti per la categoria. Il Mister amaranto sa bene che la squadra che gli è stata messa a disposizione non dovrebbe perdere né a Lanciano né altrove e questo può tramutarsi in un peso eccessivo sulle sue spalle, ma è proprio quando il gioco si fa duro che i duri cominciano a giocare. Forza ragazzi e forza Mister, non vorrete mica arrendervi ora, vero? Avete davanti cinque partite abbordabili in grado di riportarvi in zona Play Off e ci aspettiamo che le sfruttiate a dovere.

Gianni Brunacci

PS: per la cronaca il gol dell'Arezzo è stato segnato da Martinetti ed il Lanciano ha sbagliato un rigore con Bonvissuto.

DOMENICA 17 FEBBRAIO 2008 17:08 - Gianni Brunacci
http://www.arezzonotizie.it/index.php?option=com_content&task=view&id=54404&Itemid=2
  

facebook

16 febbraio 2008

Scontro diretto sul filo dell'equilibrio

Scontro diretto sul filo dell'equilibrio
Scritto da: Andrea Avato, sabato 16 febbraio 2008
Visto: 38 volte.

Image
Martinetti-gol su rigore all'andata
Tutto sarà tranne che una partita facile. Anzi, a guardare i numeri viene il sospetto che il pareggio sia il risultato più probabile. L'Arezzo ha chiuso con la divisione della posta ben 11 partite su 23, il Lanciano addirittura 12 su 23, uno score che lo colloca al primo posto nella speciale graduatoria. Non solo, entrambe le squadre vantano difese granitiche: i rossoneri hanno subito finora appena 17 gol e insieme alla Salernitana hanno il reparto arretrato meno battuto di tutto il torneo. Gli amaranto sono solo un gradino dietro, con 18 reti al passivo. Considerando che il terreno di gioco dello stadio "Guido Biondi" non viene descritto come un tappeto da biliardo, ci sono tutti gli indizi perché domani si materializzi un match tirato, combattuto sul filo dell'equilibrio. All'Arezzo il pareggio non servirebbe moltissimo, anzi servirebbe a poco, forse solo ad allungare la striscia positiva di mister Cuoghi, che da quando è arrivato ha perso una volta e basta a Lucca. Il piano-rimonta non può più prescindere da un colpaccio esterno, anche se a forza di parlarne sorge il dubbio di ottenere l'effetto contrario. La situazione, comunque, è questa: l'Arezzo sta bene di testa e di gambe, a Taranto doveva vincere e ha pareggiato per colpa di una prodezza di Pastore, ma guarda al futuro con fiducia. Il Lanciano non è più la squadra spumeggiante di un paio di mesi fa, soffre la situazione psicologica creata da una società che rischia di fallire e che non paga gli stipendi da mesi, a Gallipoli ha perso netto per 2-0 e il futuro lo vede come una grossa incognita. Ciò non significa che regalerà la partita, ma di certo l'approccio delle due squadre è diverso. Se gli amaranto non faranno masochisticamente harakiri, magari snobbando l'avversario, possono girare la frittata a loro vantaggio. Il Lanciano dell'orgoglioso Moriero, al quale vanno molti meriti dell'ottima stagione fin qui disputata, è coriaceo e in casa concede pochissimo. Tra le mura amiche ha perso solo con la Lucchese, prende gol con il contagocce ma non segna molto, anzi. I punti di forza sono il terzino Del Prete, gli esterni Pintori e Lauria, il centravanti Bonvissuto. L'Arezzo solido delle ultime settimane, con Miglietta e Chianese in grande spolvero, e con Martinetti che vuole rompere il suo personale digiuno, ha le carte in regola per fare bottino pieno in uno scontro diretto delicato. Sarebbe veramente ora.

Formazione quasi fatta, tranne a centrocampo
Scritto da: Andrea Avato, venerdì 15 febbraio 2008
Visto: 97 volte.

Image
Miglietta è l'unico sicuro di giocare
Allenamento intenso quello che Cuoghi ha fatto svolgere oggi pomeriggio alla squadra. Esercitazioni tattiche, possesso palla, schemi su calci da fermo, tiri in porta e partitella finale. Il tecnico ha tutti gli uomini a disposizione in vista dello scontro diretto di Lanciano, fatta eccezione per Myrtaj (che sta recuperando dopo lo stiramento al polpaccio) e Cavagna (fermato da un fastidio al quadricipite). La formazione che giocherà in Abruzzo è virtualmente fatta per nove undicesimi. Difesa e attacco saranno gli stessi di Taranto, con Marconato, Conte, Ranocchia, Goretti, Grillo, Bondi, Chianese e Martinetti. A centrocampo Miglietta è l'unico che può dirsi sicuro del posto, mentre Togni, Beati, Bricca e Savi si contendono le altre due maglie. Cuoghi oggi ha fatto un po' di prove e la sensazione è che debba ancora prendere la decisione finale. Bricca è reduce da un'ottima prova a Taranto, Togni deve giocare per ritrovare brillantezza e Beati ultimamente ha fornito prestazioni che al mister sono piaciute. Domattina la seduta di rifinitura all'antistadio, poi partenza per Lanciano.
http://www.amarantomagazine.it/
  

facebook

sfoglia    settembre        novembre

Cerca, Rss, Atom e Counter
Ricerca personalizzata
Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0   Feed ATOM di questo blog  Atom


Link
A
ac-perugia.com
acmonzabrianza.it
acspezia.com
agenfax.it
alessandriacalcio.it
allvideo
amarantomagazine.it
arezzonotizie.it
asandriabat.it
B
beneventocalcio.it
bettiamo.net
blog.football.it
blunote.it
bondolasmarsa
br73.net Pistoia
bustocco.it
C
calciatori.com
calciocampano2009
calciocomo190
calciofoggia.it
calcioland.forumfree
calciomatto
calciomercato.com
calcionapoletano
calciopiu.net
calciopress.net
calcioscommesse.myblog.it
calcioseriec.blogspot.com
calciotoscano.it
cavese
cavanotizie.it
click4soccer.com
coni.it
corrierediarezzo.it
corrieredicomo.it
cremonaweb.it
D
datasport.it
diretta.it
direttagol.it
E
e-cremonaweb.it
esperiaviareggio.it
eurosport.yahoo.com
F
fccrotone.blogspot.com
febbrea90.com
figc.it
foggiacalciomania.com
foggialandia.it
foggiaweb.it
folignocalcio.com
folignocalcio.it
forzacavese.net
forzalucchese.net
forzanovara.net
forzapescara.com
forzaspal
G
gazzettalucchese.it
goal.com
H
hellastory.net
hellasverona.it
hellasweb.it
I
ilgrecale.it
ilpallonaro.com
ilquotidianodellabasilicata.it
ilquotidianodellacalabria.it
ilsatanello.it
ioamoilcalcio.myblog.it
infobetting.com
italiadelcalcio.it
L
la_c1.ilcannocchiale.it
lanciano.it
larena.it
leccosportweb.it
lega-calcio.it
lega-calcio-serie-c.it
legaproprimadivisione
leggonline.it
livescore.com
Live score
loschermo.it
lospallino.com
lostregone.net
lumezzanecalcio.it
M
madeinandria.it
mondorossoblu.it
N-O
noitv.it
P
paganese.it
paganesecalcio.com
pescaracalcio.com
portogruarosummaga.it
primadanoi.it
primadivisionew
primadivisione
pronostici1x2
pronostici serie A
prosestonews
Q
qn.quotidiano.net
R
radioemme.it
raisport.rai.it
ravennanotizie.it
realsports.it
reggianacalcio.it
reggianasupporters.it
resport.it
riminicalcio.com
S
salernonotizie.it
sanniocalcio.it
scommesse.betfair.it
seriec1.ilcannocchiale.it
seriec1.wordpress.com
soccerpuglia.it
socialcalcio.com
solocalcio.com
solopescara.com
sorrentocalcio.com
sportal.it
sportcity-ricio
sportedintorni.blogspot.com
sporterni.it
sportevai.it
sportitalia.com
sportoggi.com
sportpeople.net
sportvintage.blogspot.com
ssjuvestabia.it
sslanciano.it
stabia1907.it
stabiachannel.it
stampasud.it
T
tarantosera.com
tarantosupporters.com
teleradioerre.it
ternanacalcio.com
terninrete.it
terzaserie.myblog.it
tifo-e-amicizia.it
tifogrifo.com
tifosigallipoli
tifosiportogruaro
tuttalac.it
tuttocalciatori.net
tuttocalcio.it
tuttolegapro.com
tuttomercatoweb.com
tuttosport.com
tuttosporttaranto
tvgratisnet.iobloggo.com
tvoggisalerno.it
U
ultrassamb
uscremonese.it
usfoggia.it
V
varese1910.it
varesenews.it
vascellocr.it
vastocalcio
viaroma100.net
virtuslanciano
Z
zonacalcio.it

Siti rimossi

Gossip&sport

Cinema italiano
cinemaitaliano.info
trovacinema.repubblica.it
Nuovi
bg vs fq pr dago
notiziariocalcio
ilnuovocorriere
asgubbio1910
forzanocerina
piacenzacalcio
triestinacalcio
comunicatemi
chi ho dimenticato
e sarà inserito,
o rimosso per chi vuol essere cancellato

....ed è naturalmente gradito
un link a questo blog
nei vostri siti o blog
grazie



Meteo











 
 
fai.informazione.it Wikio - Top dei blog Wikio - Top dei blog Add to Google intopic.it Blog360gradi - 

L’aggregatore di notizie a 360°  provenienti dal mondo dei blog! who's online Sito ottimizzato con 

TuttoWebMaster TOP 100 

SOCCER SITES TopSportSites.com :: A 

Sports Discussion Community Top Italia Registra 

il tuo sito nei motori di ricerca liquida.it social network Notizie, immagini e video dai blog italiani su Liquida top 100 sports sites My BlogCatalog 

BlogRank urltrends reports BlogNews Questo Blog e' 

Strabello! e il tuo?

Cynegi Network
linkto.org

  Powered by  MyPagerank.Net
 

seriec1

↑ Grab this Headline Animator

  View blog authority
   
 


blinko jonny groove
rcsmobile belen

lastminute
musicbox

edreams

better
blinko grandi sorelle


Rubbrica telefonica


Elenco per nome


Elenco per ruolo